The Good Wife – 4×16 Runnin’ With The Devil

The Good Wife - 4x16 Runnin' With The DevilSe c’è una cosa in cui The Good Wife ha sempre brillato è la rappresentazione della scala dei grigi che distanziano i due poli opposti, ossia il bene e il male. Nessuno è solo l’uno o l’altro, specialmente in questo mondo di avvocati votati a quel successo che si misura in milioni di dollari e nel possesso di piani di centralissimi grattacieli.

La presenza di Lemond Bishop, come sempre, è occasione per riprendere il tema dell’importanza del denaro sopra ogni ideale: fare l’avvocato ha a che fare con il concetto di giustizia, ma tale concetto resta esterno all’esercizio della professione, che diventa nella pratica dichiaratamente un’esibizione di forza e potere a scopo di lucro. Abbiamo visto la protagonista scontrarsi con questa realtà innumerevoli volte nel corso delle stagioni, tanto che parte dell’evoluzione del personaggio è stata indissolubilmente legata al dover mettere da parte la propria fermezza morale in nome della vittoria a tutti i costi. Per questo l’ambiguo atteggiamento di Alicia nei confronti dei mezzi poco ortodossi utilizzati da Bishop non può che provocare nello spettatore un misto di incomprensione e fastidio, per di più nello stesso episodio che la vede entrare de facto nella dirigenza dello studio. Alicia sa perfettamente di cosa si occupa il suo cliente, ma sembra volerlo dimenticare (ancora una volta), come se il fatto che lo studio si occupi soltanto degli affari legali di Bishop lo rendesse un uomo diverso.

I won’t stand for it, Mr. Lester. – Good for you!

The Good Wife - 4x16 Runnin' With The DevilIl mezzo poco ortodosso in questione è incarnato con maestria da Wallace Shawn nel ruolo di Charles Lester, un avvocato che preferisce lavorare da casa per passare più tempo con la moglie, con due soli clienti all’attivo, entrambi legati ad ambienti criminosi. L’apparente pacatezza e l’aria buffa di Charles non possono che essere il primo campanellino d’allarme per noi assidui spettatori della serie, tanto per tornare al discorso dei chiaroscuri tra bene e male. Il sottile passaggio che porta Alicia a coprire le evidenti (anche se velate) minacce ai testimoni non è secondo me da sottovalutare: la protagonista subisce passivamente una situazione che sembra non approvare, ma non fa nulla di più. Alicia senza Charles avrebbe probabilmente perso il processo: una volta appurato che la parte avversa (una magnifica Audra McDonald, vecchia nemesi di Alicia ai tempi del college) avrebbe deciso di utilizzare le stesse armi di Lester, intimidendo a sua volta i testimoni scomodi, era chiaro che i mezzi leciti non sarebbero stati sufficienti. Un altro tassello si aggiunge all’evoluzione della nostra buona moglie; la punta di fastidio provata nel vederla affrontare in questo modo la situazione in realtà si inserisce perfettamente nel suo percorso di autoaffermazione, nel quale non c’è spazio per indugi o remore morali.

Family is growing.

The Good Wife - 4x16 Runnin' With The DevilSebbene il caso della settimana occupi molto tempo, parallelamente vanno avanti gli affari della L&G, finalmente uscita dal rischio bancarotta. Lo scontro tra le visioni opposte di Diane e Will (“mamma e papà”, come li definisce un sempre brillantemente ironico David Lee) riguarda le decisioni future dello studio: risparmio o investimento? La cauta e saggia Diane cede all’entusiasmo tipicamente maschile nel gestire gli affari, ossia comprare gli altri due piani del palazzo senza fare uno studio preventivo dell’impatto finanziario. D’altronde lo studio ha dimostrato di essere in grado di guadagnare somme ragguardevoli in tempi record. In ogni caso, vedere Will intonare la famigerata theme song di Genitori in blue jeans è stato davvero divertente.

More work, more money, more prestige. – You know, somehow, when people say “more prestige”, they usually mean “less power”.

The Good Wife - 4x16 Runnin' With The DevilL’ingrandimento dello studio rende necessario ampliare il settore indagini, assumendo un nuovo investigatore. II periodo Blake ha rappresentato una delle fasi migliori dell’intera serie, specialmente per le interessanti interazione con Kalinda, quando ancora quel personaggio era nella rosa dei migliori. L’atteggiamento reticente dell’indiana (perfettamente in character) è probabilmente la conseguenza di quell’infelice collaborazione passata, oltre a rimarcare il suo temperamento indipendente da cane sciolto. A Kalinda viene chiesto di formare il nuovo arrivato, e per il ruolo viene scelta la dolce e affascinante Robyn (Jess Weixler, che inizia così il suo arco di episodi da guest star). Sappiamo che in The Good Wife niente è come sembra, e l’aria innocua della ragazza potrebbe nascondere ogni genere di intenzioni o lati più o meno oscuri – inutile dire che la speranza è proprio quella. Intanto la ragazza ha un paio di occasioni per dimostrare di avere l’intelligenza adatta, staremo a vedere.

Well, then say something nice. – You look great.

The Good Wife - 4x16 Runnin' With The DevilL’episodio rispolvera un’altra vecchia storia (oltre al breve ritorno di fiamma tra Will e Alicia di qualche episodio fa) che temevamo fosse stata dimenticata dagli autori: l’attrazione tra Cary e Kalinda. L’investigatrice dimostra fedeltà e amicizia all’avvocato quando scopre la sua intenzione di formare un proprio studio, ma quel momento così tenero che si consuma al bar tra i due dimostra che c’è ben più di una semplice amicizia. Se da una parte temo che la riluttanza sentimentale di Kalinda sia destinata a durare, non posso che augurare il meglio al povero Cary, tanto bravo quanto ingiustamente bistrattato.

Runnin’ with the devil riesce a mantenere l’alto ritmo ritrovato da qualche puntata a questa parte, confermando la grande abilità della serie di utilizzare al meglio le guest star, capaci di aggiungere aspetti interessanti ai personaggi principali e di arricchire la narrazione con la classe e l’acume che caratterizzano il prodotto.

Voto: 7.5

Note

– La best quote della puntata sicuramente spetta ad Alicia: “Do you know what I’ve thought of you since school? Nothing.” Adoro questa donna.

– Mi sono accorta dell’assenza di Eli e Peter solo a fine episodio, a dimostrazione della sua buona riuscita. Gli autori hanno però recentemente dichiarato che la stagione concluderà la campagna elettorale di Peter, quindi sapremo chi tra i tre contendenti diventerà il nuovo governatore: quanto mi piacerebbe vedere Kresteva, alias Matthew perry, almeno un’ultima volta.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *