Jessica Jones – 1×04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved Me 1


Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeQuesti due episodi di Jessica Jones ci conducono alla chiusura del primo atto del racconto della serie, aprendo di conseguenza un nuovo percorso che vedrà Kilgrave, il villain dichiarato della stagione, diventare un’entità non più solo intravista, ma reale e dannatamente spaventosa.

Man mano che ci inoltriamo nella visione di questa prima stagione di Jessica Jones, cominciamo a farci un’idea più precisa di quale sia il processo che sta guidando questa nuova avventura Marvel/Netflix. Sebbene sia superfluo tornare sull’importanza di Daredevil come precedente in questa particolare alleanza creativa, bisogna tenere bene a mente che la serie che vede come protagonista Matt Murdock si è rivelata una delle migliori rappresentazioni visive del mondo supereroistico tratteggiato nei fumetti della Marvel. Con Jessica Jones, invece, si è tentato un approccio molto diverso ed in un certo senso più originale: i superpoteri non sono altro che un mezzo in grado di raccontare tutt’altra storia e tutt’altre vicende, e l’attenzione, più che essere focalizzata sulla trama, è chiaramente centrata sui personaggi.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeIl perché di una tale affermazione è chiaramente spiegabile con la visione di questi due episodi che ci presentano ufficialmente Kilgrave (più di quanto fatto sinora, almeno) e ci permettono di vedere quanto il suo potere – ma potremmo più genericamente parlare di influenza – sia in grado di scombinare totalmente la mente di Jessica Jones, sempre più gravata dal ritorno di chi ha saputo rovinarle la vita. Soffermandoci proprio su Kilgrave, si tratta di un uomo medio e probabilmente anche mediocre (la rappresentazione televisiva non lo pone, al momento, come un genio del crimine), che  non si rivela straordinariamente brillante e che – e questo è davvero interessante – non rappresenta certo un pericolo fisico per la protagonista. Ciò nonostante, è ossessionato da una donna che per il proprio carattere sembra l’antidoto ideale di chi, come capacità, ha un forte grado di persuasione: Jessica non riesce a resistere al suo potere, ma sembra indubbiamente la persona che più di tutte ci sta provando. Il meccanismo di attrazione nei suoi confronti, quindi, è perfettamente ed umanamente comprensibile in un gioco che vede coinvolto un uomo abituato ad avere tutto quello che desidera –  a dimostrazione che chi perpetra abusi il più delle volte agisce là dove è più difficile guarire, nella mente umana.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeKilgrave (o, com’è conosciuto nei fumetti, l’Uomo Porpora, elemento visivo conservato nei suoi abiti) non poteva trovare interprete migliore di David Tennant, uno degli attori inglesi più in forma negli ultimi anni: Tennant ha l’indiscussa capacità di portare in un personaggio al momento ancora poco visto (ed ufficialmente introdotto nel quinto episodio) un altissimo tasso di presenza scenica, che si trasforma sostanzialmente in inquietudine e curiosità. A differenza di Wilson Fisk, che aveva rapidamente espresso un piano molto ampio e che è incappato nel protagonista della serie solo perché le loro visioni venivano a scontrarsi, Kilgrave ha nei confronti di Jessica un morboso attaccamento, anche e soprattutto perché è stato da lei abbandonato in punto di morte (cosa comprensibilmente inaccettabile per chi è dotato del potere di controllo mentale).  A legare i due personaggi, però, non è solo il passato – che finalmente in parte intravediamo – ma soprattutto molti aspetti anche del presente: entrambi vivono nella paranoia, incapaci di una vita normale proprio perché costantemente preoccupati della vendetta di quella persona che ha giocato un ruolo fondamentale nella vita dell’altro.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeQuesto senso di inquietudine è perfettamente spiegato quando si guarda allo straordinario personaggio di Jessica Jones; lo avevamo visto sin dal pilot e qui si fa sempre più convincente: non ci troviamo più con il solito personaggio femminile stereotipato, costretto in abiti e movimenti che non sembrano calzarle. Jessica Jones è sarcastica, violenta, sboccata e lo era anche nel passato, quando doveva difendere la sua amica Trish: sotto questo punto di vista non è cambiata molto. Il trauma, però, è molto più sottile: lo abbiamo visto nella sua difficoltà persino nel farsi sentire con la migliore amica, lo vediamo costantemente nel modo in cui deve assicurarsi che Kilgrave non le stia mandando ulteriori clienti. Non è una paranoia fine a se stessa, e diventa drammatica realtà quando si scopre che a seguirla è Malcolm, il suo tossico vicino di casa. L’idea che Kilgrave sia – in buona parte – l’artefice del disastro che è diventata la vita di quel ragazzo è la rappresentazione di come l’intero mondo sia per lei cambiato da quella sera in cui ha incontrato il suo aguzzino e di come chiunque le stia intorno sia profondamente a rischio. In questo senso l’altalenante rapporto con Luke Cage funziona, soprattutto considerando il segreto alla base della loro relazione.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeQuello che però è cambiato più di tutto è l’approccio ai suoi stessi poteri: con la riconoscenza della bambina per averle salvato la vita, si può vedere nello sguardo di Jessica Jones pura soddisfazione. La sua indole protettiva, sulla spinta dell’importante ruolo di Trish nell’economia del suo personaggio (su cui torneremo a breve), trova nella realizzazione di poter essere una supereroina il suo apice, che coincide con il tonfo conseguente rappresentato dalla coppia intenzionata a vendicarsi di lei e di tutti i “dotati”. Con un curioso legame con The Avengers (al cui mondo Jessica Jones comunque appartiene), è proprio la volontà d’essere un supereroe che conduce troppo spesso ad ignorare le conseguenze delle proprie azioni, seppur mosse dalle migliori intenzioni. Con un abile gioco di scrittura, Jessica Jones discute delle fondamenta del genere (seppure in modo solo tangenziale) dal punto di vista umano, che è il focus privilegiato della serie.

Si parlava prima di paranoia: questo tema investe in pieno anche il personaggio di Trish, la migliore amica di Jessica. Anche lei ha un passato da cui fugge e da cui cerca di difendersi murandosi letteralmente in casa e al contempo legandosi sentimentalmente con chi – chiaramente senza volerlo – ha cercato di ucciderla. Trish sembrerebbe rispondere maggiormente allo “stereotipo” del supereroe: coraggiosa fino al limite dell’eccessivo (l’attacco a Kilgrave in radio, ad esempio), convinta che i poteri eccezionali vadano usati a fin di bene, decisa a non permettere alla sua migliore amica di ricadere nella trappola del suo aguzzino. Nonostante abbia solo un ruolo subalterno, il personaggio di Trish è il simbolo di come questa serie sia molto abile nella scrittura anche dei personaggi secondari – tanto più se femminili – e si alimenta ulteriormente proprio grazie all’amicizia che lega due donne così diverse tra loro.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeÈ questo il vero successo della serie: non c’è elemento secondario che non nasconda un forte potenziale narrativo. Prendiamo Jeri, Malcolm o Simpson, tutti personaggi che hanno qualcosa da dire: a tutti viene dedicato il giusto tempo per esprimersi senza rubare, di contro, troppo spazio alla narrazione principale. Ciascuno di loro ha vicende e background di differente natura e che per questo sono in grado di attrarre per le ragioni più diverse: Jeri in quanto contraltare “umano” di Kilgrave per la sua abilità nel manipolare gli altri, Malcolm per la sua terribile storia personale di dipendenza indotta, Will per il proprio passato militare che sembra nascondere altro. Il mondo di Jessica Jones è in continua espansione senza che, però, se ne perdano mai completamente le briglia.

Jessica Jones – 1x04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved MeNon è tutto oro quello che luccica e sotto alcuni aspetti Jessica Jones non riesce appieno a centrare l’obiettivo: l’idea è quella di un focus fortissimo nei confronti dei propri personaggi, con una storia generale che si basa su alcune ottime idee al cui raggiungimento viene tuttavia richiesto un tempo davvero troppo lungo. Se Daredevil aveva costantemente rinviato lo scontro tra protagonista e villain inserendo al centro una serie di vicende secondarie o nemici intermedi, finora con questa serie la sensazione è che si sia preferito un percorso più lento e con poche deviazioni. È vero che nel quarto episodio c’è una vicenda totalmente indipendente da Kilgrave, ma c’è da dire che la figura del villain viene così tante volte evocata che si finisce col non prendere nessun attimo di tregua, rendendo un po’ troppo stiracchiate le vicende narrate. Allo stesso modo, le scene di combattimento si rivelano non molto riuscite: pur tenendo a mente che il potere di Jessica Jones non è “aggraziato” come quelli di Daredevil, si intravede comunque una minor capacità tecnica di realizzazione.

A quasi metà della stagione, comunque, non si può che parlare di Jessica Jones in toni molto ottimisti: pur non alla stessa altezza di Daredevil, sotto il profilo narrativo ha dalla sua una grande potenza nella descrizione e rappresentazione dei propri personaggi che fanno perdonare alcuni dei difetti evidenziati in precedenza. Per questo è d’obbligo continuare la visione della serie perché ci sono tutte le basi per poterci inoltrare ulteriormente nel percorso di rinnovamento del racconto supereroistico iniziato con la collaborazione tra Netflix e Marvel e che al momento si rivela molto più riuscito sia delle serie ABC, sia soprattutto della controparte cinematografica.

Voto 1×04: 7
Voto 1×05: 8

P.S. Come nota a margine va fatto notare, per chi segue Doctor Who, quanto sia inquietante l’interpretazione di Tennant con un accento non dissimile da quello usato per il Decimo Dottore.

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Jessica Jones – 1×04/05 AKA 99 Friends & AKA The Sandwich Saved Me

  • SerialFiller

    Tennant favoloso.
    Tutto si può dire di Netflix ma non che non sappia scegliere bene i suoi villain in queste prime 2 serie Marverl. Dopo un D’Onofrio enorme sotto tutti i punti di vista, troviamo un Tennant in stato di grazia che ha la faccia giusta, il tono giusto e la mimica giusta per questo personaggio