Comic Con 2018 – Legion


Comic Con 2018 – LegionUltima – ma non meno importante – tra le serie a presentarsi al cospetto dei fan nella sala H del Comic-Con di San Diego è Legion, l’acclamata serie di Noah Hawley giunta quest’anno alla sua seconda stagione. Gli estimatori hanno avuto di che gioire, considerata la notizia del rinnovo per una terza stagione nel 2019 da parte di FX, prima ancora dell’evento, attraverso l’account Instagram ufficiale della serie.

Il panel ha potuto contare sulla presenza di praticamente tutto il cast (da Dan Stevens, con dei buffissimi baffi, a Navid Negahban) e su quella dello sceneggiatore Nathaniel Halpern, del regista del sesto episodio della seconda stagione John Cameron e di Jeph Loeb, mente alla guida della Marvel Television.

Non ci sono stati particolari annunci o clamorose affermazioni, la discussione è girata soprattutto intorno ad alcuni aspetti della stagione passata e sul rapporto che gli attori hanno con lo show. Si è parlato, infatti, subito delle dance scenes, e della difficoltà nel preparare le strambe coreografie che si possono ammirare nella serie – addirittura Aubrey Plaza parla degli incubi che le estenuanti prove le hanno provocato. L’appunto più interessante è stato probabilmente quello di Jeph Loeb che, rispondendo alla questione degli eventuali collegamenti della serie con gli altri personaggi Marvel e, soprattutto, con i film della saga di X-men – nei fumetti David Haller è il figlio del professor Charles Xavier –, ha lasciato qualche flebile speranza ai fan. Pur ribadendo il concetto di non voler essere una “Easter Egg farm”, cioè di inserire collegamenti solo per il gusto di farlo, ha sottolineato che c’è tutta una questione “politica” dietro queste scelte, ma in primis si tiene in considerazione quello che Noah Hawley ritiene giusto per lo show, che al momento pare possa reggersi in piedi benissimo sulle sue gambe.

Comic Con 2018 – LegionDan Stevens ha avuto modo di parlare della sottile linea di demarcazione che c’è tra bene e male nella serie e di come eroi e villain a volte si sovrappongono o si scambiano – ovviamente questa provocazione ha origine dagli eventi del finale della seconda stagione. Alla domanda riguardo la direzione presa dal suo personaggio, l’attore ha risposto che qualunque lettore di fumetti è consapevole della possibilità che David sia un ottimo cattivo, anche se in fondo tutti fanno il tifo perché la storia con Syd vada a buon fine. Anche Navid Negahban è intervenuto, raccontando della difficoltà di interpretare un villain che, in fondo, si sente l’eroe della sua storia.
Un momento divertente del panel è stato quello in cui ogni attore ha dovuto indicare quale supereroe vorrebbe essere, in risposta alla domanda di un fan. Dan Stevens ha scelto Batgirl, Rachel Keller Wolverine, Aubrey Plaza Joker – perché le piace scherzare –, Jean Smart Catwoman, Amber Midthunder Violetta degli Incredibili, Jeremie Harris Batman e Bill Irwin… Noah Hawley!

Nessuna anticipazione, dunque, sulla prossima stagione; persino Dan Stevens ha dichiarato ironicamente che il cast sa talmente poco sulla prossima annata che, per informarsi, sono costretti andare al Comic-Con ad ascoltare il panel di Legion!

Di seguito il video della prima parte del panel:

Fonti: Youtube, Hollywood Reporter

Condividi l'articolo

Informazioni su Davide Tuccella

Tutto quello che c'è da sapere su di lui sta nella frase: "Man of science, Man of Faith". Ed è per risolvere questo dubbio d'identità che divora storie su storie: da libri e fumetti a serie tv e film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.