Togetherness – 1×02/03 Handcuffs & Insanity

Togetherness - 1x02/03 Handcuffs & InsanityA tre settimane dalla messa in onda del primo episodio la HBO ha deciso di rinnovare per una seconda stagione la nuova creatura dei fratelli Duplass, che ha confermato di essere una delle novità più interessanti di questo nuovo anno televisivo, rispettando le aspettative che si erano create alla vigilia della messa in onda di questa prima stagione.

Dopo un episodio introduttivo piuttosto convincente per come è riuscito con abilità ad introdurre e far convergere tra di loro le vicende dei protagonisti, gettando le basi tematiche e narrative di tutta la stagione, gli autori utilizzano le due puntate successive per focalizzare la loro attenzione verso i quattro personaggi principali; gli attori che li interpretano si confermano essere totalmente adeguati ai loro ruoli, ampliando lo spettro interpretativo dei loro personaggi con grande naturalezza e spontaneità. Togetherness si presenta come il racconto di un microcosmo popolato da figure perse tra le loro insicurezze esistenziali e sentimentali, in cui l’utilizzo di diversi registri di genere viene gestito con grande equilibrio: questo inizio di stagione tenta infatti di coniugare comicità e approfondimento, riuscendo con apparente facilità a definire un orizzonte narrativo riconoscibile in cui si muovono personaggi che si mettono progressivamente a nudo, mostrando debolezze e fragilità con ironia e cinismo.

Every day I wake up, I know what the day is gonna be like.

Togetherness - 1x02/03 Handcuffs & InsanityLa stabilità della famiglia Pierson è messa seriamente in discussione sia per la presenza dei due nuovi ospiti che per l’insoddisfazione di Michelle: la donna sente di aver perso il controllo della sua vita, bloccata da una squallida routine sessuale che le impedisce di provare attrazione verso suo marito, e a causa della presenza di sua sorella e dei figli non è più in grado di ritagliarsi degli spicchi di tempo per se stessa. Il desiderio di dominare il dolce caos della sua vita la porta prima ad imporre goffamente i propri impulsi sessuali al marito per poi cercare di assicurarsi un futuro stimolante per i suoi figli, finendo così per capitare in un incontro casuale che potrebbe risultare un pericolo per il prosieguo del suo matrimonio: il post maternità per Michelle corre il pericolo di diventare un periodo così opprimente da rischiare di farle mettere in dubbio la sua intera vita familiare.

Togetherness - 1x02/03 Handcuffs & InsanityLa giovane madre vorrebbe che suo marito fosse più spontaneo e fantasioso nel loro rapporto, e allo stesso tempo è alla ricerca di una comunità variegata dove far crescere i propri figli: un luogo diverso dalla propria casa, dover poter ritrovare anche se stessa e fare nuove conoscenze. Il percorso di Brett è meno centrato e articolato rispetto a quello della moglie, che riesce già a funzionare indipendentemente dagli altri personaggi, e in queste due puntate risulta essere ancora in una fase embrionale, sia per quanto riguarda la componente comedy che nel tentativo di ampliare la caratterizzazione del personaggio mettendolo in relazione al suo ambiente lavorativo. La storyline che lo vede protagonista si estende per due episodi finendo per risultare come un semplice riempitivo di due puntate ricche di avvenimenti; gli autori per ora non sembrano avere le idee particolarmente chiare su quale sarà il percorso che dovrà intraprendere il personaggio, che rischia di essere quello meno messo a fuoco tra i quattro protagonisti.

Do you ever think about… doing something with your hair?

Togetherness - 1x02/03 Handcuffs & InsanityI segmenti più efficaci di entrambi gli episodi vedono protagonisti Alex e Tina, i due coinquilini ospiti per motivi diversi della famiglia Pierson. La complicità che si è subito creata tra i due è dovuta ad un medesimo passato fatto di fallimenti ed enormi delusioni professionali e umane che li lega; i due personaggi sono costruiti in maniera tale da far emergere la comicità dal loro continuo contrasto caratteriale e fisico. Tina è una donna eccentrica, disposta a tutto pur di ottenere ciò che desidera, e per Alex è stimolante averla vicino così da poter ricominciare il suo percorso come attore, liberandosi dal pensiero deprimente delle numerose occasioni perse durante la giovinezza. I due sono la rappresentazione più cinica e disillusa che si potrebbe ottenere di una generazione che non è ancora riuscita a ridefinire il futuro in relazione alle proprie aspettative e che finisce per trascinare stancamente la propria vita svuotandola di ogni significato. Il sostanziale fallimento di ogni tentativo di cambiamento dei due è anche dovuto alla loro incapacità di trovare un luogo, un contesto o una comunità di appartenenza, finendo per essere sempre alienati e incapaci di reagire.

Togetherness è una serie valida e intrigante che deve ancora sviluppare totalmente tutto il suo potenziale, e i due autori per ora si sono concentrati quasi totalmente nella costruzione di protagonisti credibili e psicologicamente sfaccettati; non tutti i tentativi sono andati a buon fine, anche se la serie continua a divertire con grande intelligenza attraverso intrecci narrativi che si sviluppano con semplicità e originalità.

Voto 1×02: 7
Voto 1×03: 6,5

 

Davide Cinfrignini

Nato a Roma nel 1991, a 5 anni impara a leggere da solo rubando i quotidiani sportivi del padre.  Dopo essersi diplomato nel 2010 con una tesi su Woody Allen, decide di iscriversi a Studi Italiani alla Sapienza e per coerenza intellettuale si appassiona alla letteratura americana: McCarthy, De Lillo e David Foster Wallace. Amante delle arti visive trascorre la maggior parte del tempo a bombardarsi di immagini e parole tra cinema, videoclip e serie tv. Seppur non credente ha avuto Roger Federer come esperienza religiosa. Per due anni scrive recensioni cinematografiche finché si rende conto di quanto sia più affascinato dall’analisi delle serie tv, data la complessità della struttura narrativa.  Et voilà, nel 2013 approda finalmente a Seriangolo. Il resto seguitelo voi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *