Agents Of S.H.I.E.L.D. – 4×01 The Ghost

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostSembra ormai diventato un paradigma il fatto che Agents Of S.H.I.E.L.D, così come altre serie che hanno il pregio – o più spesso il difetto – di essere in programmazione durante tutto l’anno, azzecchi sempre le puntate topiche della stagione, come le premiere e i finali, perdendosi poi sulla costruzione della trama sul lungo periodo.
.

La quarta annata dello show non viene meno a questa legge non scritta, partendo in quinta e preannunciando una vera e propria rivoluzione all’interno delle dinamiche della serie. Un evento di questo tipo non è insolito per Agents Of S.H.I.E.L.D.: si è già parlato più volte della capacità degli autori di trasfigurare egregiamente le fondamenta stesse del prodotto recuperando abilmente delle macro-tematiche dalla narrativa a fumetti Marvel – un serbatoio immenso a cui attingere – e allo stesso tempo di essere sempre al passo con il grande progetto cinematografico della Casa delle Idee, sempre più ambizioso in termini di estensione del grande universo condiviso che ha creato ormai quasi dieci anni fa.
In tal senso il percorso della serie di Joss Whedon, quest’anno, incontrerà almeno due film in uscita: Guardians Of The Galaxy vol.2 e, ben più importante, Doctor Strange. Quest’ultimo rappresenta, infatti, un mondo ancora del tutto inesplorato dell’Universo Marvel che farà da padrone anche in questa annata della serie ABC: il soprannaturale.

So… you’ve got the devil inside you, too.

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostÈ proprio questa la manifestazione di intenti che emerge dall’episodio in esame, il cui titolo tutt’altro che criptico evidenzia chiaramente l’ingresso di Gabriel Luna nel cast nei panni di Ghost Rider, celebre personaggio Marvel che fa la sua prima apparizione su un albo a fumetti nel 1972. L’ingresso in pompa magna del personaggio, presente fin dalla prima scena dell’episodio, è altamente spettacolare e ricorda per certi versi quello di Lash dello scorso anno, anche se le premesse che lo portano a incrociare i protagonisti della serie non sono originalissime: siamo, infatti, di fronte ad un vigilante che punisce i malvagi permettendosi di giudicarli e giustiziarli senza scomodare la legge. Ben più interessante, invece, è quello che il personaggio potrebbe offrire allo show: è ancora da chiarire se sarà un alleato o un nemico dello S.H.I.E.L.D., se è in qualche modo manovrato da un potere superiore o se ha il pieno controllo dei suoi poteri, come li ha ottenuti e tutte le altre domande che l’episodio genera; insomma ci si aspetta un grande lavoro sul suo background narrativo. Nonostante sia per ora solo abbozzato, il personaggio sembra già molto più convincente di quello interpretato da Nicholas Cage nei due lungometraggi a lui dedicati, e si spera che possa solo migliorare, integrandosi al meglio nella trama dello show quando quest’ultima entrerà nel vivo.

No, we pursued her. She was a ghost.

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostNonostante il fantasma a cui si riferisce il titolo di questa premiere sia chiaramente il rider – in questa versione televisiva un automobilista e non un motociclista, come vorrebbe la rappresentazione canonica del personaggio –, possiamo individuare un altro carattere che gode della stessa denominazione, un riferimento anche piuttosto esplicito nell’episodio: Daisy, che in questa sua nuova versione prende il nome da eroina di Quake. Dopo la morte di Lincoln e la crisi morale a cui è andata incontro nel finale della terza stagione, il personaggio di Chloe Bennet intraprende un percorso di isolamento, volto a recidere tutti i legami affettivi che vincolano la donna ad essere meno “efficace” a livello operativo. Un allontanamento che, si percepisce, non sarà definitivo, ma che di sicuro dona nuova linfa ad un personaggio che è stato esplorato in tutta la sua interezza negli anni passati: abbiamo conosciuto Skye, outsider dal passato misterioso poi agente dello S.H.I.E.L.D. a tutti gli effetti; Daisy Johnson, l’inumana che scopre di possedere un potere immenso che non sa ancora controllare, alla ricerca del suo posto nel mondo; e adesso Quake, l’eroina che sceglie di utilizzare il proprio potere per proteggere le persone che ama senza metterle in pericolo direttamente. Nell’episodio l’incontro/scontro tra lei e Ghost Rider è centrale e probabilmente sarà così per tutta questa prima parte di stagione, focalizzando l’attenzione sul tema della giustizia privata e sul ruolo dei vigilanti.

Well, take advantage of the down time. Who knows what tomorrow holds?

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostLa scelta di voler cambiare registro e aprire nuovi orizzonti narrativi lascia ben sperare anche per quanto riguarda lo S.H.I.E.L.D., inteso stricto sensu come organizzazione: ora che la faida con Hydra sembra definitivamente terminata – il finale della scorsa stagione lo lasciava intendere – e che le conseguenze di Captain America: The Winter Soldier si sono quasi del tutto esaurite, l’agenzia può tornare ad operare legittimamente, anche se con una rinnovata strutturazione delle cariche e dell’organico. L’effetto straniante di vedere Coulson estromesso dal comando e Simmons che redarguisce May funziona e permette di rimodellare intelligentemente i rapporti tra i personaggi, poggiando la trama su uno degli elementi che hanno sempre funzionato bene in Agents Of S.H.I.E.L.D., ossia la coralità.
È difficile poter dire di più su questa componente dopo un solo episodio che ha chiaramente l’incarico di fare da apripista alle diverse sottotrame a cui assisteremo quest’anno: se appare scontata la love story tra Mack e Yo-Yo, lo sono meno la scelta di mantenere il segreto sul nuovo direttore dell’agenzia e la presenza di un nuovo villain con le fattezze di un fantasma – un altro collegamento al titolo dell’episodio.

– So much could go wrong.
– Ultron, yes. I know.

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostUltima, ma non meno rilevante, è la parte di episodio che introduce un altro elemento importantissimo dall’universo a fumetti: la tecnologia dei Life Model Decoy. Nella loro incarnazione televisiva sono una creazione del dottor Radcliffe – un sempre ottimo John Hannah, quest’anno promosso a regular – che unisce gli studi di Fitz-Simmons con le sue conoscenze scientifiche per dare corpo e voce ad AIDA, l’intelligenza artificiale del suo laboratorio, interpretata da Mallory Jansen (Galavant). La scelta di introdurre questo aspetto decisamente più “fantascientifico” in una premiere così “magica” può essere spiegato con una duplice ragione: innanzitutto è un ottimo elemento narrativo che può essere sfruttato nella serie per generare qualche colpo di scena inaspettato – nei comics non è raro che molti personaggi si sostituiscano con dei LMD per evitare la morte –; allo stesso tempo è anche una scelta di bilanciamento generale nel tono dell’episodio, i cui elementi apparentemente troppo inspiegabili, anche per la fantascienza, potevano risultare troppo pesanti per i fan dello show. Tutto questo senza trascurare il fatto che l’esclusione di Jemma dal segreto che l’esperimento rappresenta potrebbe essere determinante nel rapporto, finalmente all’apparenza stabile, tra lei e Fitz.

Agents Of S.H.I.E.L.D. - 4x01 The GhostLa quarta stagione di Agents Of S.H.I.E.L.D. comincia alla grande, come era lecito aspettarsi. La totale mancanza di ambizione dal punto di vista qualitativo e la sola necessità di risultare godibile per gli appassionati continuano a rendere gli autori liberi di creare un intrattenimento sano e nulla di più, potendo contare su una fan base solida e su un materiale a cui attingere apparentemente illimitato. Gli unici dubbi in prospettiva sono sui difetti “storici” della serie, quelli che si palesano con l’eccessivo numero di episodi nei periodi meno frizzanti della programmazione; ma a parte questo “The Ghost” è decisamente in linea con le aspettative.

Voto: 7

 

Davide Tuccella

Tutto quello che c'è da sapere su di lui sta nella frase: "Man of science, Man of Faith". Ed è per risolvere questo dubbio d'identità che divora storie su storie: da libri e fumetti a serie tv e film.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *