Broadchurch – 3×02/03 Episode 2 & Episode 3


Broadchurch - 3x02/03 Episode 2 & Episode 3Questa terza stagione di Broadchurch ci ha subito catapultato, come è sempre stato suo solito fare, dentro il cuore del problema, quel caso che i due detective che ormai conosciamo bene dovranno risolvere: gli autori saranno riusciti a tenere alta la tensione anche in queste due puntate, di solito le più delicate per una stagione?

Broadchurch - 3x02/03 Episode 2 & Episode 3Il caso di stupro di Trish Winterman è fondamentalmente diverso da quello che aveva retto le prime due stagioni: non che sia meno efferato, ma cambiano in modo radicale le dinamiche che i due detective devono affrontare.
Avere ancora a disposizione la vittima viva dovrebbe essere un bonus, se ci si pensa in modo superficiale, ma come vediamo non è affatto così: quello che si porta dietro una persona che è stata violata nella sua più recondita intimità può essere un ostacolo difficilmente sormontabile. Non è solo una questione fisica (come può essere ad un primo livello un omicidio, come capitò a Danny Latimer), ma la questione mentale di Trish e tutti i segreti che sembra portarsi dietro complicano e non poco le indagini di Hardy e Miller.
Da qui nasce anche un altro problema, ovvero i contatti che tutti gli indagati possono ancora avere con la vittima e tutti gli intrecci che piano piano sono svelati dalla sceneggiatura. Forse è qui il primo punto debole dello show, anche se non è un vero e proprio problema per chi fruisce della visione: l’intreccio dei vari personaggi è sicuramente interessante, ma sa di già visto. La prima stagione aveva già in parte svelato il meccanismo – e non che fosse una novità, ovviamente – delle persone di un piccolo paese marittimo che per forza di cose si conoscono praticamente tutte, ma soprattutto i vari piccoli cliffhanger di fine puntata non possono lasciare molto sorpresi. Certo, scoprire che una delle collaboratrici più strette della coppia investigativa è la figlia di uno dei sospettati mette un po’ di pepe per vedere come interferirà nelle indagini, ma sicuramente non è una trovata che possiamo dire di non aspettarci per nulla.

Broadchurch - 3x02/03 Episode 2 & Episode 3Una delle caratteristiche che invece sta funzionando meglio è l’incastro della storyline dei Latimer in questo nuovo caso: ottima la scelta di non relegarli in un angolo ma di dar loro una parte attiva nel racconto di quest’anno. Intelligente la scelta di utilizzare in questo modo Beth e soprattutto di parlare ancora del dolore per la morte del piccolo Danny in un modo “gentile”: la risolutezza con cui la madre ha rielaborato il lutto e lo ha trasformato in energia positiva per chi ora ne sta affrontando uno altrettanto difficile da superare e la testardaggine di Mark nel volere giustizia a tutti i costi, dato che il marito di Miller era stato assolto e ora è a piede libero.
Soprattutto, Broadchurch si dimostra molto ben curata nei dettagli, in quelle piccole sfumature che ha la vita di gente semplice di paese, dove di solito non succede mai niente di eclatante ma, quando succede, deflagra come una bomba atomica. Sia il comportamento dei Latimer, sia quello che ha la gente nei loro confronti, sia i nuovi personaggi alle prese con una torbida storia di sesso – e non è da escludere di pornografia forse illegale, data l’insistenza che si dà alla bravata del figlio di Miller – sono molto ben calibrati, inserendosi alla perfezione nei delicati toni pastello del paese, che meglio non potrebbero contrastare con quello che si sta raccontando.

Broadchurch - 3x02/03 Episode 2 & Episode 3E poi c’è il tema di quest’anno, appunto: la violenza sessuale su una donna di mezza età, a cui forse piace intrattenersi con uomini diversi anche appena conosciuti – come il rapporto sessuale avuto con un uomo conosciuto su Internet poche ore prima del fattaccio.
Una festa di compleanno di una donna dove gli invitati erano in maggioranza uomini, video porno che irrompono nell’adolescenza di due ragazzini, un tassista che tradisce apertamente la moglie: un universo maschile (ma non solo) che sembra ruotare solo intorno al sesso e a nient’altro. E poi c’è Ellie che ha dovuto affrontare la vergogna di un marito pedofilo, e ora deve sopportare un altro caso in cui la concezione deviata del sesso fa da padrona della scena, andando al di là anche del regolamento tanto caro a Hardy pur di alleviare il dolore di una donna. Anche in questo caso gli autori sono bravi a dosare il dolore e la pietà provati verso una donna violentata e il dubbio che forse non stia dicendo tutta la verità su quello che è successo quella notte.
Queste puntate funzionano proprio per questo: porsi anche solo qualche domanda sulla veridicità di quello che sostiene Trish ci fa vergognare. Un sentimento che riassume benissimo Alec Hardy in una battuta delle sue, come sempre quando pensa ad alta voce: «Lo sai cosa non riesco a sopportare di questo caso? Mi fa vergognare di essere un uomo».

Voto 3×02: 6/7
Voto 3×03: 7

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Ste Porta

Guardo tutto quello che c'è di guardabile e spesso anche quello che non lo è. Sogno di trovare un orso polare su un'isola tropicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *