The Walking Dead – 4×06 Live Bait

The Walking Dead - 4x06 Live BaitLa quarta stagione di The Walking Dead ha finora diviso l’opinione pubblica: chi si rallegra dell’approfondimento psicologico dei personaggi, chi invece storce il naso per l’apparente staticità della trama. Con l’episodio di questa settimana lo show tocca un punto ancora più diverso, lasciando per un momento la prigione (e le sue magagne) al proprio destino e concentrandosi su un gradito ritorno.

Come spesso succede ai despoti e ai tiranni, quando le cose vanno per il meglio il popolo tutto è pronto ad osannare ogni loro azione; quando invece comincia a “piovere merda” e le cose si distruggono, il tiranno viene deposto e trattato alla stregua dell’ultimo arrivato.
Così il Governatore – dopo la carneficina da ultima spiaggia del finale della scorsa stagione – viene abbandonato nel nulla, con poche cose per sopravvivere. L’elissi temporale che lo porta all’incontro con Lily e Tara è ben costruita, facendoci rivivere attraverso un dialogo futuro quei due mesi che lo hanno visto vagare per le città senza una meta, portandolo ad un passo dalla morte.
The Walking Dead - 4x06 Live BaitPrima di questa sequenza ce n’è un’altra costruita bene, forse di ancora più rilevante importanza: il Governatore, appena abbandonato a se stesso, torna a Woodbury e distrugge tutto quello che ha creato, come una sorta di dio in collera con la sua gente che non ha saputo godere di quanto da lui costruito. Qui ritorna allora prepotente la figura del tiranno: quante volte nella storia un uomo (quasi sempre in bilico tra sanità e follia) ha amministrato un popolo in maniera dispotica ma facendolo sentire al sicuro, fino all’inevitabile errore che poi porta tutto alla rovina? Questo dualismo di pensiero è sempre stato ricorrente in The Walking Dead: due facce della stessa medaglia che si sovrappongono in maniera speculare, senza che gli autori ci dicano da che parte stare. La furia del Governatore è allora giustificata adesso, abbandonato anche da quegli uomini che lui ha protetto e sfamato?

The Walking Dead - 4x06 Live BaitE allora questa divisione interiore del Governatore esplode fortissima nelle settimane in cui è ospite della famiglia delle due donne, dove – con la sua gentilezza e la sua voglia di aiutare – si fa rispettare prima e forse amare poi, diventando praticamente un padre per la piccola Meghan, costretta anche a vedere il tanto adorato nonno diventare uno zombie e venir colpito barbaramente da un pronto intervento del suo ormai padre adottivo.
In questo caso il Governatore ha evidentemente un’altra chance, la redenzione è lì che lo accoglie in quell’appartamento dove poter iniziare di nuovo tutto da capo, con una donna che si concede a lui nello stesso letto della sorella e della figlia (che va bene per sottolineare la passione, ma altamente inverosimile che nessuno se ne accorga) e di una bambina che sembra amarlo come la sua prima figlioletta. Una situazione completamente vergine, contando anche il fatto che le donne non hanno la minima idea di come si faccia ad uccidere uno zombie: tutti segnali che ci riportano all’inizio, quando ancora tutto doveva succedere e quando ancora tutto era da sbagliare.

Il finale torna sui binari dell’action duro e puro con l’incontro di un’orda di zombie che per poco non prendono la piccola Megan: la furia con cui il Governatore la difende non si era vista per nessun altro essere umano finora. Il Governatore capisce che sta avendo una seconda possibilità e fa di tutto per tenersela stretta, fin quando dal nulla ricompare un fantasma del passato, quel Martinez che l’aveva abbandonato qualche settimana prima. La speranza di tornare a vivere una vita quasi normale è praticamente svanita: ora non resta che vedere le reazioni del gruppo, che probabilmente si aggregherà a Martinez, con il Governatore evidentemente spodestato dai suoi vecchi alloggi di potere.

The Walking Dead - 4x06 Live BaitL’immagine più rappresentativa dell’episodio è quella degli scacchi, nella sequenza della partita tra Meghan e il Governatore: “it seems like you” dice la bambina disegnando una benda in faccia al Re. Un Re che ha subito uno scacco importante, che ha poche vie d’uscita ma che, non stentiamo a crederlo, probabilmente le troverà nel momento in cui si imbatterà di nuovo nella prigione. Lo scacco matto è ancora di là da venire.

Live Bait
è una puntata atipica che conferma il trend psicologico dell’ultimo periodo: un episodio però fondamentale per tirare le fila del “discorso Governatore” e prepararci per un ulteriore scontro tra civiltà, stavolta probabilmente senza possibilità di ritorno.

VOTO: 7

Nota:
Qui i punteggi dell’ultima giornata del The Walking Game.

 

Ste Porta

Guardo tutto quello che c'è di guardabile e spesso anche quello che non lo è. Sogno di trovare un orso polare su un'isola tropicale. Profilo FB: http://www.facebook.com/ste.porta?ref=tn_tnmn

8 Risposte

  1. Tuco scrive:

    come faremo senza Governatore in futuro?

     
  2. Turel Caccese scrive:

    La stagione 4 è cominciata con questo episodio secondo me.
    C’è da dire questo: Per chi conosce il fumetto, sa che questo episodio non c’entra assolutamente niente e gli sceneggiatori hanno saputo dimostrare di saperci fare… questo episodio sembra la trama di un film horror (solo che abbiamo imparato a conoscere il protagonista) e forse sarà l’unico momento in cui potremo vedere il Governatore fare qualcosa di buono… e comunque il governatore è 10 mila volte più cazzuto di Rick, parliamoci chiaro.

    Se questo telefilm si chiamava Lost, i ruoli sarebbero stati:
    Rick -> Jack
    Governatore -> Locke

    E ho detto tutto…

     
  3. SerialFiller scrive:

    Puntata semplicemente oscena.
    Voto 2.
    Ho chiuso gli occhi dalla noia innumerevoli volte e sbadigliato ancora di piu. Ritmo incessantemente lento.
    Una serie di dialoghi degni di beautiful!
    …mio marito un giorno è uscito per comprare un biglietto della lotteria e non è più tornato…
    Il gov e la tipa che scopano con la figlia ad un centimetro…
    Scene di fuga raccapriccianti. ..
    Abbraccio finale nella fossa da filmaccio di buoni sentimenti. .

    Ridatemi mazzarra vi imploro…

     
  4. Mark May scrive:

    Io invece concordo con la recensione… Probabilmente sono riuscito ad entrare maggiormente in contatto con la filosofia di questo nuovo showrunner ma a me questa quarta stagione non mi sta dispiacendo; con questo non voglio dire che sia migliore della terza perché è lampante a tutti quanto siano lontani i fasti dell’epoca Mazzara (e le somiglianze con la seconda), tuttavia credo che rispetto agli standard bassi che avevo riposto su questo nuovo ciclo stiano facendo meglio di quanto previsto… Forse erano troppo basse le mie aspettative xD

     
  5. Francesca Anelli scrive:

    Da un lato ho apprezzato la scelta di farci rivedere il governatore e lo sforzo di raccontarlo in modo diverso e più “introspettivo”, dall’altro mi sono veramente annoiata, e questo perché non sempre le migliori intenzioni si concretizzano in risultati soddisfacenti. Poi, il fatto che anche la prossima puntata sarà incentrata su di lui mi preoccupa un po’. E non mi convince anche in termini strutturali perché divide la stagione in due sezioni distinte e separate, pure troppo: “la malattia assassina” e “il governor 2 la vendetta”. Un po’ troppo poco fluido, ecco.

     
  6. Vincent Vega scrive:

    Io vado controcorrente…Per me migliore episodio della stagione!!!

     
  7. Ambrosia scrive:

    Anche a me la puntata è piaciuta, sinceramente non ne potevo più della prigione…abbiamo ormai detto tutto della location e dei protagonisti. Meno male che è tornato il Governor!
    Mi stava annoiando perfino Daryl!
    Tra l’altro questa puntata risponde ad uno degli interrogativi che mi ponevo da un po’: perché quelli della prigione avevano deciso di restare lì e di non tornare a Woodbury (presumibilmente abbandonata e libera dopo la strage del Gov?)? Perché preferire delle celle a comode case? Adesso ho capito, il Gov aveva distrutto il paese :)

     
  8. Gianfrap scrive:

    Premetto che ho mollato la visione alla fine della 3° Stagione , non ne potevo più di una sceneggiatura in stile “Gli Occhi del Cuore”…….vi chiedo ma vale la pena riprenderlo ?

    L’ennesimo cambio di showrunner non fa ben sperare……mi sembra la classica serie che dopo 4 stagione non sanno dove vogliono andare a parare…

    Pensate che c’è pure qualcuno che paragona la scrittura di BB con quella di TWD….

    :-/

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *