Devious Maids – I segreti non sono mai stati così puliti

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiAmanti delle dramedy in bilico tra trash e qualità, fatevi avanti: questo è il posto giusto per voi. Sentite la mancanza di una serie leggera che coniughi mistero, risate, colpi di scena e di testa? Devious Maids fa al caso vostro. 

Lo show, sottotitolato nella versione italiana “Panni sporchi a Beverly Hills”, è il secondogenito di uno che di televisione se ne intende: Marc Cherry, papà di Susan, Gabrielle, Bree, Lynette e di tutti gli altri protagonisti di Desperate Housewives, serie di enorme successo targata ABC, che fin dalla trama ha ispirato in modo evidente Devious Maids. Se non avete ancora visto la prima stagione di questa nuova serie non abbiate paura a continuare la lettura, che sarà totalmente spoiler free.

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiLo showrunner ci mostra ancora una volta una storia al femminile, cambiando però punto di vista: ora non sono più le casalinghe benestanti al centro del racconto, ma le donne che lavorano per loro, le loro domestiche, tutte di origine sudamericana. Lo show si sposta in California ed entra nelle case più esclusive e ricche di Beverly Hills, in cui scandali e segreti la fanno da padroni: le cinque protagoniste della serie (Marisol, Rosie, Carmen, Zoila e sua figlia Valentina) si trovano improvvisamente alle prese con l’omicidio della loro amica e collega Flora, domestica di una delle famiglie più ricche ed in vista della città. Sarà compito loro scoprire il colpevole, cercando contemporaneamente di tenere salde le redini delle loro vite, sempre sul’orlo del baratro.

Le protagoniste

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiMarisol, interpretata da Ana Ortiz (sorella di Betty Suarez in Ugly Betty) è una cameriera atipica: è nuova del mestiere, non conosce nessuno e, parlando correttamente inglese senza un particolare accento latino, viene vista con iniziale diffidenza dai suoi datori di lavoro. Capiamo già dall’episodio pilota che i suoi fini sono ben altri e la vedremo lottare duramente per proteggere la sua vera identità. È uno dei perni principali su cui si sviluppa la stagione e lentamente, con lo svelamento di tutti i suoi segreti, si risolverà anche la storyline principale dello show. Lei incarna la forza femminile, la tenacia e la perseveranza: userà tutte le carte a sua disposizione per proteggere la sua famiglia. Riservata, astuta e combattiva sono i tre aggettivi che la descrivono al meglio.

Rosie, interpretata da Dania Ramirez (vista in Heroes), è una cameriera completamente dedita al suo datore di lavoro, tanto da intraprenderci una storia d’amore. Lavora per una famosa coppia di attori in crisi coniugale e dovrà destreggiarsi tra il caratteraccio della Signora Westmore e le avances del Signor Westmore. Il personaggio è interessante a causa della sua situazione familiare: vedova e mamma di un bambino, è stata costretta a lasciarlo in sud america con la nonna per cercare fortuna in California. La situazione in cui si ritrova porta a galla tutta l’ironia della sorte: lei vorrebbe riabbracciare suo figlio, ma ora può solo occuparsi del primogenito trascurato della coppia per cui lavora, che pensa troppo al lavoro e poco alla famiglia.

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiCarmen, interpretata da Roselyn Sánchez (vista in Without a Trace) è un’aspirante cantante che per sopravvivere nel difficile mondo dello spettacolo deve pulire le case dei ricchi. Ora lavora per la star musicale Alejandro Rubio, che potrebbe dare la spinta decisiva alla sua carriera, e passa le sue giornate agli ordini di Odessa Burakov, perfida governante russa con una gamba di legno. Carmen lotta fino alla fine per poter cantare, non senza scendere a compromessi e, quando un importante segreto che coinvolge il suo datore di lavoro verrà a galla, dovrà scegliere tra la carriera e l’amore. Il suo personaggio, divertente e allegro, racconta bene una categoria di persone, proiettate verso un grande sogno, forse troppo grande, ma costrette a tenere i piedi per terra e buttare giù molti bocconi amari.

Zoila, interpretata da Judy Reyes (l’infermiera Carla di Scrubs) e Valentina (Edy Ganem), sono rispettivamente madre a figlia e lavorano per la ricca, pluridivorziata e anche un po’ gold digger Genevieve Delatour (la regina delle soap opere Susan Lucci). Zoila farà di tutto per impedire a Valentina di innamorarsi del figlio di Genevieve, perché “rich boys… they never fall in love with the help“. Le due seguono un percorso molto simile, fatto di alti e bassi amorosi, di amori importanti che scavalcano le classi sociali, seguiti da altrettanto grandi delusioni. Zoila è il personaggio che ha maggiormente i piedi per terra; sembra la figura più reale e realistica e per questo la più noiosa.

Il genere e lo stile

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiParlare di Devious Maids senza paragonarlo a Desperate Housewives sarebbe impossibile e ingiusto, sia perché le serie appartengono allo stesso universo stilistico e di genere, sia perché l’ispirazione è tanto forte quanto voluta. Dal mood della serie a vere e e proprie citazioni sparse qua e là, passando per l’utilizzo di alcuni attori che in Desperate hanno avuto ruoli minori, Devious Maids sembra quasi uno spin-off, tanto che spesso c’è l’impressione di poter incontrare una delle quattro casalinghe disperate al supermercato o che passeggiano per strada. Regia, fotografia, utilizzo delle musiche, tempi comici, struttura degli episodi e della stagione sono palesemente cherryani, anzi, housewifiani, forse un po’ troppo, sfociando talvolta nella copia: molte storyline sono rivisitazioni di situazioni già viste nella serie di ABC, che però prendono solo nuova vita, non una migliore. La serie è un dramedy come Desperate insegna, senza però le grandi scene tragiche e le bellissime interpretazioni drammatiche che hanno fatto di DH un grande pezzo di tv.

I temi

Devious Maids - I segreti non sono mai stati così pulitiLa serie punta la lente d’ingrandimento ancora una volta sul mondo femminile, ma lo fa modificando un po’ il tiro: se in Desperate le donne protagoniste trovano delle difficoltà principalmente per come si comportano, in Devious Maids le difficoltà partono da molto prima. Il primo ostacolo è la nazionalità ed il background, che le incasella in un certo mondo: Zoila, per esempio, prova a lasciarsi alle spalle il passato fidanzandosi con un uomo benestante, venendo lasciata prima del matrimonio a causa di una donna più ricca ed istruita di lei; Marisol, a causa della sua alta istruzione, è vista con diffidenza dai borghesi di Beverly Hills, che non si fidano e l’assumono solo quando viene a galla il suo calore latino. Inoltre le donne di Devious Maids sono da sole e senza la famiglia, sia perché è lontana, come nel caso di Rosie, sia perché non si è ancora formata, come nel caso di Valentina, oppure perché si è deciso di abbandonarla, come ha fatto Carmen. Nonostante sia il tema dell’immigrazione che quello della famiglia mancata siano strettamente legati al mondo latino, la serie ha una validità universale, e racconta una storia in cui tutti noi possiamo riconoscerci.

Coloro che hanno amato, o almeno apprezzato Desperate Housewives non possono perdersi anche questa serie, un dramma con parecchi risvolti comici molto scorrevole e leggero. L’unico difetto è un effetto deja-vù che talvolta ci colpisce e che ci riporta alla mente la ben più famosa serie di Cherry; niente di fastidioso, comunque. Dopo aver visto la prima stagione è chiaro però che le cinque protagoniste, aiutate da tutto il cast, sono riuscite a creare un universo forse ancora acerbo, ma prontissimo per sbocciare in qualcosa di memorabile.

 

Davide Canti

Noioso provinciale milanese, mi interesso di storytelling sia per la TV che per la pubblicità (in fondo che differenza c'è?!). Criticante per vocazione e criticato per aspirazione, mi avvicino alla serialità a fine anni '90 con i vampiri e qualche anno dopo con delle signore disperate. Cosa voglio fare da grande? L'obiettivo è quello di raccontare storie nuove in modo nuovo. Intanto studio, perché il pezzo di carta è importante, si sa! "I critici e i recensori contano davvero un casino sul fatto che alla fine l'inferno non esista." (Chuck Palahniuk)

1 Risposta

  1. Miraflorina scrive:

    Aaaah! Grazie mille! Proprio oggi disperata rimpiangevo Desperate Housewives e quel giusto mix tra drama, leggerezza e crimine! Disperata per non riuscire a trovare una serie che avesse tutti questi ingredienti, arrivo su seriangolo e scopro di Devious Maids… che dire? Grazie!!

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *