Downton Abbey – 5×02 Episode Two

Downton Abbey – 5x02 Episode TwoNel corso delle passate stagioni, la capacità di Fellowes di fondere in maniera mirabile le vicende della famiglia Crawley e del suo personale di servizio con gli avvenimenti storici che hanno segnato le prime decadi del Novecento ha permesso a Downton Abbey di elevarsi al di sopra della mera definizione di soap in costume.

Seguendo la via indicata dalla premiere, questo secondo episodio mette in scena proprio le reazioni di alcuni degli abitanti di Downton all’avvento della modernità in tutte le sue forme: da quella tecnologica a quella politica e sociale. Dopo cinque annate questo meccanismo può però risultare a tratti ripetitivo, soprattutto quando non si accompagna a un’evoluzione dei personaggi coinvolti.
Downton Abbey – 5x02 Episode TwoIl caso di Lord Grantham è in questo senso paradigmatico. Il suo ostinato conservatorismo lo porta infatti a dar vita a dinamiche sempre uguali a se stesse: si pensi agli scambi con Rose circa l’acquisto della radio (ci sarà bisogno dell’intervento reale per convincerlo a cambiare idea), ma soprattutto alla sua totale chiusura nei confronti delle idee politiche di Miss Bunting e di Branson. Nonostante il dialogo tra quest’ultimo e il Conte sia intenso e ben scritto (“I didn’t kill him personally” “I didn’t shoot the Imperial Family”), questa nuova opposizione sembra costituire un passo indietro rispetto al lento percorso di avvicinamento che li aveva visti protagonisti in seguito alla morte di Sybil.

Downton Abbey – 5x02 Episode TwoMary, a differenza del padre, sembra invece decisa ad abbracciare usi e costumi moderni. La decisione di accettare la proposta di Lord Gillingham e di acquistare contraccettivi, ma anche l’esplicito dialogo che intrattiene con Blake, sono tutti indizi dello sviluppo del suo personaggio, e al tempo stesso sono un riflesso del graduale evolversi della figura della donna. Seppure non ancora accettata dalla società (pensiamo alla reazione della farmacista nei confronti della povera Anna), si sta facendo lentamente strada una diversa concezione della sessualità da parte della donna, e Mary, salvo pentimenti dell’ultimo minuto, ne è l’emblema. Se nella prima stagione l’incontro con Pamuk era stato vissuto come un peccato imperdonabile, una colpa da espiare, in questo caso invece vediamo una Lady Crawley più consapevole e sicura delle sue scelte.

Downton Abbey – 5x02 Episode TwoAnche in questo episodio sono però le piccole vicende personali che si svolgono downstairs a coinvolgere maggiormente, grazie alla solita bravura di Fellowes nel dipingere i personaggi e i loro rapporti. Protagonista assoluto in questo senso è Thomas, che dopo un commovente addio a Jimmy, torna a seminare discordia tra Molesley e Baxter. Più volte si è discusso della peculiarità del suo percorso e della sua almeno apparente regressione a villain monodimensionale durante il corso della passata stagione. Il dialogo con Anna va finalmente a smentire queste accuse, mostrandoci un personaggio complesso e scisso, in cui il desiderio di appartenenza convive con una tendenza all’isolamento come strumento di difesa: “There are times when I’d like to belong. Does that sound funny?”.

Downton Abbey – 5x02 Episode TwoA fare da trait d’union tra upstairs e downstairs troviamo lo scontro tra Carson e Lord Grantham circa la collocazione del monumento ai caduti. La divergenza d’opinioni tra i due costituisce una boccata d’aria d’aria fresca per il personaggio di Carson, in quanto gli dà la possibilità – una volta tanto – di prendere le distanze dalle idee del conte e infine di accettare quella che potremmo definire come una concezione più moderna e popolare della scultura commemorativa. La storyline permette anche un approfondimento del rapporto tra il maggiordomo e Mrs. Hughes. Sorprendentemente Carson sembra infatti più turbato dall’essere in disaccordo con lei che con Lord Grantham, e questo lo porta a dichiarare in maniera più esplicita che mai i suoi sentimenti, superando il suo solito contegno e la sua riservatezza. Potenzialmente questa avrebbe potuto essere un’occasione di sviluppo anche per il personaggio di Robert, che vediamo fin da subito impegnato a sostenere la collocazione in città dell’opera, ma il dubbio che in realtà il suo interesse primario fosse quello di preservare il campo da cricket ne annulla quasi completamente la portata. Sia nel caso della radio che in quello del monumento l’accettazione del nuovo da parte di Lord Grantham sembra in realtà nascondere motivazioni conservatrici, lasciando il personaggio in una situazione di stallo.

Downton Abbey – 5x02 Episode TwoNel complesso però l’unica nota veramente stonata dell’episodio giunge nel finale con l’inevitabile (?) riapertura delle indagini circa la morte di Green. La speranza è che la storyline si chiuda in maniera concisa, senza portare a un nuovo processo e ad un’eventuale incarcerazione di Bates che già in passato avevano appesantito – e non poco – la narrazione. L’episodio si conclude con gli abitanti di Downton che ascoltano in religioso silenzio il discorso di Giorgio V trasmesso alla radio: un’immagine emblematica della commistione di vecchio e nuovo, modernità e tradizione, che caratterizza la serie. Fellowes continua insomma ad affidarsi a una formula narrativa ormai consolidata, forse priva del mordente delle passate stagioni, ma nel complesso ancora gradevole ed efficace.

 Voto: 7,5

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *