Comic Con 2013 – Person of Interest

Comic Con 2013 - Person of InterestA San Diego è arrivato anche il panel di Person of Interest della CBS; un panel tutto sommato piuttosto esiguo, che ha rilasciato pochissime informazioni degne di nota sulla terza stagione di una delle serie più in forma del panorama televisivo americano.

A parlarci della serie sono intervenuti Jonathan Nolan e Greg Plageman, gli autori della serie, Jim Caviezel (Reese), Michael Emerson (Finch), Kevin Chapman (Fusco), Sarah Shahi  (Samantha Shaw), ed Amy Acker (Root).

Comic Con 2013 - Person of InterestSi è partiti con un video che paragona Person of Interest con il programma PRISM (sono state usate immagini reali per reinventare la sequenza d’apertura della serie), ironizzando su un parallelismo che era già saltato fuori ai tempi della scoperta dello scandalo di spionaggio americano. Secondo Jonathan Nolan, però, “la Macchina è più efficiente. Quelli dell’NSA probabilmente rideranno ogni Martedì alle 10 [si riferisce al giorno e l’ora della trasmissione di Person of Interest]”. La realisticità della Macchina è probabilmente la ragione per cui la comunità di fan della fantascienza non è sembrata ancora particolarmente affascinata dallo show.

Circa la presenza di Sarah Shahi e Amy Acker, l’annuncio è che entrambe diverranno series regular per questa stagione. Anzi, Nolan si è lasciato sfuggire che potrebbero essere costrette per un periodo più o meno lungo a fare squadra, proprio come Reese e Finch.

Parlando di quest’ultimo, Emerson ha sostenuto che è eccitante vederlo alle prese con il mondo circostante e persino interagire con Bear. La parte più divertente però è per lui quello di dover recitare con sua moglie Carrie Preston, “ma fingendo che lei lo sia”. Per quanto riguarda il suo rapporto con la Macchina, probabilmente Finch la percepisce davvero come una sorta di “figlia” ed anche gli spettatori diverranno preoccupati circa le sue sorti.

Prima di chiudere il panel è stato poi ribadito che Zoe Morgan farà ritorno di tanto in tanto nella serie. “Lei è una di quelle che sistema le cose che vanno male; e di cose che van male adesso ce ne sono tantissime”.

Fonte: cinemablend.com e tv.com

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

4 Risposte

  1. Shadow Meister scrive:

    Non ho capito: intendono che è troppo o troppo poco realistica?

     
  2. Son of the Bishop scrive:

    I fan della fantascienza non si sono attaccati alla serie perchè troppo realistica .
    Root e Shaw insieme ?!? Bhà !
    Mi fido di Jonathan Nolan comunque , quindi fiducia fiducia fiducia !

     
  3. Shadow Meister scrive:

    Io trovo che il fattore “troppo realistica” sia solo un bene per la serie.

     
  4. Son of the Bishop scrive:

    anche io , anche io !!! Infatti non mi piace l’ affermazione che dicono che vogliono avvicinare la serie sempre più alla fantascienza , secondo me potrebbe essere un grande errore

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *