Masters of Sex – 3×05 Matters of Gravity


Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityIn the future, when people talk about our work, I hope that they will say to each other: “What was all the fuss about?”. I hope they’ll find it hard to believe there was ever a time that this kind of study was necessary. What a triumph that would be.

Il trionfo di Bill Masters si consuma nelle parole pronunciate nell’auditorium della Washington University, quella stessa università da cui tutto era partito e presso cui tutto era stato rifiutato: il luogo che per primo aveva chiuso le porte ai pionieri della ricerca sessuale diventa l’anfiteatro del loro successo, testimone indelebile di una visione illuminata che si è trasformata in una tangibile realtà. Nel corso di questo lungo processo ogni personaggio ha dovuto rinunciare a qualcosa di importante per la propria vita, qualcosa di vitale che lo ha reso quello che è ora: cambiato, maturato in una nuova specie. “Matters of Gravity” si assume l’arduo compito di spiegare allo spettatore quale sia stato il prezzo della ricerca e quanto sia grande il divario tra i pionieri e la loro famiglia. L’episodio si focalizza sul conflitto sempiterno alla base della serie: la dicotomia lavoro/famiglia viene qui analizzata e portata ad un livello superiore. 
A cosa sono serviti i tentativi, le notti insonni, i sacrifici, i figli abbandonati? Alla fine dei conti, quando il peggio è passato e si ha a che fare con un successo così a lungo agognato, ne sarà valsa veramente la pena? Le domande che i protagonisti si pongono sono il sintomo di un malessere peggiore: una crisi paralizzante che minaccia di mandare in pezzi le loro vite.

Just to make sure that it really happened.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityLa quiete dopo la tempesta. La calma dopo mesi e mesi di preparazione. Mentre Bill e Virginia si godono una delle poche serate trascorse nella tranquillità della casa di lei, una nuova ondata di problemi si staglia all’orizzonte. La sensazione di straniamento riguardo il proseguimento della loro relazione ‒ è ormai chiaro al pubblico che tutti sanno e fingono di non sapere per il buon nome delle loro famiglie ‒ si spezza e lascia posto ad una nuova consapevolezza: si tratta pur sempre di una relazione clandestina, della quale è a conoscenza anche, ma sopratutto, la figlia di Virginia, trottola impazzita alla ricerca d’attenzioni.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityCiò che impedisce al piano della figlia di continuare è proprio la scarsa conoscenza dei meccanismi che regolano il mondo degli adulti: una relazione che potrebbe dar luogo ad uno scandalo è invece vista dalla madre di Virginia come un’occasione di riscatto sociale, di rivalsa rispetto ai precedenti matrimoni. Il rapporto conflittuale tra Virginia e la figlia è stato ampiamente analizzato in questa terza stagione ed in “Matters of Gravity” raggiunge vertici impensabili: è ormai chiaro che la figlia ha intenzione di distruggere quel finto equilibrio sul quale la relazione si è posata per così tanti anni. Ma è accaduto sul serio? Questa la domanda che si pongono, increduli, Bill e Virginia, ed è la domanda condivisa da tutti gli spettatori: è possibile che un equilibrio del genere abbia retto così tanto tempo, senza vacillare né minacciare di distruggere la carriera e la reputazione di tutte le persone coinvolte?

She didn’t want you to be disappointed.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityLa radice dei problemi famigliari di Virginia e del suo difficile rapporto con la figlia va ricercata nell’intricata relazione che la lega alla madre, una figura forte ed autoritaria, sempre pronta ad un giudizio tagliente sulla vita della figlia: nelle loro interazioni troviamo traccia di forti ed antichi rancori che si basano su una visione della vita diametralmente opposta. A giudicare dall’evolversi dell’episodio, tale visione non è così opposta come potrebbe sembrare: è dalle parole del padre che veniamo a sapere quanto in realtà le donne siano più simili di quanto pensino. È dalla madre che Virginia ha ereditato la determinazione e la tenacia che la rendono una donna in carriera come lei, così come il senso di colpa lancinante verso la sua famiglia, dilaniata dai continui spostamenti. La ricerca ha cambiato in meglio Virginia, rendendola più consapevole di se stessa, nonché facendo di lei un medico affermato: ma a cosa ha dovuto rinunciare in questo percorso? Non solo ai suoi figli ed alla sua dignità di madre e di donna, ma alla sua stessa vita sentimentale.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityNel momento più intenso dell’episodio assistiamo ad uno scambio di sguardi tra Virginia e la madre che tradisce una grandissima ammirazione della donna nei confronti della figlia. Ma è la madre a tradirsi con le sue parole concitate, credendo di interpretare le volontà di Gini e dimostrando di non sapere per nulla capire i suoi sentimenti: istigando la figlia ad una relazione con Bill questa di fatto elimina ogni possibilità che ciò avvenga, proprio in virtù delle motivazioni puramente economiche e sociali che vi sono alla base. Non è l’amore a mancare, bensì la maturità nell’ammettere che la finzione non può mai giovare come la verità: Virginia e Bill tentano di proteggere le loro famiglie da una verità scomoda, condannando se stessi e i loro figli ad un clima idillico di sola apparente felicità. La decisione di Virginia di chiedere un appuntamento al loro investitore viene dettata solo da una reazione d’istinto: la volontà di provare a cambiare un sistema oppressivo che sembra destinato a distruggere le vite di tutti; la volontà di contraddire quella donna che sa tutto ed al contempo non ha ancora capito niente.

Love is… the curvature of our desire.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityForse la domanda più spaventosa di tutte per un uomo così pragmatico come Bill Masters; forse il conflitto più grande per chi come lui ha passato a setaccio ogni aspetto della sua vita, programmandola in funzione della sua ricerca sessuale. E poi, una variabile impazzita che incrocia la sua strada e trasforma la sua vita in caos di sogni e d’ispirazione, una partner in grado di tenergli testa, intellettualmente e fisicamente: cos’è l’amore, per chi non l’ha mai provato? Il personaggio di Bill Masters, nel corso di questi tre anni, ha subito una caratterizzazione esemplare, a tal punto dettagliata da fornirci la misura della sua incapacità di instaurare rapporti con il prossimo, a partire dalla sua prima famiglia, quella di nascita, fino a quella che si è creato da solo.
Gli autori hanno deciso deliberatamente di modificare il volto serio ed arcigno del dottor Masters nel corso di questa stagione, creando l’immagine di un uomo parzialmente sereno: lo sconcerto nel sentirlo cantare ad una Virginia sofferente trova una spiegazione nelle ultime e concitate parole nell’auditorium dell’università. Quella pelliccia accuratamente selezionata, così come il libro che l’ha ispirata, sono il segno di un cambiamento che lo stesso sente necessario per avvicinarsi di più a colei che è l’unica. Nelle azioni di Bill si legge una dichiarazione d’intenti ben precisa, che a tutti ormai è resa nota, compresa la destinataria: un cambiamento così tangibile dovuto ad un sentimento che ora viene posto alla base di ogni cosa. Quasi come un bambino alla prima esperienza, con il candore e l’ingenuità che lo contraddistinguono, Bill si lascia andare: ed è forse la dichiarazione d’amore più bella che ci potessimo aspettare.

Somebody needed to teach him a lesson.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityIl deficit comportamentale di Bille la sua totale incapacità di relazionarsi alle persone emergono in risposta ad un argomento estremamente delicato per lui. Il pestaggio del figlio riporta a galla ricordi e momenti che sarebbe stato meglio tenere sopiti; ma soprattutto la certezza di non essere stato abbastanza, di non essere stato un padre capace di essere presente per i propri figli. Il prezzo pagato per l’impegno profuso in favore della ricerca viene riscosso a piccole dosi, in momenti in cui anche l’affetto di un figlio può offrire la consolazione giusta in una vita piena di certezze lavorative e priva di affetti reali. La mancanza di feeling tra Bill e il figlio si percepisce soprattutto nell’emblematica scena finale, in cui lo stesso padre s’impegna, forse per la prima volta, nel creare con lui un legame: ma è troppo tardi, e quel tentativo abbozzato non salva un rapporto naufragato prima ancora di poter cominciare. Il rifiuto del figlio simboleggia un fallimento sul piano affettivo che Bill non è ancora pronto ad affrontare.

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityIl suo tentativo di dare una lezione al figlio dell’idraulico contribuisce ad arricchire il quadro psicologico del personaggio: nonostante i suoi sforzi, Bill non riesce ‒ e non può ‒ ad essere diverso da suo padre. Il suo background gli impedisce di pensare che ci sia un’altra soluzione per un bambino di tredici anni, e le sue ferite gli impediscono di credere che lo stesso non meriti una lezione; una lezione che lui stesso deve impartirgli. Nelle parole piene di rabbia vi è un’eco fortissima del padre, della sua autorità incontrastata, nel suo essere protettore ed al contempo padrone; una figura per la quale Bill prova al contempo repulsione e fascino. Non è un caso che anche nel momento di più alta dignità personale, egli non riesca a sentirsi soddisfatto: perché per tutta la vita solo una è stata l’approvazione che cercava; perché ogni istante della sua ricerca era volto al diventare un pioniere che avrebbe raggiunto l’orizzonte, pur di ottenere il plauso del suo genitore.

Are those even possible? Fresh starts?

Masters of Sex - 3x05 Matters of GravityLa storyline di Margaret e Barton poteva sembrare un inutile riempitivo che fungeva da contorno alle storie ben più importanti dei protagonisti, ma come l’episodio corrente ha dimostrato, la storia è ben diversa: il filo che lega i due ex-coniugi è molto più stretto di quanto si possa immaginare. È proprio da Barton che Margaret trova conforto ed aiuto: la donna è ossessionata dall’idea di aver sbagliato tutto, di nuovo; di non essere capace di far svoltare la propria vita, imbrigliata in un’idea dell’amore che non ha nulla di sano. Ma i “fresh starts” di cui lei parla, quei nuovi inizi tanto agognati, sono difficili da raggiungere quando non si è ancora in grado di chiudere con il passato: nel momento in cui Barton decide di rivelare la verità a Vivian, la magia si spezza, e Margaret è finalmente capace di uscire dal guscio sterile della sua vita matrimoniale; perché è solo tramite una netta e recisa chiusura con il passato che il futuro potrà bussare alle sue porte con nuove ed invitanti proposte. Ma è la stessa donna ad essere cambiata, distanziandosi dalla figura propostaci nella prima stagione: la sua volontà di essere felice traspare in ogni sua azione, così come la forza d’animo necessaria per chiudere, da sola, una relazione così malsana.

Masters of Sex mette in scena un episodio riflessivo che contribuisce a chiarire il nuovo status dei personaggi, finora vittime di una successione degli eventi fin troppo frenetica: è ormai chiaro che gli elementi per confezionare un’altra stagione di livello ci sono tutti.

Voto: 8,5

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Annalisa M.

Trascorre la maggior parte della sua esistenza nell’oscurità seriale (perché i teen drama non li vogliamo considerare) quando un giorno, presa da chissà quale illuminazione divina, decide di guardare Buffy The Vampire Slayer. La strada è segnata, seguono Angel, Lost, Breaking Bad e Mad Men. Un hobby che si trasforma in una passione totalizzante e in qualcosa di cui non si può più fare a meno. Aggiungiamoci il culto della scrittura, coltivato fin dalla tenera età (toccatele tutto, tranne il maghetto occhialuto) e il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *