Mr. Robot – 2×01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tc 9


Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcLa scorsa stagione di Mr. Robot – uno dei più sorprendenti esordi nel panorama seriale – si è conclusa con la distruzione dei due pilastri narrativi su cui si era fondato il racconto fino a lì: svelato il mistero dell’identità di Mr. Robot e portato a termine il piano della fsociety, era lecito chiedersi che piega avrebbe preso la storia e, soprattutto, se la serie di Esmail avrebbe avuto ancora qualcosa da dire.

A giudicare da questa sontuosa premiere in due parti la risposta è decisamente affermativa: Mr. Robot non sembra aver neanche lontanamente esaurito il suo potenziale, continuando a fare della perfetta amalgama di scrittura e messinscena ­– non a caso entrambi curati dallo stesso Esmail, che quest’anno ha scritto e diretto tutti gli episodi – il suo maggiore punto di forza.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcLa stagione si apre con la rappresentazione, solo apparentemente superflua, di due episodi di cui lo spettatore era già a conoscenza: assistiamo così finalmente all’effettiva attuazione del piano di cancellazione del debito, la cui assenza nello scorso finale aveva fatto storcere il naso a qualche spettatore, e alla caduta di Elliot bambino fuori dalla finestra, da lui stesso raccontata a Mr. Robot, che ora sappiamo essere il responsabile dell’accaduto. Come già avvenuto in passato, Esmail ci accompagna nella mente di Elliot, permettendoci di gettare uno sguardo su quelli che a buona ragione possono essere considerati i due momenti cruciali che lo hanno portato a essere ciò che è, e che per questo costituiscono la perfetta introduzione alla nuova vita del protagonista, come sottolineano le raffinate ed efficacissime transizioni visive e sonore da una scena all’altra.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcElliot, così come gli altri personaggi, si ritrova a fare i conti con le conseguenze di quello che ha fatto: dopo aver scatenato il caos, Alderson tenta di riprendere il controllo sulla sua vita e sulle sue azioni rifugiandosi in una routine fatta di attività domestiche, partite di basket e discorsi – a dire il vero, monologhi – su Seinfeld e il senso della vita. Così, in pochi minuti, Esmail ci ricorda i motivi che ci hanno fatto amare questa serie fin dal suo esordio: le audaci soluzioni registiche e l’accattivante colonna sonora si accompagnano sempre a una scrittura dotata della rara capacità di alternare registri diversi in maniera impeccabile senza mai risultare stucchevole o artificioso, anche quando decide di avventurarsi su territori scivolosi come quelli dell’esistenzialismo e della critica anticapitalistica.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcCome spesso accade, è proprio nelle riflessioni ad alta voce di Elliot, rivolte a quell’amico immaginario che coincide con lo spettatore, che va ricercata la chiave di lettura di questa premiere. La questione identitaria, centrale non solo per il protagonista, si lega a doppio filo con il binomio realtà/percezione, dando vita a un’impalcatura tematica complessa ma al tempo stesso molto coesa che va a sostenere la narrazione in tutte le sue parti. Il fulcro da cui si propaga è chiaramente Elliot, il cui conflitto con Mr. Robot assume dei connotati particolarmente interessanti, sia per la sua trasformazione da alleato e consigliere a vero e proprio villain, sia, soprattutto, per il carattere speculare e paritetico che lo scontro assume.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcAnche se a prima vista assistiamo semplicemente al tentativo di Elliot di riprendere il controllo sul suo “vero io”, allontanando da sé la versione corrotta incarnata dalla figura paterna, in realtà quello messo in scena è un percorso che coinvolge entrambe le identità, ciascuna delle quali invoca il proprio carattere autentico ed è determinata a liberarsi della “maschera” rappresentata dall’altro. Elliot e Mr. Robot simboleggiano, nel vero senso della parola, due facce della stessa medaglia, e “Unmask” fa un ottimo lavoro nel rendere le accuse di Mr. Robot nei confronti della “routine analogica” di Elliot condivisibili tanto quanto la paura del ragazzo verso il “caos tecnologico” che l’ha preceduta, evitando così che una delle due prenda il sopravvento sull’altra. La frammentazione identitaria del protagonista si fa così espressione di un discorso più ampio sul rapporto tra realtà e percezione – esplicitato tra l’altro dal bel monologo della new entry Ray –, che si espande a macchia d’olio andando a coinvolgere tutte le storyline.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcSe la realtà contemporanea in cui ci immerge Mr. Robot è talmente frammentaria e sfuggente da non poter mai essere compresa fino in fondo, allora ciò che conta può essere solo la percezione che di questa viene fornita e imposta all’esterno. Ed è proprio in quest’ottica che possiamo infatti inquadrare le azioni compiute da tutti gli attori del racconto, siano questi da un lato o dall’altro della barricata post Five/Nine attack: i modus operandi di Evil Corp e fsociety iniziano ad assumere connotati sempre più simili, che vanno a riprodurre su una scala più ampia l’ambiguità della dicotomia Elliot/Mr. Robot. Non è un caso che Darlene venga inquadrata di spalle mentre si affaccia da una balconata esattamente come era accaduto nel season finale durante la riunione di Evil Corp: l’incendio del riscatto di 5.9 milioni di dollari e il discorso di Price sulla “bank holiday” si fondano sugli stessi identici meccanismi di propaganda, il cui unico obiettivo è dare l’impressione che si sia dal lato del vincitore, mantenendo viva l’illusione del controllo a prescindere dalla realtà dei fatti – ammesso che ce ne sia veramente una.

Mr. Robot - 2x01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tcLo stesso Gideon, forse l’unico personaggio privo di ombre nella serie, muore per rispondere a questa esigenza di nascondere il caos con una maschera di apparente ordine, che in questo caso si traduce nella consapevole uccisione di un mero capro espiatorio. La doppia morte di Gideon, avvenuta nella mente di Elliot prima che nel mondo reale, ci ricorda come, al di là delle circostanze dell’omicidio che potrebbe o meno aver visto il coinvolgimento di Mr. Robot, il sangue dell’uomo è sulle mani del ragazzo, e questo non potrà che andare a complicare ulteriormente la sua situazione.
Infine, anche Angela vive nel discrimine tra la maschera di ostentata sicurezza che esibisce all’esterno e una realtà fatta di solitudine e corsi motivazionali; il pragmatismo che la porta a rimanere alla Evil Corp a discapito di quello in cui ha sempre creduto la mette in una posizione speculare rispetto a quella di Darlene, disposta a tutto pur di non rinunciare ai suoi ideali e proprio per questo altrettanto vicina al suo nemico. Il ritratto delle due donne, come quello delle personalità di Alderson, si compone così grazie a similitudini e contrasti, andando a tratteggiare personaggi femminili sempre più autonomi sul piano narrativo e terribilmente umani, forti e fragili al tempo stesso.

Giunti alla fine di questi primi 80 minuti è ancora difficile immaginare quale direzione prenderà il racconto – molti sono infatti i nuovi personaggi introdotti e ancora tutto da chiarire il ruolo di Tyrell –, ma senza ombra di dubbio “Unmask” ha dimostrato l’ottima tenuta dello show, che quest’anno, complice l’onnipresenza di Esmail, potrebbe entrare ufficialmente nell’olimpo dell’high quality tv.

Voto 2×00 part 1: 8½
Voto 2×00 part 2: 8-

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 commenti su “Mr. Robot – 2×01/02 eps2.0_unm4sk-pt1.tc & eps2.0_unm4sk-pt2.tc

  • magicblack

    Vi siete incasinati con il titolo 😛 La 2×00 è il documentario che ha preceduto queste prime due puntate che sono, come sempre, la 2×01 e la 2×02.

     
    • Federica Barbera

      Ciao! In realtà no, sono le 2×00 anche dal titolo della puntata (se vedi c’è proprio scritto eps2.0 e dalla prossima saranno 2.1 etc), seguendo la numerazione esattamente dai titoli questo è il prologo, quindi viene usata questa numerazione! E infatti saranno 12 puntate e non 10, finendo appunto con la eps10

       
  • Thaxtal

    Lo scorso anno avete numerato le puntate partendo da 1×01 per l’episodio eps1.0_hellofriend.mov, quindi per coerenza anche quest’anno avreste dovuto iniziare numerando 2×01 l’episodio eps2.0_unm4sk-pt1.tc

     
    • Federica Barbera

      Caro Thaxtal, l’anno scorso abbiamo commesso un errore, agevolati in questo dal fatto che fossero 10 puntate, come sono effettivamente molte stagioni di molte serie. Quest’anno, complice l’evidenza dei primi due episodi come prologo e la presenza di 12 episodi (2 in più del normale) che ne certificano la differenza, stiamo seguendo l’indicazione corretta data dal titolo.
      Avremmo dovuto “coerentemente” continuare a sbagliare? Credo di no 😉
      A presto!

       
      • Thaxtal

        Io non trovo che la numerazione che avete adottato per la prima stagione fosse errata. E’ quella usata per questa seconda stagione che lo è. Anche usanetwork definisce l’episodio “eps2.0_unm4sk-pt1.tc” come S2 EP1, che equivale a 2×01, mentre l’episodio “eps2.0_unm4sk-pt2.tc” come S2 EP2.
        Il 2.0, così come l’1.0, del titolo è solo un modo per giocare sul fatto che in informatica l’enumerazione degli elementi parte dallo 0 invece che dall’1, come invece siamo abituati negli altri ambiti. Ma questo “gioco” è parte del titolo. Sarebbe come definire l’episodio 3×03 di House of Cards come 1×29 solo perchè è il Capitolo 29.
        Inoltre definire questi episodi come 2×00 trovo sia solo confusionario in quanto solitamente, con la dicitura x00, ci si riferisce a quegli episodi speciali non strettamente legati alla storia.
        Non è che la scelta del metodo di numerazione degli episodi di Mr. Robot sia un problema così grande, quindi mi scuso se sembro un pignolo che vuole che tutto sia fatto come lui comanda. Ho solo colto l’occasione lanciata da magicblack per discuterne. In ogni caso grazie per le vostre recensione che sono in assoluto quelle che preferisco.
        Lunga vita a Mr. Robot!

         
        • Federica Barbera

          Ciao di nuovo! dunque! Parto da un presupposto, cioè che non trovo il paragone con HoC appropriato perché lì si tratta di capitoli in cui è divisa tutta la serie, qui c’è proprio ciclicamente una indicazione di stagione e di episodio e la serialità ci insegna che un doppio episodio può essere indifferentemente segnalato sia come singolo che come doppio; quindi capisci bene che le regole sono a maglie larghe a prescindere. Quando poi il carattere dell’episodio è volutamente introduttivo, tanto più che a metà si trova pure un’indicazione di “intermission” tra le parti, considerarlo come un unicum è e rimane necessario. La dicitura x00 è inoltre non necessariamente legata a episodi speciali/documentari: il prologo (non a caso) di Battlestar Galactica fu un doppio episodio passato alla storia come 1×00. Era passato a onor del vero un po’ di tempo tra quella che può essere vista come super-mini serie e la serie stessa, ma questo per dire che non è anomalo segnalare un prologo come x00 (il che ha condotto molti oltre a noi in questi giorni a segnalare l’episodio come 2×00 part 1 e 2)
          Tuttavia! Ne abbiam parlato in redazione e, al di là di ogni ragionamento che ne possa conseguire, quello che non vogliamo è creare confusione in nessuno, soprattutto in chi poi cerca sottotitoli relativi a puntate o recensioni, appunto: il problema non si presenterebbe tanto per questa, quanto per le seguenti (fun fact: le ultime due sono eps9 part 1 e 2, giusto per incasinarci ancora di più l’esistenza)
          Quindi! Cambiamo numerazione, con buona pace di tutti e soprattutto GRAZIE MR ROBOT per averci hackerato il cervello e averci incasinato pure quello!
          😉

           
  • Michele

    Un ritorno cazzutissimo!
    Direi che Mr. Robot prende il testimone da True Detective (prima stagione) come serie con un grandissimo contenuto filosofico (in pratica è tutto un ruotare attorno alla solitudine dell’uomo e al suo essere un animale sociale – vedi The Killing) e allo stesso tempo un alta gradi di intrattenimento (la serie si guarda bene e a livello tecnico, è fatta bene, come avete sottolineato).
    Che ne pensate?