How I Met Your Mother – 9×17 Sunrise

How I Met Your Mother - 9x17 SunriseDopo la strepitosa ultima puntata, How I Met Your Mother produce un altro piccolo gioiello: non tanto dal punto di vista comico, che forse continua anche qui a latitare un po’ troppo, ma dal punto di vista drama è sicuramente un episodio da ricordare. Nell’ultima notte prima del matrimonio di Barney e Robin i nostri personaggi sono quasi tutti unità a se stanti, in cerca di quella svolta che probabilmente li cambierà per sempre.

If you love something, you can never let it go. Even for a second, or it’s gone forever.

La metafora del palloncino – inquietante miglior amico di Ted quando questi aveva 7 anni – rende in maniera perfetta e semplice quello che sta succedendo ai personaggi, ovviamente in particolar modo a Ted.
Lui e Robin passeggiano sulla spiaggia in cerca di Barney, ubriaco e chissà dove, e, come in tutte le situazioni del genere senza ritorno, un innamorato ormai disilusso e stanco vuota il sacco, prima che sia troppo tardi. Lo scambio di battute tra i due amici è ben congegnato e molto verosimile: Ted riesce a rendere bene l’idea di quanto non possa più andare avanti così, di quanto non veda l’ora che l’amore della sua vita – ancora per poco – lo lasci definitivamente come quel palloncino rosso di tanti anni prima. Tutta la fatica di una vita amorosa difficile e tormentata trova sfogo lì, a poche ore da un evento che cambierà la vita di tutti, con la rassegna delle donne che hanno distrutto e in qualche modo ricostruito la vita di Ted.

How I Met Your Mother - 9x17 SunriseInteressante infatti rivedere nel giro di pochi minuti Stella, Victoria e Jeanette alle prese con la fissa di Ted, ovvero quel ciondolo che lui vuole regalare a Robin per il matrimonio. Inutile che Ted si nasconda dietro al titolo di “wedding gift master”: non vuole farle quel regalo per darle il migliore nei doni, ma perché in quel modo le vuole urlare in faccia quanto la ami senza dirle una parola.
Azzeccata quindi la scelta di Jeanette come colei che butterà per sempre quel ciondolo nell’oblio: il discorso sulla pazzia calza a pennello con la situazione di Ted. In questo frangente, chi ha ragione? Jeanette che – evidentemente pazza – dice una cosa di senso logico (dopo 8 anni pensi ancora a lei?), oppure Ted, sano di mente, ma che dice cose che potrebbero sembrare pura follia?

– Haaaaaave you met Kyle?
– Are you Jesus?!

Gli altri personaggi sono divisi sul piano spaziale, ma tutti accomunati da un’unica cosa: voltare pagina per sempre.
Cerca di farlo Barney, che trova per strada due nuovi adepti del suo credo – quel “have you met…?” presente fin dal pilot, che usa per rompere il ghiaccio e che è base per il suo indimenticabile Playbook.
Barney è l’incarnazione di quel tipo di persona che sa che deve per forza maturare (vd. il matrimonio), che tenta in tutti di modi di farlo (lasciando in eredità il suo Playbook ai ragazzi nuovi), ma che in fondo non lascerà mai quel modo di vivere, che è forse l’unico che gli appartiene. Quest’ultimo punto è rappresentato appunto dal Playbook che Barney riscrive sui tovaglioli del night, quasi a volerlo rendere una reliquia preziosa (e soprattutto per farci notare come lo sappia perfettamente a memoria).

How I Met Your Mother - 9x17 SunriseMolto più allucinata ma anche molto più seriosa la sequenza con protagonisti Marshall e Lily, con quest’ultima splittata in due fantasmi: uno attuale e uno di sette anni fa.
Al di là delle sempre divertenti allusioni sessuali di Marshall, il dialogo sottolinea molto bene l’importanza dell’amore che ognuno prova per l’altro: è normale che tutti e due inseguano i propri sogni e che abbiano magari qualche sassolino nella scarpa da togliersi, ma la cosa fondamentale è parlarsi.
Parlarsi chiaramente, in maniera onesta, senza mettere il muso o reagire subito in modo eccessivo può portare di certo a qualcosa di buono. Carino l’espediente del fantasma di Lily, anche qui usato per sottolineare la non ancora completa maturità dei personaggi, o almeno quella di Marshall, che per fare un discorso costruttivo con la moglie deve usare una sua rappresentazione fantastica.

And… new day.

Sunrise ci vuole dire proprio che la maturità, volenti o nolenti, prima o poi arriva per tutti. Ci vuole dire che affrontando le cose da adulti tutto sarà forse un po’ meno divertente, ma che non si può fare gli adolescenti per sempre.
Dopo quasi 9 anni, Ted ha finalmente capito che non può più permettersi di perdersi negli occhi azzurri di Robin; ha finalmente constatato che tutti i rapporti che ha avuto prima, anche quelli che sembravano più forti, erano sempre un ripiego, un surrogato, di quello che lui ha sempre provato per la ragazza canadese.
Il nuovo sole si alza quindi su nuove persone, pronte a cambiare in meglio le loro vite, anche se difficilmente dimenticheranno quello che sono stati prima. L’unico neo della puntata è forse Robin che vola via come il palloncino rosso: forzatura visiva di un concetto che era stato spiegato fin lì molto bene.

How I Met Your Mother - 9x17 SunriseIn questa nuova alba, ritroviamo Ted liberato per sempre da Robin, Barney diventato (forse) finalmente adulto, Marshall e Lily che si ritrovano e che sono pronti a cominciare di nuovo.
Tutto questo è ben riassunto da una frase di Marylin Monroe, che recita: Arrendersi non significa sempre essere deboli; a volte significa essere forti abbastanza da lasciar perdere.

VOTO: 8

Note:
La canzone che si sente alla fine dell’episodio è Eternal Flame delle Bangles.

 

Ste Porta

Guardo tutto quello che c'è di guardabile e spesso anche quello che non lo è. Sogno di trovare un orso polare su un'isola tropicale. Profilo FB: http://www.facebook.com/ste.porta?ref=tn_tnmn

8 Risposte

  1. Son of the Bishop scrive:

    Io vorrei davvero vedere regolarmente le ultime due stagioni, ma non ce la faccio infatti, fino alla 7 nonostante qualche episodio la serie mi ha fatto sempre molto ridere, ma ho visto i primi 4 episodi della 8 e sono davvero indecenti ne posso saltare qualcuno, voi da dove mi consigliate di vedere l’ 8 ?

     
    • Ste Porta scrive:

      Ciao Son, è difficile consigliarti di saltare qualche puntata: soprattutto in HIMYM è tutto (o quasi) collegato, ti perderesti sicuramente qualcosa.
      Il mio consiglio è di arrivare fino in fondo: ormai sei quasi al traguardo, perchè fermarsi dopo 7 stagioni? 😉

       
      • Rick scrive:

        I primi 5 o 6 episodi dell’8° Stagione sono forse il peggio che Himym abbia sfornato…ma io ti consiglio di resistere ed andare oltre perchè da lì migliora decisamente, non dica che ritorna ai fasti delle prime stagioni, ma quasi…

        Comunque concordo con la Recensione, un gran bell’episodio che forse pecca sull’aspetto tecnico, oltre al già citato Robin-Palloncino, quasi tutte le esterne non sono realizzate bene…ma comunque sono sottigliezze…

        Alla fine capisco perchè gli autori in queste ultime due stagioni hanno voluto continuare a lasciare aperto il discorso Ted-Robin, questa della 9×17 l’ho trovata davvero una conclusione perfetta, così Ted e la Madre rinunciano ai loro due grandi amori nella stessa notte

         
  2. sat90 scrive:

    Il playbook di barney, piú che essere distrutto, mi sembra “ricostruito” sul momento su dei tovaglioli presi alla festa..solo a me è sembrato così?

     
    • Ste Porta scrive:

      Ciao! Hai prefettamente ragione, mi era sfuggito il momento al night in cui lo riscrive sui tovaglioli. Ero distratto da altro. :)
      Grazie per la segnalazione, corretto!

       
  3. Lorenzo scrive:

    L’episodio è stato bellissimo, così come la recensione, però ho qualche dubbio sul fatto del medaglione; mancano poche ore al matrimonio, tutto sembra andare per il meglio, Ted nella premiere era stato descritto come “jolly”, avrebbe dovuto fare qualche casino, finora non ha fatto niente, c’è qualcosa che non mi torna, è possibile che si sia tuffato per riprenderlo? Oppure in qualche modo l’ha preso Barney? Poi Marshall non ha ancora pagato la scommessa a Lily, “not yet”.

     
  4. Shadow Meister scrive:

    Personalmente l’episodio mi è piaciuto moltissimo, anche se purtroppo, con il suo voler mettere la parola fine alla storia Ted-Robin una volta per tutte (si spera), ha fatto ricordare i passati simil-episodi o scene, che fanno capire come gli autori non abbiano gestito la cosa troppo bene negli anni. Come non ricordare, ad esempio, un’altro momento Ted-goes-on-with-his-life-after-robin, nell’episodio (se non sbaglio) “No Pressure” della settima stagione, con quel finale che mostra Ted che esce di casa mentre piove e tutte le ragazze che passano hanno l’ombrello giallo, segno che ora Ted può guardare avanti. Come metafora l’avevo apprezzata moltissimo, ma questo episodio ha reso evidente che il tema andava sì ripreso dopo i fatidici 5 anni dalla seconda alla settima stagione, ma che la cosa andava fatta bene per non essere ripresa durante quell’episodio, durante The Final Page (8×11-12), durante Something Old (8×23) e probabilmente anche in qualche altro.

    Per quel che riguarda l’episodio in sè nulla da dire, per me è stata una scelta corretta quella di non esagerare sul lato comedy, che mi è comunque sembrato ben dosato. Solo una cosa: che diavolo di senso ha girare delle scene con quella tremenda CGI che si ritrovano? tanto vale cercare una qualche ambientazione migliore, perchè si rischia di rovinare scene come quella iniziale con Barney, i due ragazzi e lo strip club (come la volta del faro, che a mio avviso ha tolto non poco all’intensità della scena nella quale Ted chiede alla Mother di sposarlo…).

     
  5. Federica Barbera scrive:

    Tralasciamo il commento sul CGI che davvero non si può vedere (anche se, come ricorda Shadow Meister, quello del faro è stato il peggiore di tutti i tempi, e per me secondo solo a quello ormai leggendario del finale di Dexter), la puntata è buona, anche se alcune cose mi fanno pensare che Himym spesso sottolinei retoricamente dei concetti che erano già ben chiari facendoli un po’ scadere. Mi riferisco alla scena di Robin palloncino, che oltre ad essere bruttina non ci dà davvero nulla di più. Era stato perfetto il montaggio durante il lancio del medaglione, con la ripetizione della scena di Ted bambino che perde il palloncino: nessuna sottolineatura, solo un accostamento che valeva più di mille parole. Perché sminuirla con quella scena discutibile? Bah.
    Per il resto, carino il confronto Marshall-Lily fantasma – anche se mostrarci la vera Lily che accetta subito di restare, senza confronti, mi fa riflettere visto il discorso precedente di ghost Lily sul fatto di perderla poco a poco con questo tipo di comportamento. E poi, dove sarà andata? Vedremo.
    Il finale è una vera chicca, già dalla prima stagione ci avevano avvisato che Robin avrebbe rivelato dopo anni che sì, lei voleva baciarlo, e aver inserito questo momento è stato il solito tocco divertente e rispettoso della continuity che Himym ha sempre avuto.
    Forse non darei 8, ma sicuramente è una buona puntata.

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *