Better Call Saul – 3×01 Mabel


Better Call Saul - 3x01 MabelTorna, atteso più che mai, l’avvocato che tutti (non) vorremmo: Jimmy McGill e tutti gli altri personaggi di Better Call Saul ci riportano nell’universo che fu di Breaking Bad ma che ormai, giunto alla terza stagione, si può dire tutto appannaggio del “secondo miglior avvocato del mondo”.

For ten minutes today, Chuck didn’t hate me.

Better Call Saul - 3x01 MabelRitroviamo quindi i fratelli McGill nell’esatto momento in cui li avevamo lasciati, ovvero dopo quel sinistro “klick” del registratore, che ha impresso nella sua cassetta la confessione di Jimmy riguardo i documenti contraffatti.
Ma prima gli autori ci regalano quello che ormai è un marchio di fabbrica, che avevamo già imparato ad amare con Breaking Bad: un cold open che ci catapulta nel futuro, dove McGill è ancora alle prese con il lavoro al centro commerciale. La scena tragicomica che lo vede protagonista fa esplodere in un solo istante tutto quello che Jimmy si porta dentro e sottolinea, anche con il tragico e bellissimo bianco e nero con cui viene presentata la sequenza, quella vecchia vita che riaffiora e che accompagnerà il fu Saul Goodman per tutta la vita. Un futuro in bianco e nero che sembra non dare scampo all’ex avvocato, sempre più solo.
E sono la solitudine, i ricordi, la disperata ricerca nel suo famigliare più stretto di quel calore che gli è sempre mancato, a cui si aggrappa – anche un po’ furbescamente – Jimmy per fare un triplo salto carpiato e cercare di evitare di ritornare a parlare di quello che ha fatto e che ha appena confessato. “Le avventure di Mabel” di Harry Thurston Peck – libro antichissimo, come le emozioni che suscita nei due fratelli – è la roccia a cui tenta di aggrapparsi Jimmy e con cui vorrebbe riabbracciare quel fratello che glielo leggeva da bambino; il tentativo di percorrere il viale dei ricordi e delle emozioni però non funziona, e Jimmy riprecipita subito in un luogo che conosce bene, dopo la fredda minaccia di Chuck che sta già pensando a come fargliela pagare.

Better Call Saul - 3x01 MabelPoi c’è Kim, forse un po’ in ombra in questa puntata, che ormai sta assorbendo anche involontariamente i modi di fare e di pensare di Jimmy. Quel logo speculare del loro ufficio che gli ha proposto McGill nella scorsa stagione è lì a testimoniarlo: anche se in uffici differenti, pur sempre sotto lo stesso tetto.
La meravigliosa sequenza della sua indecisione mentre modifica il documento a cui sta lavorando è fenomenale nel spiegare la filosofia che sta alla base dello show (e anche forse della serie madre di cui è figlia): anche un leggerissimo particolare che non tutti sono capaci di vedere può sconvolgere un mondo, come la differenza che passa tra un punto e un punto e virgola. Kim sta già pensando come Jimmy, come tirare l’acqua al proprio mulino in maniera apparentemente semplice ma furbissima. Non è più tempo di arcobaleni in ufficio, insomma.

You sell a gas cap for an ’87 Caprice Wagon?

Better Call Saul - 3x01 MabelL’altra metà di puntata è occupata dal monumentale Jonathan Banks nei panni di Mike Ehrmantraut. Lo ritroviamo intento a scappare dal luogo in cui si era appostato per uccidere i componenti della famiglia Salamanca, dopo che qualcuno ha fatto suonare il clacson della sua macchina.
Le sequenze che lo vedono protagonista sono quasi oniriche: il silenzio è l’arma tagliente di questo personaggio, che anche avendo quasi sempre la stessa espressione – la cambia solo al cospetto della nipote – dice tutto quello che c’è da dire senza pronunciare una parola. La pazienza certosina con cui smonta la macchina, alla ricerca di una cimice che è sicuro ci sia, ci riporta all’indecisione di Kim mentre modifica il documento al pc: a volte, la soluzione ce l’abbiamo sotto il naso, ma non ce ne accorgiamo. Mike distrugge la sua macchina, quando aveva quasi trovato il bandolo della matassa fin da subito, svitando il tappo della benzina.

Better Call Saul - 3x01 MabelTutte le soluzioni che trova dopo sembrano elementari perché è Mike che le fa sembrare tali, ma non lo sono affatto: è la pazienza la virtù dei forti, e lui ne è la perfetta incarnazione. Chi sono gli uomini che l’hanno fermato e che adesso vogliono sapere tutti i suoi movimenti? Non lo sappiamo ancora, ma probabilmente sono le prime avvisaglie della comparsa di un personaggio molto amato, specie per i fan di Breaking Bad.

Better Call Saul torna con un episodio che riprende i fili del discorso in maniera ordinata, senza stravolgere troppo l’ordine delle cose ma lasciando alle restanti nove puntate l’onere di farlo. Non per questo l’episodio è da criticare, anzi: la forza di questo show sta anche nel mantenere alta l’attenzione anche quando la trama si sta solo stabilizzando in vista di probabili scosse future.
Nel libro di Harry Thurston Peck, la protagonista Mabel aiuta il Re delle lucertole e dei brownies e viene ripagata con il potere di parlare agli animali: che il nostro Jimmy “Mabel” McGill sia in attesa del Re Gustavo “Gus” Fring?

Voto: 7

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Ste Porta

Guardo tutto quello che c'è di guardabile e spesso anche quello che non lo è. Sogno di trovare un orso polare su un'isola tropicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *