L’Angolo Mensile delle News – Maggio 2021


L’Angolo Mensile delle News – Maggio 2021Ecco il nuovo appuntamento con l’Angolo Mensile delle News, rubrica che parla delle notizie e dei temi più importanti che hanno caratterizzato il mese telefilmico appena trascorso. In questo articolo parleremo dei problemi che stanno affrontando i Golden Globes; della reunion di Friends; dell’annuncio del nuovo spin-off di Bridgerton, show prodotto dalla Shondaland di Shonda Rhimes; parleremo di Gloria Calderón Kellett e del suo nuovo show per gli Amazon Studios; di It’s a Sin, l’ultimo drama di Russell T. Davies che sbarca in Italia; delle nuove date delle premiere e dei nuovi video promozionali del mese.

Friends: la reunion

Se ne parlava da mesi e finalmente è diventata realtà: la reunion di Friends è andata in onda lo scorso 27 maggio su HBO Max, dopo essere stata rimandata più volte a causa della pandemia. La puntata non è un episodio effettivo della serie, ma va considerato una grande festa nella quale si celebra il successo di una delle sit-com più importanti della storia della televisione. Vi lasciamo al nostro resoconto completo della puntata, che potete trovare qui.

I Golden Globes 2022 non saranno trasmessi

L’Angolo Mensile delle News – Maggio 2021L’emittente televisiva NBC ha annunciato che nel 2022 non trasmetterà la cerimonia dei Golden Globes, premi per cinema e TV di Hollywood, da sempre criticati per la gestione poco limpida di candidature e premi assegnati. La Hollywood Foreign Press Association, che gestisce i Golden Globes, è da tempo criticata per la poca inclusività, basti pensare che dei circa novanta giornalisti che compongono l’associazione non ce ne sia neanche uno afroamericano. I problemi della HFPA non sono solo di natura etica, ma anche economica, da sempre considerata piena di ombre. Nonostante l’associazione abbia approvato alcune riforme per aumentare la diversità tra le sua fila – si parla di aumento del 50%  dei propri membri entro il prossimo anno e mezzo –, NBC ha deciso di non mandare in onda una manifestazione con evidenti problemi di rappresentazione. “Siamo convinti che la HFPA sia motivata a compiere questa importante riforma. Tuttavia, un cambiamento di questa portata richiede tempo e lavoro, e riteniamo che la HFPA abbia bisogno di tempo per fare le cose bene. Per questo, la NBC non trasmetterà i Golden Globe nel 2022“, ha dichiarato un portavoce del network. I Golden Globes, però, venivano organizzati per gran parte con i soldi dei diritti televisivi della messa in onda della cerimonia e senza questi fondi non è sicuro che la cerimonia possa essere organizzata.

Bridgerton: in arrivo lo spin-off

Il rinnovo per ben tre stagioni non ha fermato i creatori di Bridgerton dal produrre nuovi show per Netflix. È notizia di qualche settimana fa che uno spin-off di questo show sia già in lavorazione e che sarà incentrato unicamente sul personaggio della regina Charlotte. L’annuncio è arrivato direttamente dal profilo Twitter ufficiale di Netflix, che ha confermato la partecipazione di altri due personaggi dal mondo di Bridgerton: nello spin-off vedremo anche Violet Bridgerton, la matriarca dell’omonima famiglia, e Lady Danbury. Di seguito trovate il tweet ufficiale con l’annuncio:

 

Gloria Calderón Kellett firma con Amazon Prime Video

L’Angolo Mensile delle News – Maggio 2021Dopo la fine di One Day at a Time, Gloria Calderón Kellett si è messa subito al lavoro, sviluppando nuovi progetti di cui ancora si sapeva poco. L’ultimo aggiornamento sul futuro lavorativo della creatrice la vede firmare con Amazon Prime Video per produrre una nuova romantic comedy della lunghezza di un’ora ad episodio dal titolo With Love. Lo show racconta la storia dei fratelli Diaz, Lily e Jorge, che sono alla ricerca dell’amore e del loro posto nel mondo. I due fratelli vedono le loro strade incrociarsi in modo inaspettato durante un periodo dell’anno particolare, le vacanze. La produzione dello show partirà a giugno e i piani sono di lanciarla alla fine del 2021. “Ho iniziato a scrivere per dare vita a dei personaggi e a delle storie che potessero rappresentare me e la mia comunità“, ha dichiarato la showrunner, aggiungendo “dopo un anno così difficile, non c’era niente che volessi vedere in tv più di una famiglia felice e accogliente come è stata la mia. Per questo portare alla luce una famiglia del genere nel mio primo progetto per gli Amazon Studios è una cosa speciale ed è incredibilmente elettrizzante“.

It’s a Sin sbarca in Italia

Sono pochi quei creatori di show televisivi che anno dopo anno riescono a sfornare serie di grande livello e allo stesso tempo molto amate dal pubblico: Russell T. Davies è uno di questi. Da Queer as Folk, passando per Torchwood, Cucumber, Banana e Tofu e Years and Years, lo showrunner è da sempre riuscito a creare degli show coinvolgenti, raccontandoci storie che ancora non avevamo visto in TV. It’s a Sin è la nuova fatica televisiva dell’autore, andata in onda nel gennaio di quest’anno su Channel 4, e vicina al debutto italiano su Starzplay, che ci presenterà un episodio a settimana a partire dal primo giugno. Questo nuovo show racconterà la comunità LGBTQ+ durante la terribile diffusione del’AIDS negli anni ’80. Vedremo i quattro amici protagonisti crescere e diventare grandi nella Londra che attraversa non senza difficoltà il decennio 1981-1991. Lo show ci viene presentato con queste immagini promozionali, che trovate nella galleria di seguito:

Nuovi show e ingressi nei cast

Nei prossimi mesi vedremo parecchie novità sui nostri schermi, alcune nuove uscite e alcuni nuovi ingressi in show già avviati. Partiamo parlando di famiglie televisive che si ingrandiscono: il cast di The Great ha aperto le porte a Gillian Anderson, che farà un’apparizione in soli due episodi interpretando la madre di Caterina.
Passiamo ora a Succession 3, che vedrà l’ingresso nel suo cast di Adrien Brody e Alexander Skarsgård: il primo sarà un CEO di successo di un conglomerato della tecnologia, mentre il secondo interpreterà un miliardario investitore e attivista che diventerà fondamentale nella battaglia per la proprietà di Waystar.
Per quanto riguarda i nuovi show che vedremo, vi segnaliamo la nuova serie dei The Jackal, dal titolo Generazione 56K, dal primo luglio su Netflix, uno show in pieno stile The Jackal che parlerà di nostalgia per gli anni ’90.  Concludiamo con Pride, dal 25 giugno su Disney+, docuserie in sei parti che racconta la lotta dei diritti civili LGBTQ+ in America, decennio per decennio dagli anni ’50. Lo show sarà disponibile anche in Italia su Star Original, con tutti gli episodi rilasciati in contemporanea.

Nuove date delle premiere, cancellazioni e rinnovi

Questo mese vi segnaliamo il ritorno di due show: il primo è La casa de Papel 5, che debutterà il prossimo 3 settembre con la parte 1 della stagione conclusiva, mentre la parte 2 sarà disponibile dal 3 dicembre. Il secondo show che vi segnaliamo è Tuca & Bertie 2, che partirà il 13 giugno su Adult Swim. Per quanto riguarda le cancellazioni, vi segnaliamo che Netflix ha deciso di non rinnovare The Irregulars, che è terminato con la sua prima stagione. Anche This Is Us arriverà a conclusione, terminando con la stagione sei. Parlando dei rinnovi vi segnaliamo Mayans MC, rinnovato per una stagione quattro, e Grey’s Anatomy, che tornerà per una 18esima annata.

I trailer del mese

Partiamo con la stagione 2 di Love, Victor, presentato da Disney+ con questo nuovo trailer:

Passiamo a Physical, nuovo show di Apple+ , disponibile dal 18 giugno:

Il prossimo 8 luglio debutterà il reboot di Gossip Girl su HBO MAX, presentato da questo nuovo video promozionale:

Vediamo Brooklyn Nine Nine 8, stagione conclusiva disponibile dal 12 agosto su NBC:

Lupin, serie drama di Netflix, tornerà con la seconda parte della prima annata l’11 giugno:

Concludiamo con Dr. Death, nuovo drama di Peacock con Joshua Jackson, disponibile dalla prossima estate:

 

Fonti: variety, spoilerTV, the hollywood reporter, vulture, inter nos

Condividi l'articolo

Informazioni su Davide Canti

Noioso provinciale milanese, mi interesso di storytelling sia per la TV che per la pubblicità (in fondo che differenza c'è?!). Criticante per vocazione e criticato per aspirazione, mi avvicino alla serialità a fine anni '90 con i vampiri e qualche anno dopo con delle signore disperate. Cosa voglio fare da grande? L'obiettivo è quello di raccontare storie nuove in modo nuovo. "I critici e i recensori contano davvero un casino sul fatto che alla fine l'inferno non esista." (Chuck Palahniuk)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.