Masters of Sex – 1×06 Brave New World

Masters of Sex - 1x06 Brave New WorldMasters of Sex si conferma come un prodotto dotato di considerevoli qualità, grazie ad un ottimo sesto episodio capace di collocarsi come tassello fondamentale per lo sviluppo orizzontale della trama, e allo stesso tempo in grado di rendere il tema principale dello show funzionale alle storyline sviluppate durante l’episodio. 

La puntata riesce a valorizzare tutte quelle qualità positive che aveva dimostrato di possedere la serie in questo primo scorcio di stagione; si assiste alla perfetta fusione tra la rappresentazione di un mondo narrativo variegato e un approfondimento psicologico di grande spessore. Riuscendo a gestire con equilibrio il lato autoironico e quello più spiccatamente drammatico dello show, Masters of Sex sembra aver conseguito la propria maturità artistica entrando prepotentemente nel lotto delle migliori novità dell’ultima stagione televisiva.

“My clitoris beat my vagina?”

Masters of Sex - 1x06 Brave New WorldIn Brave New World avviene una progressiva rottura di logiche passatiste attraverso un totale ribaltamento della nozione freudiana per cui l’orgasmo clitorideo non avrebbe la stessa intensità di quello vaginale. Le sperimentazioni di Virginia e William, oltre a causare disfunzionalità negli equilibri familiari dei protagonisti, dimostrano quanto il progresso scientifico sia stato efficace e decisivo nel cambiamento delle abitudini sessuali nella cultura occidentale; per questo ci vengono mostrati dei personaggi maschili sotto pressione che stanno perdendo parte del loro potere e della propria influenza nella società.

“Illusions commend themselves to us because they save us pain and allow us to enjoy pleasure instead.

Masters of Sex - 1x06 Brave New WorldWilliam è totalmente incapace di risollevare le sorti del suo matrimonio: la sua vita privata viene completamente fagocitata dagli impegni lavorativi e dalla crescita della complicità con Virginia, che non gli permettono di vivere con serenità la trasferta a Miami con la moglie.
La conseguenza della sua inettitudine è che Libby non riesce ad affrontare con tempismo l’improvviso vuoto emotivo conseguente alla tragica perdita di suo figlio, deceduto all’interno del suo stesso grembo. La donna necessita di un cambiamento radicale che le permetta di trasgredire le regole costitutive di quella realtà illusoria in cui Bill vuole ingabbiarla. L’unico modo in cui sente di essere in grado di avere una parvenza di controllo sul suo destino è quello di fingersi un’altra persona. Il movente sessuale è anche in questo caso funzionale alla reazione della donna, che ci viene presentata in una nuova veste fascinosa che si rivolge direttamente allo spettatore. Libby è ancora troppo fragile per mantenere lo status di bionda hitchcockiana che tenta di vivere due volte: per questo nel momento in cui si trova in difficoltà torna di nuovo ad appellarsi all’autorità del marito.

“’Cause when a woman can please herself as well as man can, or better… it’s a brave new world.”

Masters of Sex - 1x06 Brave New WorldGrandissimo spazio viene dedicato alla reazione del mondo femminile nei confronti dell’audacia degli studi sulla sessualità di William e Virginia. La figura di Margaret Scully, moglie del rettore Barton, si configura come una semplificazione paradigmatica molto efficace della donna di mezza età i cui desideri sono rimasti repressi per decenni di frustrante matrimonio e che, grazie alla presa di coscienza dei propri “diritti” sessuali, riesce ad attuare un radicale cambiamento di prospettiva nella sua vita. Una reazione completamente opposta è quella della dottoressa Nancy Lawson che, sentendosi minacciata dal carisma e dal fascino di Virginia, cerca disperatamente di bloccare il suo tentativo di avere un ruolo sempre più attivo nella ricerca effettuata dal Dottor Masters, provando a ristabilire un ordine gerarchico che rischia seriamente di venire sovvertito.

Brave New World è un episodio intensissimo, ricco di intrecci e capovolgimenti narrativi, che riesce a rendere ancora più stratificata la caratterizzazione dei protagonisti, senza però abbandonare la cura maniacale dell’aspetto formale che aveva caratterizzato i primi episodi.

Voto: 8

 

Davide Cinfrignini

Nato a Roma nel 1991, a 5 anni impara a leggere da solo rubando i quotidiani sportivi del padre.  Dopo essersi diplomato nel 2010 con una tesi su Woody Allen, decide di iscriversi a Studi Italiani alla Sapienza e per coerenza intellettuale si appassiona alla letteratura americana: McCarthy, De Lillo e David Foster Wallace. Amante delle arti visive trascorre la maggior parte del tempo a bombardarsi di immagini e parole tra cinema, videoclip e serie tv. Seppur non credente ha avuto Roger Federer come esperienza religiosa. Per due anni scrive recensioni cinematografiche finché si rende conto di quanto sia più affascinato dall’analisi delle serie tv, data la complessità della struttura narrativa.  Et voilà, nel 2013 approda finalmente a Seriangolo. Il resto seguitelo voi.

3 Risposte

  1. Francesca Anelli scrive:

    Bello, bello, bello! Ho qualche remora solo sul ruolo della dottoressa Lawson come antagonista “invidiosa” di Virginia, però per il resto l’episodio mi è piaciuto davvero tanto.

     
  2. Mark May scrive:

    Era la puntata che ci voleva per dare la svolta decisiva a questa stagione… Mi sembra di aver capito che questo “Brave new world” porterà ad una svolta a tutto il telefilm. Bellissima la puntata come sostanza ma ancora una volta la presentazione formale è stata fantastica. nulla da dire, sono solo contento di aver iniziato a guardare questo telefilm perché ne sentiremo parlare (e credo che i rimandi ed i paragoni con Mad Men si sprecheranno nel futuro della serie).
    Ps:L’unica cosa che non mi ha convinto è stata la storyline fra la signora Scully ed il dottore; l’ho trovata un pò forzata (sia per la storia del dottore con la segretaria sia per la celerità con la quale questa nasce), ma detto questo credo che questa semplificazione sia NECESSARIA ai fini di ciò che vedremo nelle prossime puntate per cui si può sorvolare, però se non fosse stato per questa forzatura il mio voto personale sarebbe stato addirittura maggiore all’8.

     
  3. Alex scrive:

    La puntata piu’bella fino ad ora.Ottima serie che secondo me e’stata un po snobbata ad oggi.Spero che riuscira’a raggiungere un pubblico piu’vasto

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *