The Affair – 3×01 1

The Affair - 3x01 1Ritorna finalmente sugli schermi The Affair, drama di punta dell’emittente via cavo Showtime, e anche quest’anno l’episodio di apertura suona come una dichiarazione d’intenti, un racconto in cui traspare con chiarezza la volontà degli autori di dare nuova linfa creativa allo show, pur rimanendo fedelmente ancorati agli elementi che ne hanno decretato il successo.

Se la grande novità della stagione passata era stata la moltiplicazione dei punti di vista e la frammentazione del tessuto narrativo, portata fino alle estreme conseguenze, questo episodio viene costruito per sottrazione, concentrandosi per la prima volta su un punto di vista univoco. Così ritroviamo Noah subito dopo la fine dei suoi tre anni di galera, e non è più lo scrittore affascinante e arrogante che i suoi interlocutori, e di conseguenza il pubblico, erano abituati a vedere: Noah è un uomo spogliato di tutto, inerme di fronte alle conseguenze delle sue scelte, dilaniato dall’esperienza in carcere e costretto a fare i conti con il lutto dell’odiato padre.

The Affair - 3x01 1L’episodio, come detto in precedenza, si concentra interamente sul punto di vista di Noah, ma questa unicità di sguardo è soltanto superficiale: sotto di essa ritroviamo, intatta, la riflessione sulla doppia natura dell’uomo che è da sempre il tòpos dominante dello show. Per la prima volta nella sua vita Noah prende consapevolezza dello scarto esistente tra l’immagine che ha di sé e quella che si manifesta agli occhi degli altri e lo vediamo vacillare nel suo tentativo di fare i conti con l’uomo che era e l’uomo che è diventato, l’uomo che vorrebbe essere e l’uomo che teme di essere.
Un conflitto d’identità che si mostra, come da manuale, nel rapporto padre-figlio, inevitabilmente compromesso con il padre morto e all’apparenza insanabile con il figlio Martin. Le ragioni dell’odio di Noah ci vengono ricordate come un trauma mai risolto e proprio per questo fondante per la personalità del protagonista, un rancore che gli nega la possibilità del perdono e che viene trasmesso per via ereditaria a Martin, ancor più freddo e distante dopo i tre anni di prigione. Il testamento del padre è il suo ultimo, disperato tentativo di fare ammenda per il dolore causato al figlio, ma l’orgoglio di Noah gli impedisce di accettare il perdono, lo porta anzi a rigettare con maggior rabbia il suo genitore e, al tempo stesso, a prenderne il testimone e diventare, a sua volta, un padre odiato per tutta la vita.

The Affair - 3x01 1Dualità tra genitori e figli, quindi, ma soprattutto tra uomo e donna, l’ossessione di Noah ormai diventata una condanna, qui incarnata dall’ex moglie Helen e dalla professoressa Le Gall, nuovo oggetto del desiderio del protagonista. Nel caso di Helen, la parola “condanna” è quanto mai azzeccata: Noah ha vissuto l’inferno del carcere per proteggerla, dimostrandosi nel finale della scorsa stagione ancora fedele alla donna della sua vita, a costo di compromettere la relazione con Alison; ma su questo atto di fedeltà viene gettato un alone grigio grazie a un flashback rivelatore, che ci mostra Noah al suo primo giorno di detenzione.
Qui ritroviamo l’uomo sprezzante e sicuro di sé che tutti conosciamo, e nel suo dialogo con Helen emerge uno dei tratti principali del suo carattere, l’egocentrismo. Il desiderio di Noah è quello di difendere la madre dei suoi figli ma anche, e soprattutto, di espiare le proprie colpe nella maniera più dura possibile per potersi mettere la coscienza a posto. Un gesto tanto coraggioso quanto arrogante, in linea con l’abitudine del protagonista di pensare sempre a se stesso nonostante l’affetto per le persone a lui più care.

The Affair - 3x01 1Il ricordo delle sicurezze passate fa quindi da contrappunto al dissidio presente di Noah, sulla cui testa aleggia l’ingombrante assenza di Alison. La protagonista della serie non compare per tutta la durata dell’episodio, e questa è una scelta non da poco da parte degli autori: l’amore e la passione impetuosa che hanno sempre tenuto legati i protagonisti vengono seriamente messi in discussione e, per quanto questa nuova piega degli eventi fosse prevedibile, rimane forte la curiosità di scoprire le cause di questo distacco negli episodi a venire.
Abbandonato dalla seconda moglie e incapace di comunicare con la prima, Noah sembra destinato ad affrontare i propri demoni da solo, questo fino alla comparsa di Juliette Le Gall. La professoressa sembra l’unica donna capace di capire la scissione dell’animo di Noah e glielo mostra tramite la potenza della letteratura, componente fondamentale dell’identità del protagonista. La relazione amorosa tra Lancillotto e Ginevra diviene metafora dello scontro tra dovere e passione, conflitto in cui Noah non può che riconoscersi e trovare una forte connessione con Juliette, risvegliando il suo istinto da seduttore che sembrava ormai scomparso.

The Affair - 3x01 1La cena con Juliette e i suoi studenti, che si tramuta poi in un processo sulle pulsioni sessuali di Noah, è la sequenza meglio riuscita dell’episodio, soprattutto grazie all’alchimia perfetta tra Dominic West e Irène Jacob. Il protagonista vive ormai con l’ossessione dello sguardo degli altri, e qui lo ritroviamo messo alle strette da occhi femminili tanto intrigati quanto accusatori che lo spingono a portar fuori, anche in questo frangente, la sua doppia natura: la seduzione è un’arte complessa di cui Noah conosce i meccanismi e le contraddizioni, ma nemmeno lui sa più se ad avere il controllo, agli occhi delle donne della sua vita, è sempre stato l’amante appassionato o il maschio dominante e possessivo.

Tirando le somme, l’episodio si muove all’interno di situazioni e tematiche senza dubbio interessanti ma già affrontate nei modi più disparati, generando il dubbio che Sarah Treem e Hagai Levi abbiano ormai esaurito tutto il potenziale della serie. A risollevare le speranza vi è la scena finale,un colpo di coda in cui il mystery prende il sopravvento sul melodramma e getta le basi per l’evoluzione della stagione da qui in avanti. Per tutto l’episodio Noah si sente osservato da un uomo misterioso che lo pedina ovunque vada, una presenza che da principio sembra un’allucinazione dovuta alla paranoia del protagonista ma che pian piano diventa sempre più reale, fino a rivelarsi una minaccia concreta legata alla vita di Noah in prigione, una guarda carceraria che ha il corpo e il viso di un irriconoscibile Brendan Fraser.

The Affair - 3x01 1Il nuovo mistero portante della stagione è rivelato e ha le potenzialità per dare alla storia un nuovo respiro, una volontà di cambiamento che si esprime a partire dalla sigla di apertura, in cui vengono ritratti per la prima volta i quattro protagonisti nello stesso scenario, trascinati a fondo dall’acqua dell’oceano: la discesa del romanzo di Noah non è più semplicemente una metafora, ma è uno stato d’animo dominante, una condanna reale e inesorabile a cui nessuno sembra in grado di sfuggire.

The Affair dà inizio alla sua nuova stagione mantenendo le aspettative ma con la promessa di non rimanere uguale a se stessa, e lo fa con scelte coraggiose che stimolano la curiosità del pubblico. I dubbi sull’effettiva riuscita di questo miglioramento esistono, ma rimane viva la speranza che lo show sappia continuare a sorprendere come al suo esordio.

Voto: 7½

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *