Daredevil – 2×01 Bang

Daredevil - 2x01 BangIl lungometraggio del 2003 con Ben Affleck ormai non è che un (brutto) ricordo lontano: il Daredevil di Netflix torna con una seconda tornata di episodi, forte di un esordio che l’ha portato di diritto nell’olimpo delle comic series – e non solo –, surclassando la precedente trasposizione.

La serie si è infatti fin da subito distinta per un’inedita maturità narrativa e formale, in grado di smarcarla dall’etichetta di mero prodotto d’intrattenimento che solitamente si accompagna al racconto supereroistico, e di rivaleggiare così non solo con le massime espressioni del genere – pensiamo al Batman di Nolan –, ma anche con le cosiddette high-brow series. Quello adottato da Goddard e DeKnight nel corso della prima annata è stato infatti un approccio cupo e adulto al classico tema dell’origin story, totalmente inedito per il piccolo schermo, dove sia sul versante Marvel che su quello DC raramente si sono superati la soglia della mediocrità e i confini del prodotto per famiglie. Maestoso nella messinscena e coeso nell’evolversi della trama, lo show ha saputo coniugare alla perfezione indimenticabili sequenze action a una vocazione più introspettiva, che è riuscita a costruire una convincente riflessione sui ruoli dell’eroe e del villain.

Daredevil - 2x01 BangL’assimilazione tra le figure di Murdock e Fisk, entrambe spinte ad agire al di fuori della legge nella convinzione di farlo per il bene della città, ha costituito il tema portante della stagione, ponendo così al centro del racconto il conflitto etico del protagonista, scisso tra il suo ruolo di avvocato e quello di giustiziere. L’epilogo era poi apparentemente giunto a rimettere in ordine le cose, con Kingpin consegnato alla giustizia e l’acquisizione da parte di Murdock di una più definita identità di eroe, grazie al battesimo della stampa e all’adozione del nuovo costume. Come era però già intuibile dai trailer, e ancora di più alla fine della visione di questa premiere, i nuovi showrunner Doug Petrie e Marco Ramirez non hanno nessuna intenzione di archiviare un tema così fecondo come quello della costruzione identitaria dell’eroe.

Daredevil - 2x01 Bang“Bang” si lega così a doppio filo con gli eventi passati sia in termini narrativi che tematici, trovando nella figura di Punisher il suo naturale perno. Ed è proprio la sua introduzione a costituire il maggiore punto di forza della puntata, innanzitutto per il modo intelligentissimo con cui viene gestita: questa infatti, andandosi a inserire nel racconto delle lotte di potere figlie del vuoto lasciato da Fisk, permette da un lato di fare una panoramica della criminalità di Hell’s Kitchen – lungi dall’essere scomparsa in seguito all’imprigionamento di Kingpin – e al contempo di sviare lo spettatore, cercando così di coglierlo di sorpresa alla comparsa di Punisher, nonostante l’annuncio della sua presenza risalga a mesi fa.

Daredevil - 2x01 Bang

Ma al di là di queste astuzie narrative, a rivelare la tenuta qualitativa della serie sono le analogie visive con cui l’arrivo in scena del personaggio è messo in relazione alla figura di Daredevil: sia nella sequenza d’apertura che vede protagonista il diavolo di Hell’s Kitchen che in quella dell’ingresso di Punisher in ospedale, allo spettatore viene negata la visione dei protagonisti dell’azione, i quali restano nell’ombra o fuori dall’inquadratura, percependo solo le reazioni di terrore e la violenza che li accompagna; allo stesso modo il loro primo incontro avviene, non a caso, su quel tetto da cui vediamo l’eroe ascoltare le richieste di aiuto della città. Ecco quindi che poche semplici ma efficaci mosse – l’episodio è diretto da Phil Abraham, regista del bellissimo “Cut man” – riescono a impostare un confronto fatto di differenze e soprattutto analogie tra eroe e villain, ancor prima che questo venga esplicitato dal punto di vista strettamente narrativo; non sono infatti ancora note le motivazioni che hanno spinto Punisher a questo sterminio.

Daredevil - 2x01 BangQuello che è certo, però, è che le sue azioni hanno portato Daredevil a compiere delle scelte che potrebbero mettere in discussione il suo personale concetto di giustizia. Sia nei panni di avvocato che in quelli di vigilante Murdock si ritrova, infatti, a difendere i criminali dalla furia omicida di Punisher; ma se i confini della legge possono essere superati quando ritenuti insufficienti (pensiamo al discorso che fa a Foggy sulla loro cliente), chi e su quali basi è legittimato a stabilire le modalità e l’estensione di questa operazione? Nonostante faccia la sua comparsa a pochi minuti dalla fine, la figura di Punisher porta quindi con sé un potenziale altissimo, in grado di approfondire e complicare ulteriormente il discorso impostato nella scorsa annata tramite Kingpin.

Daredevil - 2x01 BangCome si accennava poco sopra la messinscena continua a essere il fiore all’occhiello dello show: dall’inconfondibile palette caratteristica delle scene in notturno a efficaci soluzioni registiche (si pensi ad esempio al modo in cui la camera si muove attraverso i cadaveri degli irlandesi), passando per la maestria con cui vengono girate le sequenze d’azione e di combattimento – prima tra tutte quella dello scontro tra Daredevil e Punisher. Allo stesso modo anche la scrittura si conferma sapiente nel non appesantire troppo il racconto, bilanciando i toni cupi e drammatici che costituiscono l’ossatura dello show, con scambi più leggeri ma altrettanto riusciti: emblematico in questo senso è ovviamente Foggy che nonostante ciò ribadisce la sua natura di personaggio a tutto tondo, il cui ruolo non si risolve in quello di mero comic relief, come dimostra la sua visita ai Dogs of Hell.

In definitiva, “Bang” è una premiere classica nell’impostazione ma molto promettente, che conferma tutte le qualità che ci hanno fatto amare la stagione d’esordio, facendoci sperare in un annata non solo all’altezza ma persino superiore alla precedente.

Voto: 7/8

 

12 Risposte

  1. magicblack scrive:

    “cercando così di coglierlo di sorpresa alla comparsa di Punisher, nonostante l’annuncio della sua presenza risalga a mesi fa.”

    Ecco, credo che questo sia stato il più grande difetto di questa puntata. Tutta questa pubblicità su The Punisher, tutti questi annunci hanno rovinato tutta la suspence che c’era (che doveva esserci) in questo pilot. Davvero, qualcuno è rimasto sorpreso dalla comparsa di The Punisher? Io sinceramente no, era palese dalla prima sparatoria e questo ha rovinato un po’ il tutto. A volte (o forse sempre) sarebbe meglio evitare di guardare tutte le pubblicità/teaser/trailer e arrivare “vergini” alla visione del pilot, ma è praticamente impossibile o quasi. Per il resto buon pilot, finalmente si ritorna a Hell’s Kitchen!

     
  2. Mark May scrive:

    Non posso che essere d’accordo.
    Nonostante ritenga la prima serie migliore formalmente (per quel poco che ho visto), l’impegno nella caratterizzazione dei personaggi e nella scrittura di una trama solida e coerente non può che essere apprezzato.
    Detto questo, se devo proprio trovarci un difetto, lo devo trovare nell’enorme campagna pubblicitaria che ci ha praticamente spoilerato l’inspoilerabile (orgoglioso di aver coniato questo termine 😀 ), soprattutto ad uno come me che NON legge il fumetto e si affaccia a questa serie da profano. Ho trovato un enorme autogol TUTTI i trailer, perchè rendono praticamente vani la visione dei primi episodi, ed è un peccato perché ho trovato l’introduzione di The Punisher molto bella (ed era difficile dopo il meraviglioso lavoro fatto l’anno scorso con la costruzione di Fisk),ma inefficace proprio perchè già a conoscenza del fatto che fosse lui.

     
    • magicblack scrive:

      Ma anche non vedendo i teaser/trailer, se sei un appassionato di Serie TV e segui (giustamente) blog che fanno informazione a riguardo e pagine ufficiali, saresti comunque stato informato di The Punisher, senza manco volerlo. Secondo me dovevano lavorare su questo punto, dovevano considerare l’enorme pubblicità fatta e creare la suspance in un altro modo. Davvero, la puntata, vista con la consapevolezza di The Punisher, è sembrata quasi banale e scontata. Invidia massima per chi guardare questo pilot senza sapere nulla 😛

       
      • Mark May scrive:

        E diciamo che lo spoiler di The Punisher non è stato l’unico, purtroppo xD
        Ps:Ma creare la suspance facendo credere (come all’inizio di questa puntata) che il nemico di DD quest’anno sarebbe stato un intero esercito,per poi farci scoprire il solo Punisher non sarebbe stato meglio???
        E’ ovvio che la fandom (informandosi su forum specifici e spoiler free) avrebbe capito e scoperto fin da subito,ma per uno come me che apprezza più la bellezza del prodotto piuttosto che il personaggio dalla quale è tratta tutti questi spoiler nei trailer mi hanno “ammazzato” un pò la visione (infatti, arrivato quasi a metà stagione, non riesco a definirmi pienamente soddisfatto del prodotto, ma SOLO per questo motivo).

         
        • magicblack scrive:

          Dalla prossima serie che esce, mi chiudo in una stanza senza connessione 😛

           
        • Luca Parodi scrive:

          Confermo la vostra invidia per chi come me ha visto questo pilot senza sapere della presenza di The Punisher (nonostante io sia un assiduo frequentatore di blog sulle serie tv): è stata una figata pazzesca!

           
  3. Attilio Palmieri scrive:

    Ottima recensione Simona!
    Sto letteralmente adorando la serie e questo primo episodio, oltre ad essere essenziale a tutto ciò che verrà in seguito (la stagione è narrativamente costruita per il bingewatching quindi ogni segmento è funzionale al successivo), rappresenta un ulteriore salto di qualità di un prodotto già ottimo come Daredevil. C’è stato un notevole aumento del budget e si vede. Quest’anno Netflix sta davvero investendo tanto e bene e questa première dà immediatamente l’idea della marcia in più che ha ingranato la serie.
    Sarei stato più generoso con il voto perché secondo me fare una cosa di questo tipo, all’interno di un genere spesso snobbato (l’action) e utilizzando un universo così ricco ma così poco spesso considerato “adulto” come il fumetto, è davvero una cosa innovativa per la serialità televisiva.
    Quello che sta facendo la Marvel con Daredevil costituisce, se questa stagione manterrà le premesse di questo episodio d’apertura e alla luce anche dell’annata precedente, un risultato davvero importante. Intrattenimento e qualità ad altissimi livelli. Pochi possono vantare lo stesso.

     
  4. Jack scrive:

    Ho…a me dice poco forse l abbandono perché mi sa da blockbuster e cagata …..meglio Sergio Leone

     
  5. Son of the Bishop scrive:

    Buona partenza, sebbene questa premiere l’ abbia trovata divisa in due parti: i primi 20 minuti non entusiasmanti, gli altri 20 tutto il contrario. Comunque puntaa molto buona in quanto sistema i tasselli per le puntate successive che sono letteralmente tutte puntate esplosive una dopo l’ altra, almeno fino a dove sono arrivato. Che il budget sia aumentato si nota non poco, ma comunque per fortuna la serie non trasmette l’ aria di un blockbusterone della Marvel. Aspettavo moltissimo Daredevil perché quest’ anno, senza neanche Person of interest, trovo la tv di una povertà disarmante, sarei potuto rimanere deluso, ma per fortuna tutto ciò non è accaduto, anzi ! :)

     
  6. Firpo scrive:

    Quest’anno la serie parte ai massimi livelli (almeno fino a dove l’ho vista io). Speriamo si mantenga.

     
  7. Filippo scrive:

    Non sono poche le critiche che sto sentendo a questa seconda stagione, ma devo dire che questa premiére, forse a causa delle aspettative un po’ basse, non mi ha affatto deluso.
    Non tutto funziona alla perfezione – fattore che ho, però, riscontrato maggiormente nella puntata seguente, l’ultima che ho visto, per ora -, ma i difetti sono gli stessi a cui la prima stagione mi aveva già trasmesso. Sì, io non ho stravisto per questa prima stagione di Daredevil che tutti hanno amato, e, anzi, ho trovato i punti deboli della serie gli stessi che la maggior parte della gente considera quelli di forza – vedi il personaggi di Fisk e il suo background. Temo, però, che ciò sia dovuto anche al fatto che Daredevil è stato il primo prodotti Marvel che io abbia mai visto.
    Comunque, giudizio (più che) positivo sia per la prima stagione che per questa premiére e, in verità, anche per la 2×02, che però ritengo inferiore alla puntata precedente sotto molti aspetti.
    Attendo altre recensioni per continuare a commentare!

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *