Extant – 1×01 Re-Entry

Extant - 1x01 Re-EntryA differenza di quanto accade con la nostra televisione, in America i programmi non chiudono per le ferie estive e la CBS ci fa conoscere una nuova serie fantascientifica con una protagonista d’eccezione: Halle Berry.

Prodotta dalla Amblin di Steven Spielberg – che ritorna nel suo territorio d’elezione, la fantascienza – e creata da Mickey Fisher, Extant è una nuova serie tv in arrivo quest’estate che ci farà compagnia per 13 episodi. Con un ottimo esordio in fatto di ascolti, Extant è in effetti una interessantissima novità in un genere che in televisione certo non manca e che è in grado di sfruttare al meglio gli stilemi della fantascienza.

Extant - 1x01 Re-EntryHalle Berry è Molly Woods, un’astronauta impegnata per 13 mesi in una missione in solitaria nello spazio, con la sola compagnia di un computer parlante; al suo ritorno fatica non poco a reinserirsi all’interno della propria famiglia e della civiltà. Qualcosa non torna, però, quando le sue analisi del sangue riportano che la donna è incinta: com’è possibile se lei giura di non aver incontrato nessuno?

A questo filone thriller-spaziale si aggiunge però un’ambientazione futuristica molto credibile che non esagera con gli inserimenti high-tech nella vita quotidiana; ben più corposo nelle possibilità narrative è poi l’apporto costituito dal piccolo Ethan Woods, figlio di Molly e dell’ingegnere John, che si rivelerà ben presto essere un androide capace (ma il punto interrogativo è d’obbligo) di provare sentimenti umani.

Extant - 1x01 Re-EntryCome al solito, quando ci si trova davanti al pilot di una nuova serie televisiva, ci si deve soffermare non solo sulla qualità dell’episodio in sé ma anche sulle prospettive future: Extant sotto questo punto di vista mette in campo un ampio ventaglio di possibilità per quanto riguarda gli eventuali sviluppi narrativi; il reparto fantascientifico è infatti estremamente ricco e complotti e situazioni complicate sembrano sin da subito sul punto d’esplodere. I numerosi riferimenti alla letteratura fantascientifica, poi, dimostrano l’attenzione autoriale al genere (ed i rimandi a 2001: Odissea nello Spazio fanno ben sperare). Inoltre anche i richiami al recente film di Cuarón Gravity sono molto forti soprattutto – come immaginabile – nei flashback nello spazio, e la Berry ha il pregio di non avere il volto bloccato dal botulino.

Extant - 1x01 Re-EntryNon ci si ferma qui: sebbene rappresentino uno dei momenti di debolezza dell’episodio per la non accurata scrittura dei dialoghi, anche le discussioni sull’etica evolutiva di una tecnologia così invasiva e presente nella vita di tutti i giorni nella forma di robot senzienti potrebbero essere un ottimo spunto di narrazione, soprattutto alla luce dello strano rapporto che si è instaurato tra madre e figlio. La volontà di rifarsi a Matrix o Terminator è evidente nella tematica, ma potrebbe funzionare l’idea di ammantare tali questioni sulle eventuali macchine ribelli di uno sviluppo più privato, come può essere l’avere un figlio androide.

A far da regina in questo inizio di serie non poteva che essere la figura della protagonista, una Halle Berry convincente ed in parte che riesce a dare al suo personaggio la credibilità di cui necessitava; nonostante gli inserti esterni è chiaro che sulle spalle dell’attrice premio Oscar sia stata posta la responsabilità di reggere un pilot del genere. La missione è stata compiuta con successo; peccato non possa dirsi altrettanto per gli altri attori alle prese con interpretazioni non sempre all’altezza e personaggi per ora troppo stereotipati.

Extant - 1x01 Re-EntrySe infatti c’è da indicare una debolezza di questo primo episodio di Extant è una non frequente originalità: alcuni personaggi ed certe situazioni sono troppo prevedibili; la fortuna di Fisher è però quella d’essere in grado di unire i vari piani in un incastro – questo sì – più originale senza trasmettere costantemente la sensazione di già visto. Colpiscono in positivo gli effetti speciali: considerando che siamo di fronte ad una serie televisiva (per di più su un canale broadcast) l’assenza di gravità sembra essere azzeccata.

Al netto delle nostre considerazioni (e molte altre che per evitare spoiler non abbiamo trattato) il primo episodio di Extant è sicuramente riuscito: ci sono cose su cui lavorare – personaggi secondari soprattutto – ma il materiale di partenza è davvero buono.

Voto: 7 ½ 

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

1 Risposta

  1. bart scrive:

    Qualcuno mi sa spiegare come fa il figlio della protagonista a mangiare se è un robot? Grazie :-)

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *