Justified – 4×02/03 Where is Waldo? & Truth and Consequences 1


Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesDa dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? Tra identità misteriose (o rubate), truffe, tradimenti e menzogne, Justified accompagna Raylan all’interno del tema di questa stagione: la ricerca di se stessi. Non a caso, il cognome Truth continua ad aggirarsi per la contea come un fantasma pericoloso, o meglio, come un “serpente” che cambia sempre pelle…

L’anno scorso, pur rimanendo su ottimi livelli, Justified ha forse pagato la necessità di dover rispettare a tutti i costi le alte aspettative seguite all’eccelsa seconda stagione. Questo ha portato gli autori a spingere sugli elementi di maggior successo della serie, spesso però anche troppo, come ha dimostrato la caratterizzazione, quasi fumettistica per quanto eccessiva in alcuni tratti, del villain Robert Quarles.

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesAffrancata da tale “responsabilità”, la quarta stagione ha mostrato fin dal primo episodio un maggiore bilanciamento di tutti gli elementi, dovuto probabilmente all’assenza di questa “ansia da prestazione”. Il risultato è che, giunti alla terza puntata, Justified mostra un impianto narrativo forse come non l’avevamo mai visto finora, quell’equilibrio in tutte le sue peculiarità che, unito ad una profondità di introspezione dei vari protagonisti, aveva reso monumentali personaggi come Mags Bennett e forse meno efficaci quelli come Robert Quarles. Dopo la premiere, che ci ha re-introdotto nell’universo “western” del deputy marshal Givens, i due successivi episodi ci portano ora dritti nel cuore del tema stagionale: la ricerca dell’identità. Nessuno è veramente chi dice di essere, forse nemmeno Raylan, che dopo le batoste dell’anno scorso, sta ancora cercando risposte.

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesCertified by Who? è quello che si chiede Boyd quando indaga sulla veridicità e onestà della sette del predicatore Billy (ben interpretato da Joseph Mazzello, che molti ricorderanno da bambino nel ruolo di Timothy, il moccioso amante dei dinosauri in Jurassic Park). Chi certifica quello che siamo? Gli altri? Noi stessi? Tutto è una recita in cui si finge, ma la stessa realtà è suscettibile di interpretazione: la cameriera ha davvero ingannato Raylan o è solo stata rapita dall’ex-marito? A che gioca sta giocando Johnny Crowder con Winn Duffy? Di chi fidarsi allora, sei primi a cui mentiamo siamo noi stessi?

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesIn questo panorama si inserisce la ricerca su Waldo Truth, che si sposta poi su Drew Thompson e Theo Tonin, una girandola di nomi legata a false identità, menzogne (comprese quelle dell’agente dell’FBI) e misteri che ancora devono essere snocciolati. E non è un caso che, la stessa Eve Munro, ex-moglie del ricercato, di mestiere faccia la truffatrice spacciandosi per sensitiva (ma forse un dono ce lo ha davvero?). Da tutto questo, emerge uno studio approfondito e un impianto tematico talmente ben congegnato da elevare la trama a metafora di una condizione esistenziale, elemento che era forse leggermente mancato nella seppur godibile stagione scorsa.

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesIl terzo episodio (il migliore finora) si apre infatti con due dialoghi speculari, in cui i due protagonisti, Boyd e Raylan, si confrontano con due figure femminili, intenti entrambi a saperne di più sul passato delle due donne. In realtà, come vedremo, tutto invece si riverserà alla fine su loro due: Raylan si troverà di fronte al vuoto e al disordine che caratterizza la sua vita, Boyd invece vedrà nella setta di Billy e della sorella Cassie ciò che lui era prima (un predicatore animato non dalla religione, ma dalla sua “self-glorification“). E sempre non a caso, Boyd e Cassie (ricorderete l’attrice per il ruolo della pantera mannara incestuosa di True Blood) centrano il loro diverbio sul “misjudging“: chi siamo noi per giudicare gli altri se poi alla fine, proprio come Boyd ci dice, “All Men are human“?

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesAldilà di questo, Justified continua poi a miscelare in maniera perfetta tutto quello di grandioso ha sempre avuto: ci sono i dialoghi brillanti (che dopo 4 stagioni non danno segni di cedimento e ciò, già di per sé, è straordinario), il grottesco, il lato soap/drama, quello comedy e quello più action (il magistrale attacco dei serpenti). Questo consente, anche negli episodi di maggior assestamento come il secondo, di realizzare comunque una grande puntata, sostenuta da un universo variegato e ormai autonomo come quello di Harlan, da personaggi secondari che ci piace sempre rivedere (le tribolazioni di Ellen May, i monologhi di Art, il ritorno di Winn Duffy) e dall’aggiunta di nuovi tasselli al puzzle di casi umani che popolano il Kentucky moderno, come la famiglia Truth.

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesPur non essendoci ancora un villain ben definito (e meno male, ormai mettere il cattivone di turno a rompere gli equilibri sta diventando un’usanza ripetitiva più in tv che nei film sui supereroi), il racconto trae forza da una rete intricata di antagonisti (Boyd, Billy, Duffy, Arlo, Theo Tonin) che interagiscono tra loro. Insomma, il nemico comune finora sembrano essere solo i serpenti, che caratterizzati dal fatto di cambiare sempre pelle, simboleggiano una stagione in cui l’apparenza e i nomi ingannano e si è sempre uno, nessuno e centomila. Dei nuovi personaggi introdotti (Billy, Colton Rodhes, Cassie, Eve Munro) non ne è stato sbagliato nemmeno uno, e anche il maggior risalto ottenuto finalmente da figure storiche della serie (Tim, Rachel, ma anche Ava, che beneficia dell’allontanamento di Winona) non può che rappresentare una gradita aggiunta all’insieme.

Justified - 4x02/03 Where is Waldo? & Truth and ConsequencesInsomma, siamo ancora al terzo episodio, eppure le premesse ci sembrano già eccellenti, tanto da riconfermare, una volta per tutte, la creatura di Graham Yost come uno dei prodotti più sottovalutati (e snobbati ingiustamente dai premi) della tv americana (insieme a Sons of Anarchy, guarda caso in onda sullo stesso canale, FX). Con una trama ancora tutta da decifrare e intrecci e tradimenti che promettono scintille, Justified, giunto al quarto anno di programmazione, non dà segni di stanchezza, anzi, se continua così rischia davvero di regalarci la miglior stagione di sempre.

Voto 4×02: 8

Voto 4×03: 9

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Justified – 4×02/03 Where is Waldo? & Truth and Consequences