Person of Interest 3×08/09 – Endgame & The Crossing

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingAnticipato da un trailer che prometteva stravolgimenti, Person of Interest ha ufficialmente dato il via al triplo episodio che ci porterà dritti al midseason finale. E se all’appello manca ancora una puntata (firmata direttamente da Jonathan Nolan), il game changer promesso è invece già arrivato, sconvolgendo irrimediabilmente gli equilibri della storia.

Ogni grande serie compie il salto definitivo nel momento in cui riesce a lasciare lo spettatore inebetito al termine di un episodio. Da quest’oggi, anche Person of Interest si iscrive alla lista.

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingA prescindere dalle aspettative di ognuno, a prescindere dal fatto che forse a metà di The Crossing il fattaccio era diventato persino prevedibile, l’addio dell’agente Carter è comunque uno di quei momenti che lascia il segno, non tanto per il personaggio sempre impeccabilmente scritto dagli autori, quanto perché di cose da dire la nostra Joss ne avrebbe avute ancora tante. In un modo o nell’altro, la perdita di uno dei protagonisti principali lascia un vuoto in Person of Interest, un vuoto che sicuramente non mancherà di essere adeguatamente colmato, vista la sicurezza con cui Nolan & Co. stanno portando avanti ogni trama.

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingLa bellezza della scrittura di The Crossing non sta tanto nel colpo di scena finale (secondo alcuni persino telefonato, visto il crescendo di epicità che emanava odore di martirio/sacrificio da tutte le parti), quanto nell’abilità di avergli dato un peso ancora maggiore della sua intrinseca drammaticità, collegandolo direttamente alla trama principale di Root e della Machine. La potenza della sequenza finale non è solo nell’accaduto in sé, ma soprattutto nel volto attonito di Finch e in quel trillo incessante del telefono che chiude la puntata. Harold sa che forse la tragedia poteva essere evitata se avesse dato retta a “Ms. Groves” e si trova davanti alle conseguenze della scelta di non aver lasciato agire la Machine. Ma allora qual era la decisione giusta? Più che un colpo di scena drammatico, la morte di Carter diventa così qualcosa che si abbatte come una scure sugli altri personaggi.

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingIl furbacchione di Nolan ci aveva presentato a settembre la stagione come “Carter-centrica“. Alla luce di quanto accaduto, gli effetti dell’evento non potranno dunque che protrarsi sul lungo termine. Al di là di tutto, ciò significa che i personaggi di Reese e Finch torneranno prepotentemente alla ribalta, dopo un inizio di annata in cui qualcuno aveva lamentato la scarsa centralità dei due indiscussi protagonisti della serie. Non è un caso che i due episodi andati in onda abbiano posto l’accento, in maniera talvolta anche fin troppo marcata, sul “tenero” rapporto tra Joss e John. La scena del bacio arriva dopo un confronto che rimarca la vicinanza dei nostri protagonisti, due esseri umani scampati per puro caso alla morte, e che portano addosso, quasi come monito, ancora i segni della lora “fortuna”. Ironia della sorte, come a sentenziare di nuova la totale casualità della vita, la Morte che doveva colpire uno, finisce invece per colpire l’altra: “When your time is up, your time is up“.

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingPerson of Interest dimostra dunque ancora una volta la qualità della sua scrittura, un’arma che gli permette di non rendere mai banali, anche quando prevedibili, le sue strutture e il suo modo di sciogliere gli intrecci. Ne è un perfetto esempio Endgame, anche questo Carter-centrico, in cui forse un po’ troppo si vede talvolta la mano degli sceneggiatori nel voler marcare in modo netto alcuni aspetti, dialoghi e momenti, per farli risaltare nel quadro completo che poi si delinea a fine episodio. Trattasi comunque di una veniale pecca, a fronte comunque di un ritmo e di un’intensità ottimi, supportati in entrambi i casi da un’eccellente regia, che ancora una volta esalta una New York realistica e fumettistica allo stesso tempo, veritiera nella sua darkness, ma estremamente cinematografica nel suo labirinto di strade dove si gioca al gatto col topo.

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The CrossingCosa ci riserva dunque il futuro? Sicuramente un nuovo assetto di equilibri tra i personaggi: oltre alla già citata nuova centralità di Reese e Finch, probabilmente Shaw diventerà il personaggio femminile di riferimento e Fusco tornerà (come giusto che sia) in grande spolvero come unico rappresentante della legge rimasto. Infine Root, con una protagonista femminile in meno, acquisterà ulteriore spessore, soprattutto ora che il tema della libertà della Machine diventerà non più solo interessante, ma di primaria importanza, a giudicare da quanto accaduto finora. Certo è che Nolan & Co. si sono presi un bel rischio: in un momento in cui la serie non brilla per ascolti (pur rimanendo lo show più visto della CBS nella fascia delle 22), eliminare forse il personaggio più amato dal pubblico americano potrebbe non essere stata una saggia scelta. Il tutto, però, non fa che dimostrare il coraggio di una serie che, dopo i primi passi incerti compiuti agli esordi, ha saputo crescere e acquisire una caratura di prima qualità.

Noi concludiamo salutando la nostra Joss. Per dirla con le sue stesse parole: “See you on the other side!

Person of Interest 3x08/09 - Endgame & The Crossing

Voto 3×08: 7,5

Voto 3×09: 9

Note:

– Nonostante la 3×10 venga considerata midseason finale, un altro episodio andrà in onda prima dell’anno nuovo, esattamente il 17 dicembre (dopo quindi 3 settimane).

Taraji P. Henson ha rivelato che, pur non sapendo quando, era a conoscenza fin dall’inizio che il suo personaggio sarebbe morto. Non amando troppo la televisione, aveva accettato l’ingaggio proprio perché Nolan le aveva promesso che il ruolo non l’avrebbe impegnata per molti anni.

La scena del bacio non era nello script, ma è stata un’idea di quel “piacione” di Jim Caviezel, che, durante le riprese, ha deciso di “improvvisare” un po’. Tuttavia, Nolan avrebbe deciso di tenere la scena perché la considerava molto ben fatta.

– Nolan ha ammesso di aver preso ispirazione da X-Files. Ciò che adorava di quella serie erano i suoi indimenticati episodi doppi e tripli. Per questo, ha deciso di tentare di dare questa impostazione anche alla sua serie.

 

13 Risposte

  1. sasà scrive:

    Episodio davvero intenso e recensione perfetta.
    L’espressione di Finch mi ha fatto rimanere senza fiato (ma quanto è bravo Michael Emerson!!?).
    Per quanto riguarda il midseason finale sei sicuro che sarà quello della settimana prossima? Su wikipedia c’è scritto che ci sarà un episodio il 17/12.

     
  2. sasà scrive:

    scusa ma non avevo letto le note :-)

     
  3. SerialFiller scrive:

    Innanzitutto il mio voto è:
    3×08 8
    3×09 9

    Con questo doppio episodio person of interest si iscrive a mio avviso nell’olimpo delle migliori 20-30 serie di sempre e delle migliori 5-6 in circolazione.
    Aver visto la 3×09 dopo la 6×11 di sons of anarchy mi ha tolto il fiato e mi ha fatto sperare che dopo breaking bad c’è ancora speranza per noi seriofili di restare a bocca aperta.
    Carter mancherà tantissimo nell’economia della serie e potrebbe essere un boomerang per gli ascolti ma quando una produzione decide di uccidere un personaggio chiave io la esalto per il coraggio e per aver prodotto un episodio che sarà uno dei riferimenti cme termine di paragone massimo per un certo tipo di tv.
    Inoltre ho apprezzato tantissimo il non avere annunciato l’uscita di scena della Carter a inizio anno. Odio quelle serie che ti dicono in anticipo guarda che quest’anno uno dei protagonisti morirà…Tenere il massimo riserb su queste cose è un grande segno di rispetto per lo spettatore.

     
  4. Son of the Bishop scrive:

    Che dire sono senza parole , certi episodi non si possono commentare per la loro immensa grandezza .
    Miglior serie attualmente in televisione per me .
    9 a tutti e due gli episodi !!!
    Good bye Carter :'( ( se il pubblico cala per la morte di Carter a dispetto della qualità di questi due episodi sarebbe una vergogna perchè cioè diciamocelo , siamo su tutt’ altro livello ma sarebbe come per la tv italiana con Distretto di polizia dopo la morte di Memphis , per favore non possono fare certe cose in America , in Italia pure pure capisco)

     
  5. Shadow Meister scrive:

    Sono di altro avviso riguardo questi due episodi: bellissimi, assolutamente, costruiti magnificamente e tutto quanto…ma il secondo dei due è tempestato da una serie di “ingenuità” da parte dell’HR spaventose, necessarie ad una trama da cui forse gli autori non riuscivano a uscire. Inoltre la scena del bacio, seppur nelle condizioni in cui si trovano i protagonisti, è totalmente ingiustificata, e a mio parere era del tutto evitabile, perchè ha solo dato il pretesto per una vendetta ancora più forte e qualche battuta eroica di Reese per la prossima puntata, e perchè solo americanizzato un episodio che sarebbe stato giusto trattare in maniera sì americana, visto il personaggio su cui si basa, ma magari un po’ più originale, e credo sia lecito aspettarsi originalità da questa serie. Il finale senza musica di sottofondo, con solo gli squilli del telefono è tremendamente riuscito, e l’espressione “colpevole” di Finch è la cosa di cui spero “un seguito” nel prossimo episodio.
    Per il resto, mi è piaciuta un sacco la chimica Shaw/Lionel, il confronto prima della presunta morte di quest’ultimo, davvero toccante, e la scena che, seppur prevedibile, mi ha letteralmente ucciso, ossia lo sparo sentito da Lionel al telefono. Lo so che era una cosa “telefonata” (che finezza :D), ma l’ho trovata riuscitissima. Cos’altro dire, riguardo Endgame mi sono espresso, un episodio molto molto bello, che non ho trovato eccessivamente marcato nella sua scrittura, ma che ha semplicemente dato gli spunti per il finale del personaggio, un personaggio, come tutti in POI, che non è riuscito a preservare la sua purezza e il suo senso di giustizia (mi ha lasciato l’amaro in bocca vedere come abbia collaborato con Elias senza battere ciglio…lei che era la paladina dell’onestà) ma che si è macchiata delle stesse colpe degli altri, per vendetta, o forse, strano gioco del destino, per il suo stesso desiderio di giustizia…
    Come avete detto voi è un peccato, un personaggio così pieno di possibilità eliminato poi a metà stagione neanche (questa è una scelta che comprendo davvero poco).

    Per quanto riguarda le vostre preoccupazioni per gli ascolti, sono ingiustificate. E’ impossibile che questa, a meno di volontà autoriale, sia l’ultima stagione di POI. Quando una serie arriva alla terza stagione, iniziano gli accordi tra rete madre e reti via cavo per la vendita degli episodi da trasmettere in replica (ossia un canale come la CBS vende i diritti delle stagioni alla TNT, o alla FX o alla AMC o a che ne so io), ma per questo accordo (syndication) è necessaria una produzione alle spalle di minimo 88 episodi (o 78, non ricordo), cifra che si raggiunge con la quarta stagione. Date le possibilità di guadagno da tutto ciò, è praticamente assicurato il rinnovo delle serie con tre stagioni per una quarta, anche se gli ascolti fanno piangere (la quarta poi può benissimo essere l’ultima). Questo secondo me è anche il motivo per cui la CBS si è permessa di spostare POI dallo slot del giovedì sera dalle 9 alle 10 a quello del martedì dalle 10 alle 11, meno quotato per la rete, che non rischiava di dover poi cancellare quello che è, a conti fatti, uno dei suoi show di punta.

     
  6. Sbremph scrive:

    Bellissimo e tremendo!

    Nonostante diverse perplessità (condivido con Shadow Meister il parere dell’inutilità del bacio che ha molti più significati nell’affetto incrociato di attori e personaggi che nell’universo della serie – Caviezel si rifuta di fare scene erotiche per questioni religiose, ma decide di improvvisare un bacio non richiesto… è più un saluto alla Henson che a Joss, no?) su alcuni aspetti che hanno reso le due puntate ricche di momenti un po’ da cliché che io non amo, devo ammettere che l’inaspettato finale mi ha commosso e lasciato a bocca aperta. Ebbene sì, per quanto il crescendo e i suddetti momenti di eccessiva emotività abbiano decisamente “citofonato”.

    Questa serie rappresenta per me una grande e ben riuscita elaborazione del concetto di intrattenimento seriale. Ottima scrittura in un contesto che bilancia leggerezza e dramma, colpi di scena e rispetto per lo spettatore. Di certo non ci sono qui le cose che piacciono di Breaking Bad e Homeland (stagioni 1 e 2) da un lato e di Mad Men dall’altro, che sono serie che, in modo diverso, coinvolgono e trasmettono emozioni fortissime allo spettatore che risulta quasi fisicamente provato al termine degli episodi. POI fornisce intrattenimento di più “semplice” fattura, ma con la grande capacità di inserire elementi tipici delle tre serie sopra citate. Perfetta. E queste ultime due puntate (e, mi azzardo a pronosticare, la prossima) rappresentano idealmente questo mix piacevolissimo.

    Ho letto di fan americani talmente sotto shock da aver giurato di non guardare più POI. Io, personalmente, non vedo l’ora di scoprire come il dinamico duo elaborerà il lutto e agirà da ora in poi. Inoltre, dopo l’interpretazione di Chapman e la sua faccia nel momento in cui Lionel ottiene la sua libertà con vendetta incorporata, attendo con anzia più minutaggio per Fusco.

    Ottima recensione!

     
  7. Sbremph scrive:

    … anSia!!!

     
  8. Aragorn86 scrive:

    I commenti del pubblico americano mi sono sembrati per certi versi simili a quelli successivi alla 3×09 di Game of Thrones. Gente che giurava che non avrebbe mai più guardato la serie, ecc. ecc. Ma credo faccia parte del modo sempre “colorito” e un po’ eccessivo di reagire degli spettatori a stelle e strisce. C’è da dire che la Carter era forse davvero il personaggio più amato dagli americani, forse proprio perché era il più “americano” nel suo eroismo.

    @ShadowMeister: sugli ascolti sono d’accordo con te, tanto che la serie viene già praticamente considerata come rinnovata, proprio per il fatto che dicevi tu della syndication. Sta di fatto che la CBS secondo me ha fatto un errore madornale: con questo spostamento ha abbassato gli ascolti di POI (che l’anno scorso a questo punto faceva il 3.1 di ratings), mentre il nuovo giovedì sera delle comedy sta facendo ora molto peggio della serie di Nolan un anno fa! Mi dispiace, perché se prima ero sicuro di almeno 5 stagioni per POI (secondo me l’ideale per una serie come questa), ora non ne sono più molto convinto. Potrebbe finire che ci ritroveremo tutti a fare scongiuri come per Fringe.

     
  9. Son of the Bishop scrive:

    @Aragorn :
    È davvero così grave la situazione ?
    E se l anno prossimo magari lo risposta no al giovedì ?

     
  10. Shadow Meister scrive:

    Sono d’accordo, loro sapevano di non correre rischi ma il problema adesso è che se la fascia cambia di nuovo e magari torna ad essere il giovedì, sarà difficile che gli ascolti tornino eccellenti come lo erano stati, perchè, per una serie come POI, è impossibile riuscire a riallacciarsi agli eventi con il salto di una stagione, per uno spettatore…quindi si, è probabile che con questa mossa la CBS abbia accorciato la vita allo show che, qualitativamente, è il suo secondo miglior prodotto (non me ne voglia Nolan, ma The Good Wife non teme troppa concorrenza, specie quest’anno…)

     
  11. Aragorn86 scrive:

    @Son of the Bishopo:
    No, no, grave no, o almeno non come lo era per Fringe… nel senso, come scritto nella recensione, nella fascia delle 22, POI è lo show più seguito della settimana della CBS (insieme alla 76° stagione di CSI), quindi questa è una sicurezza di per sé!
    Sta di fatto che il cambio di orario ha portato la serie dal 3.1 di rating della scorsa stagione all’1.9/2.0 di quest’altra, secondo me anche perché è stato messo contro Sons of Anarchy (che in termini di rating fa 2.4). Con un 2.0 di media e col fatto che la trama rischia di complicarsi (secondo alcuni americani è già troppo complicata così), non so quanto e se gli ascolti potranno migliorare!

     
  12. Mr.Franz scrive:

    Person of Interest continua in crescendo : voti altissimi per tutte e due le puntate !! ( 8,5 – 9)

    Vediamo ora che diavolerie tiranno fuori gli autori per la seconda parte della stagione dopo la conclusione della trama relativa all’HR e senza una delle principali, e più apprezzate, protagoniste.

    Per adesso terza stagione ricca di puntate spettacolari per ritmo, trama sempre in evoluzione e regia: ed è da metà della seconda stagione che continua il crescendo ….

     
  13. SerialFiller scrive:

    E con la 3×10 arriva un altro capolavoro…
    Questa serie è poderosa

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *