L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]

L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]Per tutti gli orfani di Mad Men, conclusasi quest’anno con il suo ultimo atto, ecco i DVD della stagione 7, che vi presentiamo per “L’Angolo del Cofanetto”. I dischi contengono i 14 episodi andati in onda su AMC tra il 2014 e il 2015 insieme a molti speciali che, come nello stile di questi cofanetti, sono dedicati alla serie ma anche genericamente ad aspetti storico-sociali degli anni ’60.

Informazioni Generali

L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]Data di Uscita: 10 dicembre 2015

Numero Dischi: 6

Audio: Italiano Dolby Digital 5.1; Inglese Dolby Digital 5.1; Tedesco Dolby Digital 5.1 (solo per gli episodi 8-14)

Sottotitoli: Inglese, Italiano, Tedesco

Contenuti Extra:
Tutti gli episodi con commento audio
Disco 2: Diritti Gay parte 1 (22 min. ca.) parte 2 (20 min. ca.), Le cose migliori nella vita sono gratis (8 min. ca.)
Disco 3: Il processo degli 8 di Chicago parte 1 (16 min ca) parte 2 (34 min. ca.)
Disco 5: Donna professionista nubile (28 min. ca.), La giornata della Terra (2 min ca.), Laurel Canyon (3 min ca.)
Disco 6: Boom generazionale (25 min. ca.)

Durata: 11 ore ca.

Durata Contenuti Speciali: 2 ore e mezza ca.

Prezzo consigliato al pubblico: €24,99

Packaging

Il cofanetto è standard, con interno in plastica grigia. Data la presenza di ben 6 DVD, quattro sono divisi tra i due lati e i due rimanenti si trovano su un agevole supporto centrale a ventaglio. La presenza del tasto PUSH si rileva solo per i due DVD di sinistra. Ogni disco ha la stessa immagine, quella di Don in macchina utilizzata per pubblicizzare la seconda fase della settima stagione (“The End of an Era”) e anche la copertina stessa del cofanetto.

Audio/Video

L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]La qualità audio/video è buona e si mantiene sui livelli del cofanetto della sesta stagione.
La grafica dei menù cambia a partire dal terzo disco, a segnalare la divisione della stagione nelle due parti (andate in onda su AMC in due anni diversi). Questa differenza si coglie anche nelle scelte grafiche, che, se nella prima parte risultano poco interessanti per via di sfondi monocromi, nella seconda si fanno esteticamente più interessanti – complici gli ottimi shooting fotografici per pubblicizzare l’ultimo atto della serie.

Contenuti Speciali

Il cofanetto è ricco di numerosi speciali, che ripercorrono non solo dei momenti fondamentali della serie, ma anche del decennio storico trattato. Questi contenuti sono tutti in lingua originale con sottotitoli.
Si segnala, inoltre, il commento audio per ognuno dei 14 episodi presenti.

“Diritti gay”, speciale diviso in due parti, affronta in circa 42 minuti le lotte, personali e sociali, per la rivendicazione dei diritti dei gay in un periodo storico molto complesso, raccontando fatti ed eventi correlati e mostrando soprattutto la difficile strada per cercare di ottenere giustizia. Vengono intervistati molti attivisti degli anni ’60 – tra cui il reverendo Troy Perry – che raccontano la loro esperienza sociale e anche personale.

L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]“Le cose migliori nella vita sono gratis” è uno speciale di 8 minuti dedicato a Robert Morse e al suo incredibile personaggio, Bert Cooper. Con l’intervento di Matthew Weiner, che ne descrive le capacità di improvvisare e di passare “dal giocoso al terrificante” in pochissimi secondi, si arriva al dietro le quinte della splendida scena che chiude l’episodio “Waterloo, per la quale ogni commento sarebbe superfluo.

“Il processo degli 8 di Chicago” è un approfondimento storico/sociale sulle proteste contro la guerra in Vietnam portate avanti nel 1968 a Chicago in occasione della Convention dei Democratici. Questi eventi portarono all’incarcerazione e dunque al processo di otto uomini accusati di cospirazione e incitamento alla rivolta.

“Donna professionista nubile” affronta, attraverso l’intervento di diverse donne tra cui un’autentica “mad woman” come Jane Maas, il percorso delle donne negli anni ’60 e nel mondo di Mad Men. Si parte dagli inizi, focalizzandosi in particolar modo sulle figure di Joan e Peggy, fino a giungere alla settima stagione per raccontare il difficile percorso dell’emancipazione femminile in quegli anni, soprattutto in ambito lavorativo.

L’Angolo del Cofanetto – Mad Men 7 [DVD]“La giornata della Terra” e “Laurel Canyon” sono invece due brevissimi video, intorno ai 2 e 3 minuti, che approfondiscono, attraverso immagini e foto d’epoca, due elementi fondamentali a livello sociale e culturale della fine degli anni ’60.
Si parte con il primo Earth Day (22 aprile 1970) con foto delle manifestazioni e del dibattito che ne è scaturito, e si arriva a immagini di Laurel Canyon, quartiere di Los Angeles che fu dimora di molti artisti (Joni Mitchell, Frank Zappa, Jim Morrison, Jimi Hendrix) e che viene utilizzato in Mad Men come location per il trasferimento di Megan nella West Coast.

“Boom Generazionale”, infine, è uno speciale di 25 minuti dedicato alla generazione dei baby boomer, nati tra il 1946 e il 1964. Si parla quindi di un preciso gruppo di persone, definite come “un’entità contraddittoria” divisa già a partire dalla loro percezione di se stessi: c’è chi giudica infatti la propria generazione come la peggiore e la più autoindulgente, e chi invece crede ancora di non aver fatto abbastanza e che ci sia sempre un valido motivo per protestare.
Il viaggio attraverso la costituzione di questa nuova fetta della popolazione va dal paragone con la generazione precedente all’analisi dei motivi socio-culturali che hanno portato ad un maggior interesse per l’individualità e per l’interiorità con la fine della guerra e della depressione economica. Si termina quindi con le conseguenze di questo cambiamento sociale e con le influenze in diversi ambiti, tra cui quello commerciale – che ci ricollega immediatamente al tema pubblicitario di Mad Men.

Conclusioni

Per celebrare la fine di uno show che ha davvero fatto la storia della televisione, questo è sicuramente un ottimo cofanetto, che, continuando la tradizione dei precedenti, si concentra moltissimo sulle storie e soprattutto sulla Storia che ha dato origine a questa serie.
Di sicuro avrebbe fatto piacere trovare qualche approfondimento in più sui dietro le quinte (lo speciale su Bert è eccezionale, ma dura solo 8 minuti); non ci rimarrà che consolarci con i commenti audio di tutti e 14 gli episodi.

 

Federica Barbera

La sua passione per le serie tv inizia quando, non ancora compiuti i 7 anni, guarda Twin Peaks e comincia a porsi le prime domande esistenziali: riuscirò mai a non avere paura di Bob, a non sentire più i brividi quando vedo il nanetto, a disinnamorarmi di Dale Cooper? A distanza di vent’anni, le risposte sono ancora No, No e No. Inizia a scrivere di serie tv quando si ritrova a commentare puntate di Lost tra un capitolo e l’altro della tesi e capisce che ormai è troppo tardi per rinsavire quando il duo Lindelof-Cuse vince a mani basse contro la squadra capitanata da Giuseppe Verdi e Luchino Visconti. Ama le serie complicate, i lunghi silenzi e tutto ciò che è capace di tirarle un metaforico pugno in pancia, ma prova un’insana attrazione per le serie trash, senza le quali non riesce più a vivere. La chiamano “recensora seriale” perché sì, è un nome fighissimo e l’ha inventato lei, ma anche “la giustificatrice pazza”, perché gli articoli devono presentarsi sempre bene e guai a voi se allineate tutto su un lato - come questo form costringe a fare. Si dice che non abbia più una vita sociale, ma il suo migliore amico Dexter Morgan, il suo amante Don Draper e i suoi colleghi di lavoro Walter White e Jesse Pinkman smentiscono categoricamente queste affermazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *