American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2) 1


American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)È tradizione in America produrre delle puntate a tema delle serie televisive che andranno in onda nella settimana di Halloween. Com’era prevedibile FX non ha perso l’occasione per rendere il suo Freak Show ancora più horror, inglobando le atmosfere tipiche del 31 ottobre in modo più intelligente del previsto. 

La prima parte di Edward Mordrake ci aveva dato un assaggio di quello che sarebbe stato il tendone dei nostri freaks durante la notte di Halloween, ma solo la seconda parte ha spinto sull’acceleratore in modo deciso, anche a rischio di esagerare, soprattutto sulla parte estetica, decidendo di non risparmiarci scene abbastanza crude.

American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)Iniziamo col parlare di Edward Mordrake, che come i bambini mascherati, va in giro a chiedere trick or treat? alle povere anime che incontra nel regno di Elsa Mars. La metafora calza a pennello: il lord inglese, che dà il titolo all’episodio, incarna la figura errante tipica di Halloween e chiede un dolcetto per non fare uno scherzetto, nel suo caso commettere un omicidio. Per completare la citazione della festività (oltre ovviamente ad aver ambientato gli avvenimenti proprio nella notte del 31 ottobre – ma evidentemente a Murphy sembrava troppo poco), Edward è anche travestito, o per meglio dire il suo io cattivo, incarnato dalla seconda faccia che ha dietro la testa, si è travestito da parte buona. Questa figura halloweeniana risulta una buona scelta, non tanto per il suo apporto alla trama o per essere stato un personaggio particolarmente ben scritto o interessante, ma in quanto amplificatore delle esperienze altrui, microfono di quei freak che si sono raccontati grazie alla sua evocazione. Il suo ruolo è stato in qualche modo passivo (ok, ha ucciso il clown, ma la sua presenza non è stata importante per questo), riuscendo a far diventare attivi per la prima volta i suoi interlocutori, vulnerabili perché spaventati, uomini anziché mostri.

American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)In Edward Mordrake (Part 2) abbiamo fatto un salto nel passato, scoprendo la storia di alcuni dei protagonisti di Freak Show e le origini della loro infelicità. Nonostante la buona intuizione di legare al personaggio e al ruolo di Edward la narrazione del passato, dispiace il poco spazio dedicato al racconto nel presente della donna senza gambe e del seal man: proprio per il loro essere affetti da una disabilità non recitata e finta, ma reale, questi hanno inevitabilmente parlato non solo di loro come personaggi, ma anche come persone (non necessariamente condividendo lo stesso passato tragico), potendo affrontare l’argomento con un realismo di gran lunga maggiore a quanto siamo abituati e parlando con un coinvolgimento autentico e sentito. Con queste parole non intendo dire che Murphy avrebbe dovuto affrontare il tema della disabilità e delle sofferenze che ne derivano come si fa solitamente nei talk show, cioè puntando sul pietismo e sul vittimismo dei protagonisti: anzi, avrebbe nobilitato la serie sviluppando questo segmento di puntata come sfogo personale dei personaggi, che, senza filtri, avrebbero potuto raccontarsi fino in fondo e senza la paura di farci storcere il naso con storie troppo dure o personali. Il tema è stato trattato con un po’ di superficialità, ma è comprensibile, visto che lo showrunner non vedeva l’ora di mostrarci il pezzo forte della puntata: Jessica Lange con caschetto biondo e completo leather da perfetta dominatrix sadomaso.

American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)Detto così fa sorridere, ma l’effetto in tv è stato anche peggiore: non tutte le ciambelle escono col buco ed in questo caso vedere l’attrice strizzata in un bustino nero che porta al guinzaglio un cliente genera più una risata di imbarazzo che altro. Anche per Elsa Mars il flashback non è servito a fare un’incursione all’interno del personaggio, a capirla e a conoscerla meglio, ma ci ha raccontato solo una storia, delegando allo spettatore il compito di trarne le conclusioni, di tirare le somme e interpretare la donna che è oggi tramite quello che ora sappiamo del suo passato. Il breve accenno alla popolarità conquistata con lo snuff movie è interessante, ma sembra contraddittorio: perché una donna che subisce un simile trattamento vorrebbe riprovare a diventare una star famosa? Oppure questa maschera che Elsa indossa vuole essere un modo di esorcizzare il passato, proprio come si fa con i costumi di Halloween? Il concetto non è chiaro, probabilmente è troppo presto per chiarirlo, ma questa sarebbe stata un’occasione perfetta.

American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)Per finire non si possono non menzionare i due colpi di scena che caratterizzano il finale di Edward Mordrake (Part 2) e che cambiano gli equilibri costruiti in quattro puntate: la morte di Twisty the Clown (e forse, più importante, il passaggio del testimone) e la tregua stipulata tra i freaks ed i normali. Entrambi gli avvenimenti sono interessantissimi perché inaspettati – chi avrebbe previsto la morte del clown al quarto episodio? –, ma potenziali vittime del difetto maggiore che ha sviluppato American Horror Story negli ultimi due anni. Sin da Coven, lo show continua a promettere senza mantenere nulla; ci mostra tanti personaggi e situazioni interessanti senza mai arrivare al dunque e svelare la vera essenza della stagione. Anche in questo caso, dopo la fallimentare esperienza dell’anno scorso, sembra che Freak Show continui a farci vedere la locandina dello spettacolo senza mai farci assistere alle esibizioni dei suoi freaks. È come se stessimo ancora fuori dal tendone, in un fila che scorre veloce, ma non finisce mai. È questa la maledizione di American Horror Story, capace di intrattenere, ma anche di farsi dimenticare subito dopo.

Nonostante questo, però, lo show si mantiene su ascolti molto alti (almeno per le medie di rete) e, finché sarà così, un cambiamento di rotta sarà difficile, soprattutto per la paura di deludere il pubblico conquistato nel tempo. Da spettatore non posso non sperare in un cambio di direzione deciso, che possa correggere i difetti di Freak Show e renderlo migliore, anche a costo di perdere qualche punto di rating.

Voto: 7

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Davide Canti

Noioso provinciale milanese, mi interesso di storytelling sia per la TV che per la pubblicità (in fondo che differenza c'è?!). Criticante per vocazione e criticato per aspirazione, mi avvicino alla serialità a fine anni '90 con i vampiri e qualche anno dopo con delle signore disperate. Cosa voglio fare da grande? L'obiettivo è quello di raccontare storie nuove in modo nuovo. Intanto studio, perché il pezzo di carta è importante, si sa! "I critici e i recensori contano davvero un casino sul fatto che alla fine l'inferno non esista." (Chuck Palahniuk)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “American Horror Story – 4×04 Edward Mordrake (Part 2)

  • Vega87

    Cosa volete che vi dica, a me questa stagione piace da impazzire!! e la storia di Twisty mi ha messo una tristezza addosso..Ora vedremo cosa combinerà quel vero folle di Dandy..