How I Met Your Mother – 9×12/9×13 The Rehearsal Dinner & Bass Player Wanted

How I Met Your Mother - 9x12/9x13 The Rehearsal Dinner & Bass Player WantedC’è una cosa che i fan di HIMYM in fondo hanno sempre pensato (e questa foto lo conferma): il vero protagonista, il vero centro focale della serie non è mai stato Ted, bensì l’amatissimo Barney Stinson, con tutte le sue avventure ai limiti dell’assurdo e il suo accidentato (anche in termini di qualità di scrittura) percorso verso la maturità sentimentale. 

Eppure, come Platoonish e Bass Player Wanted hanno ampiamente dimostrato, in questa nona stagione c’è un personaggio che, come e più di Barney, è in grado di catalizzare la scena e dare letteralmente vita a quei fortunati episodi in cui si decide a fare un’apparizione. Questo personaggio è ovviamente quello della deliziosa Cristin Milioti, ovvero la Madre.

How I Met Your Mother - 9x12/9x13 The Rehearsal Dinner & Bass Player WantedQualche settimana fa ci chiedevamo se fosse davvero possibile rendere credibile la futura svolta di Ted e dunque il suo amore per la Madre nell’arco di una sola stagione, o meglio, di un solo weekend, per giunta quello del matrimonio della mai dimenticata Robin. Se qualche flashback – artificio prediletto dalla serie e quest’anno più che mai funzionale alla storia – ogni tanto faceva capolino tra le pieghe di episodi spesso banalotti, i flashforward che avrebbero potuto mostrarci la nuova vita di Ted con la Madre, e quindi farcela conoscere meglio, continuavano a latitare. Personalmente, quella di mostrarci il futuro della coppia mi è sempre sembrata l’unica strada praticabile per far affezionare il pubblico ad un personaggio così importante da dare il nome alla serie eppure allo stesso tempo così bistrattato e sottoutilizzato da fare la sua apparizione soltanto nella premiere dell’ultima stagione.

How I Met Your Mother - 9x12/9x13 The Rehearsal Dinner & Bass Player WantedPoi è arrivata la 9×09 e infine quest’ultima puntata, in cui Bays e Thomas mi (e ci) hanno dimostrato che c’era una strada diversa e forse più fruttuosa per far innamorare tanto Ted quanto i fan più perseveranti di questa benedetta Madre. Ad onor del vero, l’incontro che la famigerata donna dei suoi sogni e Lily hanno avuto nella 9×01 lasciava già intendere che prima di conoscere il suo futuro sposo La Madre avrebbe dovuto innanzitutto incontrarne gli amici uno per uno. Non ci aspettavamo, però, che questi incontri avrebbero rappresentato il mezzo privilegiato dagli autori per farci affezionare alla sua adorabile – e teddosa, come è giusto che sia – personalità. La cura con cui sono state costruite le sue apparizioni, poi, è segno di quanto impegno gli sceneggiatori stiano mettendo nella caratterizzazione del sesto protagonista della serie, ma anche nella costruzione delle storie stesse. Ogni episodio in cui appare brilla della sua luce riflessa, arricchendoloBass Player Wanted, così come Platonish, è infatti uno dei migliori della stagione e, forse, anche della serie, se teniamo presente che siamo ormai arrivati al nono anno di messa in onda.

Marshall vs the machines in apertura è solo la prima di una serie di gag godibilissime, come i riferimenti ai cartoni Disney cinicamente sfruttati dal fantastico Andrew Rannels (già visto in Girls e The New Normal) e alle fantasie erotiche di Lily, che rendono questo episodio così ben confezionato ancora più divertente. I momenti più teneri, come l’abbraccio tra Lily, Marshall e il piccolo Marvin, si incastrano bene con quelli più spassosi, nella migliore tradizione di HIMYM.

E com’è andata con The Rehearsal Dinner?

How I Met Your Mother - 9x12/9x13 The Rehearsal Dinner & Bass Player WantedScrivevamo nell’intro alla recensione che Barney è sempre stato il personaggio più amato e più vitale della serie, capace di far ruotare intorno a sé tutti gli altri. Questo episodio lo dimostra ancora una volta, vista la forza creativa che questo pezzo fondamentale di HIMYM riesce a sprigionare grazie al suo elevato tasso di awesomeness. Quella che poteva sembrare una puntata in un certo senso “moralizzatrice”, incentrata sull’infantilità di Barney, in effetti lo è stata, ma presentando questo aspetto della sua personalità in chiave assolutamente positiva. E’ stato molto appagante per i fan di questo personaggio veder celebrata la sua tendenza ad essere un po’ bambinesco, questo suo rifuggire dalla noia e dalla routine perfino quando è in procinto di sposarsi. Il bello del matrimonio non è il no surprises di Marshall e Lily, di certo non per Barney e Robin, e siamo grati agli autori per non aver tradito i due personaggi, evitando di mostrarceli come una coppia convenzionale, oltre che per averci ricordato che il matrimonio non deve necessariamente porre fine al divertimento.

Il rischio che la personalità di Barney si appiattisse durante il suo percorso di crescita personale era davvero alto e qualche volta lo abbiamo decisamente sfiorato, ma episodi come questo ci dimostrano che il pericolo è ormai scampato. Qualche dubbio rimane per Robin, che ha avuto una sorte un po’ più infelice di Barney e i cui dubbi sulle nozze non rendono giustizia al futuro sposo, ma attendiamo fiduciosi la sua immancabile vendetta. Sebbene inferiore a Bass Player Wanted, anche questo episodio può vantare un’architettura molto solida fin dalla prima inquadratura, con quel pupazzo e il messaggio let’s get this party started, che ha costituito il collante dell’intera avventura. E poi Ted vestito da Liberace (nota per seriofili: è il protagonista della premiata miniserie HBO Behind the Candelabra) fa la sua (ridicola) figura.

Due belle prove, dunque, per questa comedy così longeva, che ha dimostrato di essere ancora in grado di stupirci sia rispetto alle nostre aspettative per il futuro della serie, sia nell’arco di un singolo episodio, dunque in termini puramente narrativi.

Voto episodio 12: 7½ 
Voto episodio 13: 8½ 

 

Francesca Anelli

Galeotto fu How I Met Your Mother (e il solito ritardo della distribuzione italiana): scoperto il mondo del fansubbing, il passo da fruitrice a traduttrice, e infine a malata seriale è stato fin troppo breve. Adesso guardo una quantità spropositata di serie tv, e nei momenti liberi studio comunicazione all'università. Ancora porto il lutto per la fine di Breaking Bad, ma nel mio cuore c'è sempre spazio per una serie nuova, specie se british. Non a caso sono una fan sfegatata del Dottore e considero i tempi di attesa tra una stagione di Sherlock e l'altra un grave crimine contro l'umanità. Ah, mettiamo subito le cose in chiaro: se non vi piace Community non abbiamo più niente da dirci.

2 Risposte

  1. Lorenzo scrive:

    Concordo con la recensione di entrambi gli episodi, la mother è veramente un grande personaggio, speriamo di vederla sempre in ogni episodio, non vedo l’ora di vedere il duecentesimo episodio che si preannuncia davvero essere straordinario, questa serie mi mancherà tantissimo.

     
  2. Anna scrive:

    “Bass player wanted” è uno dei migliori episodi mai fatti… è decisamente perfetto, sono riusciti a mettere insieme molte cose importanti (l’incontro di marshall con la madre, la notizia del trasferimento a chicago, marshall e lily che si rincontrano…) senza appesantirlo, in un perfetto equilibrio, come sempre. Gli autori della serie sono dei geni… e, sì, è decisamente impossibile non innamorarsi della madre!

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *