Legion – 1×02 Chapter 2 1


Legion – 1x02 Chapter 2Se il primo episodio non fosse bastato a darci un’idea precisa di cosa Legion sarebbe potuta essere, ci pensa questo “Chapter 2” a chiarirci, per quanto possibile, le idee: si tratta di un episodio che si prende tutto il tempo per descriverci i personaggi e le loro storie, dando invece poco spazio alla trama orizzontale.

Quando siamo alle prese con il genere supereroistico, sia esso in ambito cinematografico che in quello televisivo, ci troviamo di fronte ad un ampio spettro di possibilità e di realizzazioni, che possono andare dai prodotti canonici quali Arrow, Supergirl o Captain America (con risultati molto diversi anche all’interno dei singoli capitoli) a veri gioielli (Il Cavaliere Oscuro, I Guardiani della Galassia) ad autentici disastri (Hulk, Lanterna Verde). Negli ultimi anni entrambi i mezzi visivi hanno visto notevolmente aumentare il numero di serie dedicate ai supereroi, un genere quanto mai vitale nonostante i risultati spesso tutt’altro che esaltanti. Forse proprio in risposta a questa fiumana di rappresentazioni visive che rischiava di saturare il genere, il cinema ha cercato – con successo – di rinnovarsi attraverso quell’esperimento folle che è stato Deadpool: pur non innovando nella struttura profonda (la trama è davvero poca cosa), Deadpool ha avuto il pregio di mettere in discussione la propria stessa “realtà”, con una fortissima dose di ironia che ha spezzato la fin troppo conosciuta strada della narrazione supereroistica.

Legion – 1x02 Chapter 2Non lontano da queste finalità, sebbene con modalità molto diverse, si muove anche Noah Hawley, che con Legion, arrivata ora al secondo episodio, sta riuscendo nel non semplice compito di trovare qualcosa di nuovo da dire, di percorrere quei pochi sentieri non ancora battuti da altri fino a questo momento. Abbracciando a piene mani la natura del proprio supereroe principale, la serie si abbandona interamente ad una narrazione che fa del lato visivo, ancor più che della sola scrittura, il proprio punto di forza. Continuando con lo stile che abbiamo già visto – e apprezzato – nell’episodio pilota, Legion adotta lo sguardo del protagonista, il quale, però, è piagato da un potere che non riesce affatto a controllare e che dunque lo porta a sovrapporre ricordi e paure, a nascondersi dietro tentativi di armonizzare il proprio passato più con le aspirazioni del presente che con la realtà di quanto accadutogli.

Il focus principale del racconto dunque è, come dovrebbe essere, il nostro protagonista, il quale, quando ormai non è più di primissimo pelo, si ritrova improvvisamente catapultato in una realtà che intende scuotere la sua vita dalle fondamenta: da sempre certo di essere schizofrenico, ha trovato adesso qualcuno intenzionato a convincerlo che tutto ciò che vede, tutto ciò che sente, non è altro che il frutto di un potere dalle potenzialità inimmaginabili che necessita solo di controllo e di allenamento. David non è pazzo, dunque, per dirla nella maniera più cruda e violenta possibile; ma certo fare questa scoperta quando ogni relazione umana è stata inficiata da tale condizione non può che essere incredibilmente destabilizzante nella vita di un essere umano. Anzi, egli in più nasconde quello che è forse il potere più incredibile visto sino a questo momento tra gli X-Men, un mix di telecinesi e telepatia che riesce a divenire anche una sorta di proiezione astrale quando vede il presente in cui si trova la sorella. Non sarà facile dunque in futuro riuscire a gestire un protagonista che abbia delle capacità così straordinarie; sarà interessante capire come gli autori verranno a patti con una tale realtà.

Legion – 1x02 Chapter 2C’è però molto di più oltre a questo: la serie affronta il grande tema della memoria e come essa sia in grado di influenzarci e condizionarci nel più intimo della nostra anima senza lasciarci le chiavi per rintracciare le origini delle idiosincrasie che ci riguardano e ci plasmano. Il tuffo nel proprio passato fatto da David grazie alla guida di Ptonomy è qualcosa che in realtà ciascuno di noi può fare – e su cui si concentra buona parte della psicanalisi moderna; e se la maggioranza di noi non troverà, per fortuna, eventi altrettanto sconvolgenti quanto quelli individuati da David, è pur vero che il rimosso, la paura, persino il cambiamento di un qualche ricordo è qualcosa in cui lo spettatore può identificarsi. La riuscita di questa sezione, infatti, non sta solo nella costruzione di un mistero intorno alla figura paterna (che pure gioca un ruolo non secondario), quanto nella capacità di trasportare lo spettatore in un mondo che nonostante le sue lenti deformanti diventa presto un ambiente privilegiato e riconoscibile.

Legion – 1x02 Chapter 2Non nascondiamoci, infatti, quale sia la forza principale della serie: visivamente Legion è un piccolo gioiello, che trova nella sua forma espressiva estetica e nella sovrapposizione dei piani temporali la propria forza immaginativa principale. È proprio la formula attraverso la quale il racconto viene narrato a impreziosire quella che sarebbe altrimenti una narrazione del tutto convenzionale, fatta di agenzie governative corrotte contro luoghi franchi per persone speciali che necessitano di protezione, che è poi il riuscito core business degli X-Men a cui, ricordiamolo ancora una volta, Legion tecnicamente appartiene. Il frequente passaggio tra presente, passato e trapassato, per quanto destabilizzante e talvolta confusionario, permette allo spettatore di vivere per qualche attimo in quel calderone impazzito che dev’essere la mente di David, con i frequenti passaggi da un livello all’altro, da un bisogno all’altro. A tal proposito non possiamo non spendere qualche parola sull’interpretazione di Dan Stevens che è riuscito brillantemente a passare dai composti abiti indossati in Downton Abbey a questa nuova e difficile presenza scenica e necessità interpretativa; il risultato, però, è davvero riuscito ed il suo David è impreziosito da un’ottima performance artistica.

Legion – 1x02 Chapter 2A tutto questo, poi, bisogna aggiungere la volontà di scrivere una più ampia mitologia con alcuni soggetti molto peculiari: Cary, ad esempio, ma soprattutto Ptonomy, il quale ci viene tratteggiato con pochi ma precisi tocchi pittorici che riescono subito a renderlo assai affascinante. Il suo intero potere è infatti la capacità di ricordare e gestire la memoria – al punto che egli rammenta anche il momento della sua nascita, un’esperienza formativa e traumatica che non può non aver lasciato un segno nella formazione della sua personalità. Degli altri personaggi secondari non abbiamo ancora granché da dire, ma è chiaro che la Dottoressa Bird avrà in futuro un ruolo sicuramente più rilevante e definito, così come il villain che al momento sta emergendo dallo sfondo.

Non possiamo sorvolare, però, su come la scrittura autoriale stia continuando a lavorare molto bene anche nella costruzione di quell’atipica relazione sentimentale che lega David e Syd; si tratta di un rapporto che può perfettamente sintetizzarsi nell’impossibilità della ragazza di avere un qualsiasi contatto fisico senza provare fastidio, se non peggio. In più, Syd sembra capace di dare a David un nuovo percorso, un nuovo scopo nella vita. Il rapporto di fiducia che si sta instaurando tra i due è piuttosto sentito e all’interno del mondo confuso e confusionario che è la mente di David sembra essere un’oasi di pace, un momento di riposo prima di tornare nella gran tempesta.

Legion – 1x02 Chapter 2Alla prova dei fatti Legion regge bene il secondo episodio, riesce a risultare ancora estremamente interessante nonostante il focus principale non sia la trama orizzontale ma la costruzione visiva e materiale del proprio protagonista. Questo secondo appuntamento conferma tutte le ottime impressioni che già l’esordio della serie ci aveva trasmesso, alzando ulteriormente l’asticella della qualità.

Voto: 8

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Mario Sassi

Un po' romano un po' napoletano, ha preparato la sua valigia di cartone e se n'è andato a Philadelphia, nella speranza di incrociare Rocky alle prese con un nuovo allenamento. Tra letteratura, cinema e serie TV si domanda ancora come faccia a trovare tempo per respirare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “Legion – 1×02 Chapter 2

  • Artax

    Bella recensione che coglie nel segno!
    Non sono particolarmente amante di tutta la produzione che gira attorno ai supereroi, ma questa serie si sta dimostrando molto di più, spero mantenga il livello.