Smash – 2×07/08 Musical Chairs & The Bells and Whistles 2


Smash - 2x07/08 Musical Chairs & The Bells and WhistlesTorniamo ad occuparci di Smash, arrivato alla metà delle puntate programmate per questa stagione, che ha tutta l’aria di essere l’ultima. Non solo la qualità e gli ascolti stanno calando senza sosta, ma Debra Messing ha anche firmato per un nuovo pilota sulla NBC, segno che il percorso di questa serie è giunta al capolinea.

Ormai è chiaro che il cambio di showrunner non ha fatto che male alla serie e l’aver snaturato questo buon progetto, che pur con mille difetti risultava innovativo e accattivante, non ha portato i frutti sperati. Citando Aldo Grasso, posso dire che queste puntate sono talmente brutte da far sperare in una teoria della soglia, secondo la quale quando una cosa raggiunge il suo limite estremo si tramuta in qualcosa d’altro. Ebbene la stagione due di Smash non solo ha il “pregio” di essere brutta, ma una volta superata la teoria della soglia si mostra più brutta del brutto.

2×07 “Musical Chairs”

Smash - 2x07/08 Musical Chairs & The Bells and WhistlesLa puntata sei si era conclusa con un cambio di regia in quel di Bombshell: ora vediamo le ripercussioni di questa scelta sul musical, che si trova in grosse difficoltà anche a causa degli importanti cambi alla sceneggiatura che ha voluto il nuovo produttore.

L’aver ulteriormente scombussolato le carte all’interno del musical principale ha smosso le acque piatte in cui la serie navigava da ormai troppo tempo. Dopo la degna conclusione del primo ciclo, nonostante il Bombshell non abbia avuto pace, ci siamo accorti poco della sua presenza all’interno delle puntate, complici l’allontanamento di Ivy – e quindi della rivalità con Karen – e la presenza di nuovi pezzi musicali di scarso valore. Per risollevare le sorti anche narrative della serie, gli autori hanno deciso bene di riappropriarsi di almeno uno di questi fattori mancanti: la rivalità che prima era tra le due primedonne, ora si sviluppa tra la protagonista e il regista, che la guida, anche eccessivamente, sul palco. Sebbene nella teoria possa anche funzionare, nella pratica questo passo indietro non fa altro che accentuare le differenze qualitative tra il prima e il dopo Theresa Rebeck: il problema è che le due figure ora non sono sullo stesso piano e combattono una guerra ad armi impari e, anche se in aperto disaccordo con Tom, Karen non può fare e dire tutto quello che vuole al suo regista.

Smash - 2x07/08 Musical Chairs & The Bells and WhistlesDall’altro lato vediamo il secondo musical che appare nello show, Liasons, creato solo ed esclusivamente per tenere occupata Ivy mentre si decide cosa farle fare: infatti la parte creativa di questo spettacolo non viene raccontata e se viene fatto è solo in relazione ai problemi della ragazza con la guest star Sean Hayes. Il loro rapporto è divertente ma ripetitivo, e l’ex Jack di Will & Grace comunque non è sfruttato al massimo, riproponendo il ruolo che l’ha reso famoso.

Il terzo musical che viene raccontato, Hit List, si attesta nel limbo dell’inutilità e della non chiarezza: dopo diverse puntate ancora non è chiara la trama di questo spettacolo e, nonostante l’interesse dimostrato da Karen, non riusciamo a capire cosa ci sia oltre al talento vocale del ragazzo. Il musical procede lento ed anche il nuovo regista che prende le redini della situazione non riesce a coordinare come dovrebbe questa piccola produzione: attori sbagliati, ruoli poco definiti e musiche anonime stanno rovinando non solo lo stesso musical, ma anche Smash in generale.

La puntata risulta quasi sufficiente, ma comunque non emoziona e non coinvolge lasciando un senso di incompiutezza e un dispiacere per i peggioramenti sempre più grossi.

Voto: 6-

2×08 “The Bells and Whistles”

Smash - 2x07/08 Musical Chairs & The Bells and WhistlesL’ottava puntata si sviluppa intorno a due cambiamenti: il primo vede Ivy alle prese con il suo ritorno a Bombshell e il nuovo rapporto con Tom; nel secondo vediamo Karen in Hit List, spettacolo tanto osannato dai personaggi in scena, quanto poco capito dagli spettatori a casa.

Il musical di Tom e Julia in questo episodio ricopre la parte meno rilevante della puntata: dopo essere diventata finalmente la nuova Marylin, vediamo Ivy provare, chiedere dei cambiamenti al regista e poi rimanere delusa dalla sua risposta negativa. Il suo personaggio non si evolve e rimane fermo sulla sua nuova figura buonista che la accompagna dalla premiere di questa stagione: questo cambiamento avrebbe avuto senso solo se fosse stato nei confronti di Karen, ma l’averlo allargato ad ogni situazione e contesto risulta stucchevole, soprattutto dopo aver amato – o odiato – il suo carattere forte e combattivo della stagione uno. 

Smash - 2x07/08 Musical Chairs & The Bells and WhistlesCon Tom alla regia assistiamo ad una completa eclissi di Julia, che per emergere deve cercare di creare situazioni con personaggi nuovi e inseriti apposta per farli interagire con lei. In questo episodio la vediamo risolvere dei conti in sospeso con un suo vecchio compagno di studi, ma la situazione non è chiara e non si chiude in modo definitivo: non si capisce se i due abbiano avuto anche dei trascorsi amorosi, e gli autori hanno voluto tenere aperta questa strada per incuriosire gli spettatori. Julia non è mai stata così poco rilevante – anche in relazione al nuovo ruolo di Tom – e il suo personaggio scompare nella debole storyline di cui è protagonista.

La seconda parte della puntata non procede meglio: vediamo Hit List immerso nella nebbia, tra la confusione della trama e i litigi fini a se stessi tra il regista e l’autore. L’arrivo di Karen non aggiunge niente alla pochezza di questa storyline, anche perché la loro futura storia d’amore è scontata e i duetti tra i due ragazzi li avevamo già sentiti. Oltretutto l’impronta di questa parte è soprattutto amorosa e tipica dei treen drama, che poco si addice alla natura di Smash.

L’episodio nel complesso risulta abbastanza noioso e piatto: sentiamo la mancanza di bei pezzi musicali, di belle voci – come la Hudson – e di una trama non improntata ad un pubblico giovane, vero target di questa stagione. Smash deve riprendersi, facendo un bagno nel suo più glorioso passato.

Voto: 5-

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Davide Canti

Noioso provinciale milanese, mi interesso di storytelling sia per la TV che per la pubblicità (in fondo che differenza c'è?!). Criticante per vocazione e criticato per aspirazione, mi avvicino alla serialità a fine anni '90 con i vampiri e qualche anno dopo con delle signore disperate. Cosa voglio fare da grande? L'obiettivo è quello di raccontare storie nuove in modo nuovo. Intanto studio, perché il pezzo di carta è importante, si sa! "I critici e i recensori contano davvero un casino sul fatto che alla fine l'inferno non esista." (Chuck Palahniuk)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Smash – 2×07/08 Musical Chairs & The Bells and Whistles

    • davide.ca L'autore dell'articolo

      Se avessi letto bene la recensione avresti capito che la mia non è acidità, ma dispiacere per la deriva trash che ha preso Smash. E così non la penso solo io, visto che la serie è stata cancellata. Si può essere fan o meno (ed io lo sono), ma è indubbio che la seconda stagione non sia neanche la metà di quella precedente. Allora perché difendere un prodotto brutto, scritto male e senza l’originalità che caratterizzava gli inizi? Difendere uno show ad oltranza fa male sia allo show stesso, che continua a sguazzare nei suoi problemi, che al pubblico, che deve continuare a vedere programmi insufficienti. Basterebbe essere più onesti ed un po’ più critici.