How I Met Your Mother – 8×15 P.S. I Love You

How I Met Your Mother - 8x15 P.S. I Love YouA partire dal mid season natalizio è finalmente iniziata la ripresa di questa ottava stagione di How I met your mother, forse non sufficiente per farci digerire il pericoloso rinnovo  della nona; ma questo episodio (attesissimo dai fan) conferma il trend positivo soprattutto sul versante propriamente comico: torna Robin Sparkles, con la quarta e probabilmente ultima apparizione nello show.

There’s a fine line between love and insanity. It’s the Dobler-Dahmer theory.

A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di sviluppare un’insana fissazione nei confronti di una persona, e chi lo nega sta probabilmente negando di essere stato adolescente! Riempire pagine di diario struggendosi per l’amore non corrisposto, chiudersi in camera ascoltando musica strappalacrime o sfinire gli amici con discorsi monotematici sono i tipici segnali; ma cosa succede quando questa “fissa” si trasforma in ossessione? Secondo la teoria Dobler-Dahmer di Ted, un gesto d’amore risulta davvero romantico solo se l’amore è corrisposto (è il caso Dobler, che prende il nome dal protagonista del film Say Anything), se invece il sentimento non è reciproco lo stesso gesto appare quello di uno psicopatico, o Dahmer (famoso serial killer statunitense anche noto come  Il mostro di Milwaukee).

How I Met Your Mother - 8x15 P.S. I Love YouL’incontro con la dolce e apparentemente innocua Jeanette (interpretata da Abby Elliott, figlia di Chris Elliott, ossia Mickey il papà di Lily) fa scattare la spirale dell’ossessione, facendo ammettere a Robin di essere stata ossessionata da un ragazzo quando era ancora in Canada, ma ci torneremo.

Jeanette porta con sé una delle migliori notizie che potevamo avere sul fronte della trama orizzontale: sembra infatti che la biondina sarà l’ultimo love interest (o “final horrible mistake”, come la definisce future Ted) prima dell’incontro con la troppo attesa madre. Se è vero che gli autori potrebbero ancora tirarla per le lunghe continuando a riservare al protagonista storyline noiose e inconcludenti, sapere che queste non riguarderanno più ulteriori delusioni d’amore è comunque un’ottima notizia.

I just couldn’t stand the idea of not meeting you.

How I Met Your Mother - 8x15 P.S. I Love YouLa più dolce caratteristica di Ted è sicuramente il suo inguaribile romanticismo, il vedere sempre il buono nelle persone; quando però la persona in questione è palesemente una stalker le cose cominciano a farsi divertenti. Ted non vuole ammettere la realtà, e i suoi continui tentativi di giustificare le folli azioni della ragazza dimostrano il bisogno di essere realmente amato. Per una volta gli autori riescono a raccontarci il protagonista senza scadere nella pedanteria, nella banalità o nella melassa, e questo è senz’altro un grande merito della puntata. Il filone Marshall e Lily, completamente a sostegno della storyline di Ted, fa risaltare quella sottile linea tra amore e pazzia: Lily non era una stalker semplicemente perché lei e Marshall erano destinati a stare insieme, e poi diciamolo, un conto è rompersi lo stereo di proposito e girovagare per il campus in attesa della porta giusta, ben altro è seguire una persona per un anno e mezzo arrivando ad appiccare un incendio… this is imbarassing… this is creepy!

Ted is right. There is a fine line, anyone can cross it and get obsessed.

How I Met Your Mother - 8x15 P.S. I Love YouQuando Robin ammette di essere stata una stalker in passato, Barney reagisce dandole della “nutbag”, per poi ritrovarsi a irrompere in casa sua col trapano di Ted per frugare tra le sue cose e leggere i diari. Il vortice dell’ossessione conduce Barney fino in Canada, per intervistare gli ex ragazzi corrompendoli a suon di donuts. Qui torna a trovarci James Van der Beek nel ruolo di Simon Tremblay, i cui capelli rasi, crespi e rossicci sono bastati per farmi ridere. Simon rivela a Barney che la storia dello stalkeraggio risale al Grey Cup del 1996 (il Super Bowl canadese), e che il canale MuchMusic creò uno speciale interamente dedicato alla storia della rovinosa caduta della cantante: Robin Sparkles: underneath the tunes.

Condividiamo la gioia incontenibile di Ted, Lily, Marshall e Barney prima di guardare la quarta apparizione della cantante canadese. Il video narra l’inquietante trasformazione della celebrità dei centri commerciali, e in Canada quel giorno memorabile is now known in music history as the day grunge was born. La carrellata di guest star canadesi presenti per testimoniare la storia è ben assortita: da Paul Shaffer, conduttore musicale del David Letterman show, tra le altre cose, a Jason Priestley, regista e attore meglio conosciuto per il ruolo di Brandon Walsh in Beverly Hills 90210.

How I Met Your Mother - 8x15 P.S. I Love YouP.s. I love you è la performance più dark mai conosciuta in Canada fino a quel momento, e le prese in giro del paese dell’acero sono quanto di più spassoso la puntata conceda: dai modi particolarmente educati dei cugini (even when Canadians are mean they’re polite) alla fissa per le ciambelle.

Salutiamo Robin Sparkles (anzi, Robin Daggers) venendo a scoprire che l’oggetto della sua ossessione era nientepopodimeno che Paul Shaffer, senz’altro il più affascinante dei papabili, nonostante tutti fossero convinti che si trattasse di Dave Coulier (attore noto per il ruolo di Joey Gladstone in Full House nonché ex fidanzato di Alanis Morissette, la quale si pensa abbia dedicato proprio a lui il celebre brano You oughta know).

Grazie a episodi come questo ci ricordiamo perché abbiamo tanto amato questa serie, dimostrando che il materiale su cui lavorare non manca, ma in ogni caso siamo di fronte all’ennesimo riempitivo sul fronte della trama principale, e non possiamo far altro che aggrapparci alla buona notizia sulla fine della serie di interminabili errori di Ted in campo amoroso.

Voto: 8

Note:

-Ecco qui l’elenco delle guest star canadesi non citate nell’articolo: Geddy Lee, bassista, tastierista e compositore del gruppo rock Rush; Luc Robitaille, ex giocatore professionista di hockey sul ghiaccio; Steven Page, musicista; Alex Trebek, personalità televisiva;  K.d. Lang, cantautrice; Alan Thicke, attore, presentatore televisivo e cantautore meglio noto per il ruolo di Jason Seaver nella sit-com Genitori in blue jeans.

-Marshall si sente particolarmente deluso dall’affermazione di Lee sulla nascita del genere grunge in canada nel 1996, anche perché Jason Segel ha un trascorso con i Rush, di cui era fan nel film “I Love You, Man”. Segnaliamo questo divertente video a riguardo

 

2 Risposte

  1. xfaith84 scrive:

    Non mi vergogno di dire che ho quasi esultato come loro quando ho sentito “Robin Sparkles 4”, ma era difficile prevedere una cosa come questa! Sono riusciti a produrre una puntata che ha davvero ricordato i bei vecchi tempi di himym e questo dimostra che gli autori sono ancora capaci di scrivere… sarebbe carino se se lo ricordassero più spesso! Uno degli episodi migliori delle ultime stagioni senza dubbio!

     
  2. Shadow Meister scrive:

    “ROBIN SPARKLES IV!!!” e la gioia incontenibile della gang non sono forse le cose più belle dell’episodio? No, era tutto bello in questo episodio (mi stupisco a dirlo, ma persino il filone Ted-ennesima tizia-a-caso-di-cui-ci-interessa-davvero-poco era divertente, tra l’altro mi è piaciuta la recitazione della tipa la, Jeanette).
    Comunque, pur non avendo colto tutti i riferimenti canadesi, mi sono proprio goduto l’episodio…fossero stati tutti così in questa stagione pessima fino a 5 episodi fa…speriamo in una buona continuazione (magari fino alla fine? ah no, metteranno sicuramente degli stupidi orribili episodi riempitivi o non, ma si spera sempre in bene).

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *