American Horror Story – 3×03 The Replacements

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsFastidio, disturbo, disgusto. Ecco le tre fasi che American Horror Story è riuscita a generare sin dalla sua prima stagione. Nonostante qualche preoccupazione nei primi due episodi, con questo terzo appuntamento la serie torna nel mondo più congeniale alla propria narrazione: quell’universo fatto di elementi e momenti depravati.

I primi due episodi di American Horror Story: Coven sono stati tutt’altro che negativi: era evidente, però, che ci si fosse concentrati sul creare il vasto universo in cui i numerosi personaggi della serie potranno e dovranno muoversi. La realtà delle streghe, la diversità tra i loro poteri e quelli sciamanici-voodoo, storie e caratteri tanto distanti: tutti elementi che in effetti necessitano di più tempo del previsto per essere messi in scena.

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsAdesso ci siamo, bentornato Ryan Murphy: American Horror Story torna a disgustarci, a colpirci nello stomaco con incredibile violenza. Lussuria, bestialità, incesto. Ad un livello più superficiale, quello che si concentra sulla mera trama percepibile, la serie torna a lanciarci nel suo mondo fatto di oscurità e violenza, sesso perverso e desideri repressi. Riuscendo a rendere la “magia” meno fastidiosa rispetto agli alieni della seconda stagione, gli autori ci conducono per mano nei loro e nei nostri incubi.

Eppure “American Horror Story: Coven” è un racconto di donne. Tutti i personaggi principali sono donne in grado di gestire straordinari poteri magici ma pur sempre in un mondo a loro avverso. Se Madame Lalaurie si ritrova in una realtà a lei ostile nel modo più letterale possibile, non c’è nessuna donna che si senta davvero accettata. Tutte loro desiderano, desiderano qualcosa che il destino non sembra intenzionato a dare loro. E quindi cercano un sostituto, un rimpiazzo.

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsPartiamo da Cordelia: figlia di una Suprema ma non certo dotata quanto lei, responsabile irresponsabile di un gruppetto di giovani streghe in piena crisi ormonale, lotta disperatamente per avere un figlio. Nonostante sia una strega ed abbia la capacità di accedere a percorsi alternativi per avere successo, è una donna come tutte le altre, ora che ogni aiuto le è stato rifiutato: il suo desiderio di avere un figlio deve scontrarsi ancora una volta con l’ingombrante figura materna che ne ostacola i sogni, direttamente o meno.

Se Cordelia si è allontanata dal fulcro centrale, sono proprio le ragazze della scuola a ricoprire ruoli più vasti. È proprio il desiderio di essere amata, che ella giudica come motivazione principale della propria grave obesità, ciò che guida Queenie a ricercare la Bestia, nonostante egli abbia un passato tutt’altro che limpido; l’uomo, o meglio la creatura che in un certo senso rappresenta la sessualità più violenta, diventa per Queenie la propria speranza d’amore. La ragazza sarà anche una bambola voodoo vivente, ma queste capacità non le sono assolutamente d’aiuto nell’unica cosa che desidera davvero: l’amore.

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsL’amore, però, ci conduce anche a compiere azioni le cui conseguenze possono essere disastrose. La donna che desiderava riavere suo figlio indietro viene accontentata da Zoe che non è in grado di prevederne gli esiti. Con un amore materno che travalica l’accettabile – quanto può essere disturbante un rapporto di questo genere? – Zoe riporta ad una madre ciò che desidera: come se quel rimpiazzo fosse davvero suo figlio. L’esplosione di morte non ne è che una normale conseguenza. Con la solita violenza visiva, gli autori riescono a renderci digeribile persino il lato teen della serie che tanta noia ci aveva dato.

Legata a questa storyline (ma, speriamo, presto all’interno dell’intreccio principale) troviamo la figura di Misty Day con una sempre straordinaria Lily Rabe. Non proprio sanissima, la donna è così immersa nel suo “essere hippy”, nel suo contatto con la natura da credere di essere sola al mondo: la sua ricerca continua è strettamente connessa al desiderio di trovare la propria tribù, persone che possano davvero capirla ed includerla. Sembra questo il motivo per cui è così decisa a tenere Kyle con sé: averlo vicino significa tenersi accanto anche Zoe, una come lei, e non sentirsi più l’unica.
Più esterna ci appare per ora l’introduzione dei nuovi vicini. In un dissacrante scontro tra culture – e quanto si diverte Murphy a ridicolizzare chi odia – è geniale porre vicino il mondo cristiano più intransigente con coloro che un tempo ne sono state vittime di persecuzioni e roghi. E già le prime scintille che volano tra Patty LuPone e Jessica Lange ci fanno ben sperare.

“This Coven doesn’t need a new Supreme. It needs a new rug.”

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsIl piatto forte, ancora una volta, ci viene offerto da una egregia Jessica Lange, il vero colpo di genio di Murphy, in grado di sollevare sempre l’asticella della qualità in tutte e tre le stagioni sinora. Anche la sua Fiona è una donna che desidera, una donna sconfitta dal Tempo che proprio non riesce a fermare. Sin dalla prima scena di una giovane Fiona contro la sua stessa maestra, riconosciamo alla donna l’incapacità di mettere davvero a frutto i suoi poteri; memmeno la più potente delle streghe sembra essere in grado di ritornare indietro nel tempo a quando il suo aspetto esteriore le permetteva di dominare il mondo. Ogni tentativo di ristorare la gioventù perduta si riduce sempre ad un fallimento dietro l’altro.

È per questo che quando si ritrova – a parti invertite – nella stessa condizione che l’ha resa la Suprema, capisce davvero che il suo tempo è vicino allo scadere. La nascita di una possibile nuova Suprema significa che la vecchia è ormai destinata a spegnersi: idea intollerabile. Combattuta tra passare il Trono o eliminare l’ostacolo, non ha molti dubbi: nonostante le remore, non è ancora tempo di chiudere Fiona in soffitta. E questo nonostante ella abbia ammesso di essere una pessima madre ed una terribile insegnante: aprirà, la morte della bella Madison, un nuovo corso per Fiona o vedrà l’intensificarsi delle sue manie?

American Horror Story – 3x03 The ReplacementsDonne. “American Horror Story: Coven” è una delle serie più femminili dell’intero panorama televisivo. Andando oltre la violenza delle immagini, che, con una regia particolarmente ispirata è diventata uno dei marchi di fabbrica di questa serie, la Coven di streghe è un gruppo di donne, dalla più giovane alla più adulta, alle prese con un mondo che non vuole proprio aiutarle a realizzare i propri desideri. E la magia, per assurdo, non sembra esserne ugualmente in grado, non riuscendo a creare nemmeno dei rimpiazzi validi.

Voto: 8

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *