Dexter – dove eravamo rimasti? (settima stagione)

Dexter - dove eravamo rimasti? (settima stagione)L’inizio della fine. Così è stata pubblicizzata negli States l’ottava e ultima stagione di Dexter, che prenderà il via domenica 30 giugno. La premiere è attesissima dai fan della serie, perché tante sono le questioni lasciate in sospeso dalla scorsa stagione, così come tanta è la curiosità attorno alla sorte che toccherà a uno dei personaggi più ambigui e discussi delle ultime stagioni televisive.

Tiriamo dunque le fila della scorsa annata, per rispolverarci la memoria in vista di questa attesa premiere.

Dexter e Debra

Dexter - dove eravamo rimasti? (settima stagione)Questa è stata la storyline sicuramente più rilevante della settima stagione. Infatti, dopo aver scoperto la vera natura del fratello, Debra è stata coinvolta in un lungo processo di accettazione della questione, dapprima tentando di reprimere gli istinti di Dexter, infine capendo che a volte il “codice” del fratello si può applicare a chi davvero se lo merita. La sua storia con lo scrittore Sal Price, che sta scrivendo un libro su Hanna McKay, viene interrotta dalla morte di questo, avvenuta proprio per mano della fidanzata del fratello. Debra tenta in tutti i modi di incastrarla, e perciò viene presa di mira dall’assassina, rischiando di morire in un incidente stradale dopo essere stata avvelenata. Dopo aver arrestato Hannah, con l’aiuto di Dexter, arriviamo all’avvenimento principale della stagione: LaGuerta scopre che Debra è stata complice del fratello nell’incendio della chiesa e quando i tre si trovano alla resa dei conti nel container, Debra sceglie di uccidere LaGuerta anziché il fratello. Questo avvenimento sarà senza dubbio quello che condizionerà maggiormente le dinamiche della prossima stagione. Il cambiamento di Deb infatti rappresenta a questo punto la pietra angolare del racconto: come riuscirà infatti la donna a convivere con ciò che ha appena fatto? Sarà inoltre importante capire come verrà sciolta la matassa intorno ai sentimenti che questa prova verso il fratello, poiché l’idea che ci siamo fatti è sempre di più quella di una Debra realmente innamorata di Dexter. Ora i due non sono più solamente fratello e sorella, ma sono veri e propri complici, uniti nel sangue. Se per Dexter la cosa può essere moralmente accettabile, la stessa cosa potrebbe non essere vera per Deb.

Hanna McKay

Dexter - dove eravamo rimasti? (settima stagione)E’ stata lei la vera rivale da sconfiggere per Debra, forse ancora più che LaGuerta. La sua storia con Dexter ci aveva per un attimo convinti che egli potesse aver trovato la donna definitiva, ma così non è stato, almeno per ora. Infatti, prima l’uccisione di Sal Price, poi il tentativo della stessa di avvelenare Deb, hanno portato Dexter a convincersi che non sia lei la persona giusta con la quale condividere il suo futuro, ma che quella donna potrebbe anche essere proprio sua sorella, colei che lo ha protetto veramente. L’evasione di Hanna e l’orchidea nera lasciata da quest’ultima sulla porta di Dexter lasciano presagire il ritorno della donna in quest’ultima stagione. Con che ruolo? Sarà lei il villain finale? Oppure tenterà di tornare nelle grazie del nostro serial killer preferito? Certo è che finora nessuna come lei aveva lasciato un segno così profondo nella vita del protagonista, riuscendo inoltre a creare una rivalità importante con Debra che probabilmente segnerà anche la prossima stagione.

Gli altri

Dexter - dove eravamo rimasti? (settima stagione)Se grande lavoro è stato profuso sui tre personaggi sopra elencati, lo stesso non può dirsi per tutti quelli secondari, che saranno sì meno importanti, ma che spesso risultano fondamentali nella buona riuscita di una serie. Troviamo in questo caso dei personaggi un po’ snobbati dalle storyline, o quantomeno trattati in maniera troppo superficiale. Uno dei migliori villain degli ultimi anni, Isaac Sirko, è stato fatto morire come se niente fosse, alla nona puntata, quando un ulteriore lavoro poteva forse essere fatto sul suo personaggio. Batista ha avuto un momentaneo happy ending con l’apertura del suo locale e l’abbandono della vita da poliziotto, ma la morte della sua ex compagna LaGuerta potrebbe rimescolare le carte e convincerlo a tornare in gioco per scoprire il colpevole del suo omicidio. Quinn, a causa dell’innamoramento verso una spogliarellista, è stato costretto a tradire il dipartimento di polizia facendo sparire una prova, accettando tangenti e chiudendo un occhio su trasporti di droga. Nel tentativo di portare via Nadia dal Fox Hole, ne ha ucciso il gestore George Novikov simulando un tentativo di legittima difesa. La sua storia è stata conclusa in maniera parecchio frettolosa e bisognerà capire se dobbiamo dimenticarci dei suoi trascorsi della settima stagione o se questi torneranno a fare visita al detective.

Ci prepariamo così ad accogliere una delle premiere più attese del 2013, ansiosi di capire quale futuro sarà riservato a Dexter e a sua sorella Debra, ormai vera co-protagonista della serie. Che la si ami o no, questa serie ha segnato un solco importante negli ultimi anni di storia televisiva, ponendoci davanti a domande morali a cui non è facile rispondere grazie a dei personaggi innovativi e ben studiati. Apprestiamoci quindi a seguire l’ultima stagione di Dexter, perché manca veramente poco until the end begins.

 

4 Risposte

  1. September scrive:

    Riparto dalla fine della recensione.
    Dexter con ovvi difetti resterà comunque una serie che entrerà di diritto nella storia.
    Non credo che 8 anni fa fosse cosi scontato sparare in prima serata una serie con protagonista un serial killer da guardare con ammirazione. Dilemmi etici e morali stupendi.
    Dexter e Debra hanno rappresentato negli anni personaggi cult.
    Decter personaggio secondo solo al gigante tony soprano ed al diabolico walter white secondo me.
    X il resto ottima serie che tra i suoi limiti piu grandi ha avuto secondo me la pessima costruzione dei personaggi secondari e la ridicolizzazione estrema della polizia di miami.
    Personalmente ho un legame indelebile con quella che a tutti gli effetti rappresenta la prima serie seguita x da me in contemporanea con il mitico sub ita……da allora inizio la mia dipendenza…

     
  2. dezzie86 scrive:

    Hype a mille!

     
  3. fafner scrive:

    Il promo però non promette nulla di buono. Che Debra sia un po’ scossa, bene. Più di un po’, benissimo. Ma trasformarla in una junkie allucinata e fuori controllo non è in linea con il personaggio. Oltre a essere una piega facile per una storia che si avvia probabilmente alla catastrofe.
    Sarà che mi sono sempre immaginato Dex e Deb come Thelma e Louise.

     
  4. September scrive:

    hype
    hype
    hype…………..

    dopo fringe quest’anno addio anche a dexter e breaking bad !!!!!
    help!!!

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *