Once Upon a Time 1×03 – Snow Falls 1


Once Upon a Time 1x03 – Snow FallsTerzo episodio di questa serie che, sorprendentemente, continua a crescere, dandosi una struttura più ampia e sicuramente ancor più robusta. Se gli ascolti presentano un calo fisiologico tutt’altro che preoccupante, lasciandoci ben sperare per l’eventuale rinnovo, sotto il punto di vista tecnico e di sceneggiatura la serie non scivola nel piattume, ma persino migliora in alcune strutture.

«I will always find you»

Una serie come questa, che parla di favole e di mondo reale, ha enormi possibilità di cadere nell’errore e nel controsenso. Finora, invece, Once Upon a Time continua a comportarsi in maniera eccellente, con un leggero – e necessario – diminuire del ritmo, ma con la costruzione dei personaggi e delle relazioni che intercorrono fra loro. Protagonisti assoluti di questo episodio sono Biancaneve ed il Principe Azzurro.

Once Upon a Time 1x03 – Snow FallsDei due mondi, forse quello che funziona meglio è quello favolistico in questo episodio: in primis, perché si sviluppa una interessantissima rivisitazione della debole figura femminile. Se nella storia tanto conosciuta, infatti, Biancaneve sembra una ragazzina sprovveduta (ma perfettamente in linea con i canoni dell’epoca), assistiamo, invece, ad una Biancaneve bad-ass, una giovane sicuramente più intraprendente, una Fantaghirò molto meglio riuscita (sicuramente anche per quanto riguarda i capelli). Una Biancaneve che contrasta fortemente con la personalità che sembra invece avere nella realtà, molto più mesta e docile della donna sfrontata e dinamica che incontra per la prima volta il Principe Azzurro.

Da notare, e questo non può che fare enormemente del bene agli sviluppi della serie, l’ottima alchimia che sembra esserci tra i due attori, i quali riescono ad impreziosire anche i momenti più intimistici e sentimentali, donando loro quella credibilità assolutamente necessaria all’armonia della serie. È interessante altresì quanto ci tenga il Principe a rivelare il suo nome (James), a voler separare da lui quella figura preimpostata e precostruita del Principe Azzurro delle favole, ed umanizzarsi.

Once Upon a Time 1x03 – Snow Falls

Per quanto riguarda il mondo reale, di riflesso, tutto è ovviamente incentrato sulle due “personalità” della maestra e del John Doe in coma nell’ospedale. Grazie all’intervento di Henry, che riesce a convincere Mrs. Blanchard a leggere il libro di favole all’uomo, questi si sveglia (di grande effetto sicuramente il momento in cui l’uomo ne prende il braccio, finalmente reagendo dopo anni di coma). Entra qui in gioco un nuovo personaggio, il Dottor Whale (tecnicamente significa “Balena”, ma dubito che sia proprio la balena di Pinocchio), il quale immediatamente contatta Regina.

Rivediamo David Anders (Alias, Heroes) in un ruolo come al solito negativo. Se dovesse essere confermato e tornare nei prossimi episodi, sarebbe una interessantissima aggiunta date le sue capacità.

Proprio quando si stava per realizzare l’Happy Ending tanto sperato – Henry continuerà per tutto il tempo a dire a Mrs Blanchard che l’uomo cercava lei – il provvidenziale arrivo del Sindaco reca con sé anche la fidanzata dell’uomo, interrompendo quindi temporaneamente le fantasie (d’altronde, come ogni buona serie che si rispetti, siamo solo all’inizio!).

Niente Tremotino e pochissima Grimilde (seppure di lei si parli in più di una occasione) ed un po’ la loro assenza si sente.

Once Upon a Time 1x03 – Snow FallsIn realtà, quello che maggiormente fa storcere il naso è ancora il personaggio di Henry. Oltre ad essere palesemente un bambino molto speciale ma totalmente distaccato dalla realtà e finora con poche sfaccettature, ci si domanda quanto sia stupido il Sindaco se non riesce nemmeno a tenerlo bloccato in casa (quante volte sarà fuggito?). Intanto, però, sembra evidente che lo Sceriffo sia il Guardiacaccia di Biancaneve, come avevo sospettato (il bosco è il suo territorio, dirà). Interessante la parte con i troll anche se purtroppo la necessità di contenere i costi si fa sentire.

Insomma, in conclusione, Once Upon a Time non perde smalto neppure quando, in episodi come questi, si rallenta in parte il precedente ritmo serrato per costruire ed approfondire storie e personalità dei personaggi. L’esperienza degli autori si fa sentire e la costruzione non risente di drammatiche scollature, anche se qualche punto bisogna pur sempre sistemarlo (Henry in primis).

Voto: 7 e ½   

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Mario Sassi

Un po' romano un po' napoletano, ha preparato la sua valigia di cartone e se n'è andato a Philadelphia, nella speranza di incrociare Rocky alle prese con un nuovo allenamento. Tra letteratura, cinema e serie TV si domanda ancora come faccia a trovare tempo per respirare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “Once Upon a Time 1×03 – Snow Falls

  • Anto H.

    Appena vista: bellissima!
    In effetti speravo in un “lieto fine”, ma …. siamo solo alla 3° puntata: certo che le cose si devono complicare ulteriormente.
    Per ora non ci trovo nulla di sbagliato, ma non riesco a immaginare come una trama orizzontale così “povera” possa arricchirsi per soddisfare una stagione di 22 episodi, e un’eventuale seguito!
    Quando penso così di una serie, poi solitamente si rivela un successo! 😀

    Da notare il solito richiamo Lostiano quando Biancaneve trasforma il 3° Troll in scarafaggio: oltre al fumo nero, il suono tipico che lo accompagna, da pelle d’oca!!!
    In in più nella scena successiva me la sono quasi fatta sotto xD, quando schiaccia uno degli scarafaggi: ho fatto un salto col cuore in gola, chissà perchè! Bleah!