Halt and Catch Fire – 1×04 Close to the Metal

Halt and Catch Fire - 1x04 Close to the MetalLa nuova serie prodotta dalla AMC dopo la messa in onda di soli quattro episodi ha avuto la forza di imporsi, con convinzione, come una delle novità più interessanti di quest’ultima stagione televisiva. 

Close to the Metal è un episodio che gli autori della serie sfruttano per ampliare il raggio d’azione delle vicende narrate e le cui qualità aumentano ulteriormente le potenzialità di partenza dello show.

It’s difficult to believe in something when your knowledge is so limited.

Halt and Catch Fire - 1x04 Close to the MetalLa pressione costante di un desiderio cognitivo illimitato porta ogni essere umano a superare costantemente i propri limiti e a sfidare le convinzioni e le restrizioni sociali che gli sono imposte. I tre protagonisti di Halt and Catch Fire hanno l’effettivo talento per vedere realizzati i propri sogni, grazie alle loro capacità che vanno ben oltre la normalità; devono allo stesso tempo dimostrare di saper imparare a regolare il loro potenziale intellettivo e renderlo funzionale ad un mondo che non è ancora pronto ad accogliere il loro sguardo proiettato verso un futuro ancora non percepibile. La necessità di navigare verso un porto ancora da edificare, e la possibilità di sfidare apertamente un intero mondo produttivo ancorato a certezze che possono venire in fretta stravolte, è il vero bisogno primario che regola le azioni dei tre protagonisti; questo desiderio è alla base di una sfida impossibile in cui le loro vite private e professionali sono costantemente messe in discussione.

You engineered this.

Halt and Catch Fire - 1x04 Close to the MetalJoe McMillan è un leader necessario e perennemente alla ricerca di una nuova sfida e di una via alternativa per rendere possibile ciò che la maggior parte delle persone vede come un progetto ambizioso ma irrealizzabile. Il manager di produzione della Cardiff Electric ha il grande talento di credere con fermezza ad un’idealità che pensa possa tramutarsi in realtà; allo stesso tempo è in grado di gestire questo piccolo microcosmo di talenti, che è stato capace di scegliere e mettere insieme, ed esaltarne in pieno la produttività. Il suo è un genio machiavellico e imprevedibile che rischia però di mettere a repentaglio parte della vita privata di Cameron e Gordon, facendo pressione sia sulla stabilità mentale della giovane ragazza che sulle problematiche familiari dell’uomo per cercare di far ottenere visibilità alla “causa”. Joe è un uomo che sa vivere principalmente in prospettiva di un futuro ancora da conquistare, che sente e vive l’eccitazione del rischio, della velocità, della rincorsa continua verso un obiettivo apparentemente impossibile da raggiungere. Quando tutto sembra andare per il meglio, con Cameron prossima a completare il suo codice per il BIOS e i test che indicano una risposta inferiore a quella della soglia di Doherty, Joe fa in modo che nella sede della Cardiff Electric si materializzi una nuova crisi che metta in pericolo la concretezza delle possibilità di successo del progetto comune. La rovinosa ricaduta progettuale creata ad hoc per far scrivere al giornalista del Wall Street Quarterly del loro lavoro crea degli enormi problemi a quel nucleo lavorativo che era riuscito pazientemente a costruire.

I make your world possible.

Halt and Catch Fire - 1x04 Close to the MetalL’unica persona in grado di saper risolvere il problema creato da Joe è il personaggio più equilibrato e stabile della serie, che in questo episodio rappresenta il vero e proprio fulcro narrativo della vicenda: Donna Clark, moglie di Gordon. La giovane donna è sicuramente il character a cui sono state date più sfumature psicologiche e che allo stesso tempo ha la fortuna di essere interpretato in maniera eccellente; in grado di contrapporsi con forza a tutti e tre i protagonisti e uscirne totalmente vincitrice. Moglie e madre dotata di un enorme talento, è stata costretta a sacrificare parte delle sue ambizioni per salvaguardare la stabilità della sua famiglia e per rendere possibile le chance lavorative di Gordon. La giovane madre è l’elemento in grado di equilibrare il mondo straniante e compulsivo della Cardiff Electric così da renderlo presentabile alla realtà mediatica, e capace anche di mettere suo marito di fronte alle responsabilità da padre, condannare Joe per i suoi comportamenti moralmente discutibili e riequilibrare il caos interiore di Cameron.

She is our best option. Right now, she is our only option.

Halt and Catch Fire - 1x04 Close to the MetalDonna si introduce in un mondo che le appartiene ma che vive solamente dall’esterno e riesce a far pesare profondamente le sue decisioni, imponendosi come un elemento essenziale per la sopravvivenza del progetto; contemporaneamente è costretta a perdere quelle certezze che era riuscita a costruire con pazienza nella sua vita professionale, costretta a subire un forte ridimensionamento. In maniera speculare ma opposta, Cameron, prima provando a intrattenere i loro bambini e poi introducendosi in casa di Gordon e Donna, non è ancora in grado e non ha ancora la forza di influire direttamente  in un mondo che non è in grado di capire, perdendo completamente il contatto anche con tutto ciò che riusciva a rendere la sua azione febbrile e vitale, totalmente annichilita dalla sua perdita di autostima: è ancora una giovane ragazza tanto geniale e istintiva quanto inesperta e facilmente manipolabile.

Close to the Metal è un episodio di raccordo di fondamentale importanza, in cui per la prima volta nella serie gli autori riescono a dotare di spessore tutti i personaggi messi in scena; di conseguenza ci troviamo di fronte ad uno show in rapida progressione ed espansione, il cui valore effettivo non è ancora completamente percepibile ma che continua a rivelare qualità nascoste che ne accrescono potenzialità per il futuro e solidità narrativa.

Voto: 7

 

Davide Cinfrignini

Nato a Roma nel 1991, a 5 anni impara a leggere da solo rubando i quotidiani sportivi del padre.  Dopo essersi diplomato nel 2010 con una tesi su Woody Allen, decide di iscriversi a Studi Italiani alla Sapienza e per coerenza intellettuale si appassiona alla letteratura americana: McCarthy, De Lillo e David Foster Wallace. Amante delle arti visive trascorre la maggior parte del tempo a bombardarsi di immagini e parole tra cinema, videoclip e serie tv. Seppur non credente ha avuto Roger Federer come esperienza religiosa. Per due anni scrive recensioni cinematografiche finché si rende conto di quanto sia più affascinato dall’analisi delle serie tv, data la complessità della struttura narrativa.  Et voilà, nel 2013 approda finalmente a Seriangolo. Il resto seguitelo voi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *