Shameless US – 5×02/03 I’m The Liver & The Two Lisas

Shameless US – 5x02/03 I'm The Liver & The Two LisasLa capacità di stupire ancora, arrivati alla quinta stagione, non è cosa comune a ogni serie tv ‒ ma Shameless possiede questa qualità e, pur non allontanandosi mai dalla propria sostanza e coerenza, è capace di lasciare senza parole e rimescolare le carte costantemente.

Partiamo dalla fine, dall’esplosione che ha distrutto la casa di Sheila e ci ha fatto saltare sulla sedia: non si tratta solo della soluzione più brillante possibile per chiudere una storyline (il triangolo Sheila/Frank/Sammi), ormai esaurita e ripetitiva, ma anche il modo più traumatico di rimettere in pista Frank, facendolo ripiombare nel suo mondo fatto di vita alla giornata, imbrogli e cause strampalate.
Un twist deciso che stupisce per il coraggio e fa spuntare un sorriso di compiacimento sulle labbra di chi ama questo show e ne apprezza soprattutto l’inclinazione al caos, in tutte le sue sfaccettature comiche e drammatiche.

It’s just you’re a chaos junkie, Fiona. And I’m a junkie, junkie. So I love chaos. And when I get into chaos, bad shit follows.

Dovendo cercare un sostantivo che definisca non solo Fiona ma tutto il mondo di Shameless, probabilmente “caos” sarebbe appunto la parola adatta; e se nell’opening di stagione ne abbiamo visto il lato allegro e spensierato, adesso si inizia a fare i conti con la caotica realtà.
Shameless US – 5x02/03 I'm The Liver & The Two LisasSi parla di disastri in arrivo, come sempre, anche se il pretesto per comporre il quadro d’insieme è ogni volta differente: il Father’s Day, le lesbiche hipster vicine di casa, una reunion di trapiantati che impersonano i propri organi ‒ ogni situazione riconduce alla forza centrifuga di casini che i personaggi si portano dietro ovunque vadano. Il primo disastro è anche il più prevedibile, con Fiona che esce dalla libertà vigilata togliendosi il bracciale elettronico dalla caviglia con un cacciavite e mettendoci meno di 24 ore per provarci con il capo, litigare con un cliente e infilarsi in una rissa da bar con la sorellina.
Ed è questa sua inclinazione al caos ad attrarre e allontanare Sean; nonostante una fortissima attrazione reciproca, quando lei gli rivela i suoi sentimenti lui reagisce con disagio. La sua mancanza di rispetto verso il percorso di sobrietà, l’incapacità di porsi dei limiti e di vedere le conseguenze delle proprie azioni fanno paura a un ex drogato che ha bisogno di stabilità. E se Fiona sa essere molto saggia nel giudicare Frank, tentando di dissuadere Sammi dall’idea di poter ricevere quell’affetto che la sorellastra cerca in modo morboso, si rifiuta però di vedere il legame tra i comportamenti del genitore e i propri, esattamente come Ian.


Fourteen will get you twenty!

Shameless US – 5x02/03 I'm The Liver & The Two LisasMa vedere se stessa in Debbie, mentre scappa da un locale in tacchi alti, è tutta un’altra questione.
Ed è proprio la sorellina, che sembra seguire le sue orme, a indurre una scintilla di cambiamento: al momento di scatenare un dramma con la fidanzata di Liam, che l’ha corteggiata (per gli stessi motivi, peraltro, a causa dei quali Sean l’ha respinta) e poi delusa, Fiona sceglie di non metterlo nei guai e comportarsi lealmente; questo le fa guadagnare l’attenzione di Gus, un altro musicista ma uomo ben migliore di lui. L’emozione negli occhi di lei alle parole della sua canzone, che sembrano leggerle dentro in un modo finora sconosciuto, fa capire quanto Fiona desideri profondamente essere una persona migliore. Sappiamo tutti che non sarà l’ennesimo uomo a cambiarla, ma (Jimmy permettendo, che è ancora un fantasma che aleggia sulla sua vita) forse è l’inizio di un percorso nuovo.

“Friends don’t rape friends”
“I didn’t mean to rape you. I’m sorry”

La maturazione improvvisa di Debbie è un’altra bomba pronta a esplodere creando situazioni inaspettate, innanzitutto il legame con Svetlana: la mancanza di una figura materna per la ragazzina e l’isolamento della ex prostituta dagli altri personaggi, che ancora la giudicano per aver “incastrato” Mickey, contribuiscono a creare un inedito e divertente duetto, che si conclude con Debbie che esce di casa truccata proprio “like a hooker“.
La disponibilità e l’assurdo accento di Svetlana conquistano anche Kev che, incompreso da Vi e lasciato solo con le bambine proprio nel giorno della festa del Papà, fa quello che fanno tutte le madri del mondo: chiede consigli alle altre mamme. Il fatto poi che tutta la faccenda si concluda con approcci a dir poco spregiudicati verso l’allattamento al seno è una conclusione perfettamente in stile Shameless.
Porta il marchio tipico della serie anche la deriva drama riservata a Debbie, che, testarda e senza una guida, finisce per perdere la verginità con Matty mentre lui è semi-cosciente, solo per non farsi superare da Carl ‒ e perde così non solo la verginità, ma anche un amico e una buona dose di innocenza.


We can do more damage, if we have a plan

Shameless US – 5x02/03 I'm The Liver & The Two LisasE poi ci sono i disastri personali di Ian e Lip.
Il primo soccombe di nuovo ai suoi problemi mentali durante il funerale di un commilitone ‒ prontamente aiutato dalla famiglia allargata Milkovitch, che però dovrà inevitabilmente (e rapidamente) prendere coscienza che i guai di Ian non saranno sempre risolvibili con un perfect plan, ma che richiedono assistenza per non fargli fare la fine di sua madre.

Lip invece vede, ancora una volta, i suoi mondi scontrarsi e deve scendere a patti col fatto che non è, e forse non sarà mai più, la persona di prima; quello che è successo alla fine della quarta stagione l’ha cambiato inesorabilmente e forse lo ha trasformato in meglio, aiutandolo a far fruttare le sue doti ‒ ma lo ha reso anche diverso, e distante dal mondo in cui si sapeva muovere così bene.
Mandy è la personificazione di un microcosmo che lo accoglie ancora a braccia aperte, ma in cui lui non riesce più ad inserirsi. E lei come sempre lo capisce per prima, scegliendo di andarsene con Kenyatta pur sapendo che il suo amore, non ricambiato, sarà sempre per lui.

We are dinosaurs, my friend. And a big, fat comet is headed for our sweet slice of Earth. And that comet is a Starbucks.

Shameless US – 5x02/03 I'm The Liver & The Two LisasInfine la gentrification del quartiere, rievocata alla conclusione di entrambi gli episodi, che sembra confermarsi come lo sviluppo caotico orizzontale più importante della stagione, in grado di mettere in difficoltà tutte le disfunctional families della serie: a partire dal coffee shop organico che Lip sta contribuendo a costruire, fino alla determinazione delle due Lisa, la trasformazione in corso potrebbe coinvolgere in modo sostanziale tutti i personaggi ‒ non solo questa nuova versione di Frank (Shameless & homeless) ma anche l’Alibi che deve trovare nuove fonti di guadagno e la capacità stessa dei Gallagher di sopravvivere, nonostante l’ottimismo di Fiona.

Ormai sembra chiaro che, in ogni stagione, a Shameless servano almeno un paio di episodi per “riscaldarsi” e dare il via agli eventi. Dopo una première che aveva tracciato dei riconquistati, fragili equilibri per tutti i personaggi e un secondo episodio che si è limitato a portare avanti gli stessi intrecci, è con il terzo che Shameless esce dalla fase di stallo: un’esplosione, non solo metaforica, che ci catapulta di nuovo nel turbine scombinato delle vicende. Consapevoli che il meglio ‒ o più probabilmente il peggio ‒ deve ancora arrivare.

Voto 5×02: 7
Voto 5×03: 9

 

Eugenia Fattori

Bolognese di nascita - ma non chiedete l'età a una signora - è fanatica di scrittura e di cinema fin dalla culla, quindi era destino che scoprisse le serie tv e cercasse di unire le sue due grandi passioni. Inspiegabilmente (dato che tende a non portare mai scarpe e a non ricordarsi neanche le tabelline) è finita a lavorare nella moda e nei social media, ma Seriangolo è dove si sente davvero a casa.

3 Risposte

  1. Ambrosia scrive:

    Tutto molto bello, ma sono l’unica ad avere notato la svolta verso l’anoressia di Mandy? La cosa mi ha turbato profondamente.

     
  2. Teresa scrive:

    Shameless è una grande serie. Alterna momenti davvero Shameless, tipo Debbie che stupra il suo amico, o Carl che fa i servizietti alle ragazze, a momenti delicati come quello tra Debbie e Fiona che si stringono la mano senza parlare, o quello bellissimo di Fiona che ascolta il chitarrista e si commuove. e l’equilibrio tra questi momenti finora è stato perfetto.
    Nella vostra classifica dramedy non l’avete messa neanche tra i primi 5, ma per me sta al primo posto. O al massimo al secondo, dopo Louie.

     
  3. Dreamer88 scrive:

    Nulla da eccepire sulla recensione delle due puntate, anche se avrei dato un voto leggermente più alto alla 5×02. Dopo 5 stagioni di Shameless, credo che sia ora di dire quello che già pensavo da tempo riguardo questo show: per me, Shameless è, finora, la migliore serie (considero sia i drama che le comedy) di Showtime in assoluto. Lo so, è un’affermazione impegnativa la mia però il discorso è questo: Shameless è sempre stata coerente con sè stessa, non ha mai avuto un calo qualitativo importante (forse solo qualche alto e basso nella seconda stagione, ma trascurabile) e, soprattutto, ha avuto la capacità, di anno in anno, di maturare considerevolmente (soprattutto sul lato drama della serie). Non ci sono Homeland o Dexter che tengano, Shameless è nettamente migliore di loro (l’unica che potrebbe trovarsi al suo livello è Masters of Sex ma ha avuto solo due stagioni, bisognerebbe valutarla nel “lungo periodo”).

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *