How I met your mother – 7×16 The Drunk Train 6


How I met your mother - 7x16 The Drunk TrainIn una stagione oscillante come questa, “The drunk train” rappresenta una boccata d’aria fresca: non solo per una ritrovata capacità comica, ma soprattutto per il maggiore approfondimento di caratteristiche che hanno reso questi personaggi i nostri migliori amici da lungo tempo. La puntata non è esente da difetti, tuttavia fa piacere riscontrare come, ogni tanto, gli autori si ricordino cosa sono in grado di fare.

Ted & Barney

La coppia comica dell’anno fa come sempre faville e le loro avventure, tra uscite a quattro per un improbabile appuntamento di Ted (“Goat cheese? Fascinating! What else are you allergic to, huh?”) e approcci da ubriachi, sono la conferma di quanto questa serie possa ancora far ridere con scene che, tutto sommato, non sono nemmeno così originali. Personalmente, inoltre, trovo Josh Radnor davvero migliorato, quindi anche le sue battute hanno una resa migliore e non spariscono davanti al meraviglioso Neil Patrick Harris.
How I met your mother - 7x16 The Drunk TrainTutta la storia è funzionale a farci conoscere un nuovo personaggio, Quinn/Karma, interpretato da una sempre adorabile Becky Newton (Ugly Betty) e nuovo interesse amoroso di Barney: quest’ultimo, abituato ad avere a che fare con donne che diventano sempre più cretine con il passare delle stagioni, viene attratto proprio da quelle che dimostrano di saper tenergli testa e di non cadere nelle sue stupide – eppure esilaranti – messinscene. Robin prima, Nora poi, ora Quinn: certo, è strano pensare che Barney non l’abbia riconosciuta nonostante lavori nel suo strip-club preferito (e nonostante sembrasse conoscerla già dai tempi della 3×14 The Bracket: “Nah, it’s not Karma. She’s stripping in Vegas. Plus, we’re good”), ma a parte questo dettaglio forse poco curato, la scelta delle donne che fanno breccia nel suo cuore è sempre orientata verso una grande forza di carattere, l’unica cosa che possa tenere testa a uno come lui.

Bisognerà vedere, tuttavia, come una questione del genere si intreccerà con gli sviluppi a cui ha portato il finale dell’episodio. E’ impossibile non intravedere le conseguenze di ciò che abbiamo scoperto grazie a Victoria all’inizio della stagione e pare piuttosto evidente che il distacco tra i tre ragazzi stia iniziando esattamente da qui. Non vedo questa scelta come un ripiegare su facili soluzioni già vissute, tutt’altro: credo invece che Ted si senta perso ormai dai tempi del non-matrimonio con Stella (Zoe è stata una parentesi finita anche malaccio) e che sia sempre stato legato a Robin (come il suo silenzio con Barney alla fine di “Tick Tick Tick” faceva presagire). Piuttosto, sentirlo pronunciare ad alta voce una rinuncia all’idea di avere figli fa impressione: non solo a noi spettatori – che chiaramente sappiamo quanto questo non possa essere successo – ma anche a chiunque conosca Ted nel mondo della serie: davvero è immaginabile che un uomo come lui, che voleva essere padre forse già da adolescente, possa rinunciare ad avere dei figli? L’unica giustificazione è che Ted sia in crisi – cosa che già da qualche tempo si sta portando avanti, a volte anche solo con battute fugaci – così come lo è Robin.

Robin & Kevin

La colpa che imputo a questa storyline è quella di essere giunti ad una proposta di matrimonio totalmente imprevista e neanche minimamente supportata da qualche indizio precedente. Ora, non dico che ci dovessero mettere i cartelloni di preavviso, ma quante volte abbiamo visto Kevin? Quante volte è scomparso e noi tutti ci siamo chiesti dove diavolo fosse finito e perché il suo utilizzo fosse totalmente casuale? Solo due puntate fa lui e Robin erano alle prese con quei “sì” che si tendono a dire sempre all’inizio di una relazione e ora si mette già un anello sul tavolo? Diciamo che la cosa puzza di escamotage per eliminare Kevin dalla serie e per aprire alla storia Ted/Robin di cui sopra: e posso capire che servisse la svolta, ma è stata fatta veramente, veramente male.

How I met your mother - 7x16 The Drunk TrainPer lo stesso discorso, anche la scelta di Robin di accettare il matrimonio pare forzata, anche se dalla sua abbiamo proprio quella crisi di cui si parlava prima: indipendentemente dal fatto che lei voglia o meno figli, non poterli avere pone il tutto sotto un’altra prospettiva;  soprattutto la sottopone all’obbligo di dover presentare la questione ogni volta che una storia comincerà a diventare seria – con la consapevolezza che, come in questo caso, la risposta potrebbe essere negativa.

Insomma, la questione poteva essere gestita meglio e le conseguenze di ciò che è accaduto dovranno essere trattate davvero con cautela: ma se si riuscirà a tenere in piedi la situazione Ted&Robin senza farla cadere nel cliché e nel già visto, allora potrò anche perdonare l’orrenda scelta di questa proposta di matrimonio – benché, lo ammetto, vedere Kevin che ad ogni dubbio di Robin rispondeva “Will you marry me?” abbia sciolto anche un cuore di pietra come il mio.

Lily & Marshall

How I met your mother - 7x16 The Drunk TrainA completare la buona riuscita di questo episodio c’è stato anche un trattamento – finalmente! – di favore nei confronti della nostra coppia in attesa: spesso mi sono lamentata del fatto che li avessero ridotti – soprattutto Lily – a personaggi in funzione della gravidanza, ma in questo episodio si è riusciti a fare qualcosa di più. Certo, il tema del bambino non può non esserci, e nessuno si immagina che venga accantonato, ma l’idea di tirare di nuovo in ballo le caratteristiche tipiche di Lily e Marshall, come appunto quella di essere in costante sfida, ha strappato più di un sorriso: chi non riderebbe davanti al flashforward del tabellone sopra il letto, con Lily e il suo “I hope it’s a soupy deuce, sucka!”?

Sotto un altro aspetto, è proprio il loro “keeping scores” che introduce il concetto di dovere qualcosa a qualcuno e non è difficile vedere il parallelismo tra le due situazioni: mentre Marshall dice alla moglie “You’re growing a baby, our baby. So you’re officially ahead of me for life”, evidenziando quanto portare un figlio in grembo sia qualcosa al di fuori di qualunque classifica, la frase di Robin “I just don’t think I could ever owe someone that much” pone l’eventuale rinuncia di Kevin come un prezzo davvero troppo alto da pagare per una relazione (tra l’altro nata trenta secondi prima, ma lasciamo stare).

L’episodio si presenta come uno dei migliori della stagione e, sebbene alcune parti siano state trattate davvero male, l’attenzione ai personaggi e l’aspetto comico sono stati ben curati e hanno ricordato persino i bei vecchi tempi di Himym. Speriamo che le buone intenzioni, che ogni tanto trapelano dalle puntate, non siano solo dei casi fortuiti.

Voto: 7/8

Best quotes of the episode:

– “Last week I went out with a girl whose favorite band was Glee!”  Dopo Community, la miglior presa in giro di Will Schuester e della sua allegra combriccola.

– “I think I can get laid, I think I can get laid!” D’ora in poi salire su un treno non sarà mai più la stessa cosa.

– “You think you’re better than me?!

– Tutte le battute sulla prima notte di nozze di Lily e Marshall: epic – wait for it – dary!!!

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Federica Barbera

La sua passione per le serie tv inizia quando, non ancora compiuti i 7 anni, guarda Twin Peaks e comincia a porsi le prime domande esistenziali: riuscirò mai a non avere paura di Bob, a non sentire più i brividi quando vedo il nanetto, a disinnamorarmi di Dale Cooper? A distanza di vent’anni, le risposte sono ancora No, No e No. Inizia a scrivere di serie tv quando si ritrova a commentare puntate di Lost tra un capitolo e l’altro della tesi e capisce che ormai è troppo tardi per rinsavire quando il duo Lindelof-Cuse vince a mani basse contro la squadra capitanata da Giuseppe Verdi e Luchino Visconti. Ama le serie complicate, i lunghi silenzi e tutto ciò che è capace di tirarle un metaforico pugno in pancia, ma prova un’insana attrazione per le serie trash, senza le quali non riesce più a vivere. La chiamano “recensora seriale” perché sì, è un nome fighissimo e l’ha inventato lei, ma anche “la giustificatrice pazza”, perché gli articoli devono presentarsi sempre bene e guai a voi se allineate tutto su un lato - come questo form costringe a fare. Si dice che non abbia più una vita sociale, ma il suo migliore amico Dexter Morgan, il suo amante Don Draper e i suoi colleghi di lavoro Walter White e Jesse Pinkman smentiscono categoricamente queste affermazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 commenti su “How I met your mother – 7×16 The Drunk Train

  • Kal

    Sono d’accordo sulla ritrovata comicità, meno sugli aspetti più seri. A mio avviso sono stati trattati con troppa superficialità, a partire proprio da uno psichiatra che non è in grado di porre a se stesso due semplici domande, ma continuando anche con Ted che spara quella frase finale che proprio è al di fuori del personaggio. Questa “crisi” non arriva a giustificare un’uscita simile.

    Personalmente, non sarei andato oltre il 6.5/7… proprio per quelle battute che mi hanno fatto ridere come un tempo.

    Quanto all’attore che interpreta Kevin, non è molto fortunato in quanto ad uscite di scena… Quella in House fu addirittura peggiore di questa!

     
  • Paco

    La puntata l’ho adorata, specialmente per l’approfondimento sui personaggi, che è sempre stata una caratteristica forte del telefilm. Vado con ordine:

    – Barney già lo adoro con Quinn (preferisco questo, al suo stripper name), anche se mi sembra scontato e banale che introducano un interesse amoroso per lui con l’avvicinarsi del finale e quindi, si spera, del benedetto matrimonio. Chissà se sarà davvero lei, la sposa…

    – Kevin è stato fatto fuori semplicemente per introdurre il cliffhanger finale, ma considerato che non l’ho mai potuto soffrire (e no, i suoi “Will you marry me?” non mi sono piaciuti se non il primo, perché hanno iniziato a suonare disperati) meglio che non lo rivedremo più!

    – Ted è sempre stato un personaggio fantastico, ma dopo Stella è entrato in crisi. Ha perso la sua vena romantica, le sue follie per amore (il corno blu francese e la danza della pioggia per Robin, la ricerca per tutta New York di Victoria, l’appuntamento di 3 minuti con Stella…con Zoey queste cose ce le siamo sognate!) e quindi la sua crisi d’identità era nell’aria già da tempo, e mi aspettavo un ritorno di fiamma. Anche perché, Robin e Ted si sono lasciati per un ben preciso motivo, ossia: Dove ti vedi tra 5 anni? i 5 anni sono passati, e questi due convivono, sono entrambi single, il primo non si è sposato e non ha avuto figli, la seconda non ha una carriera ai 4 angoli del mondo come avrebbe voluto. Con queste premesse, e in più l’avvertimento di Victoria, un riavvicinamento dei 2 è molto sensato e prevedibile. Spero lo gestiscano bene 🙂

    – Lily e Marshall li ho adorati. Punto.

     
  • xfaith84 L'autore dell'articolo

    @Kal:
    ovviamente son gusti, però non sarei così dura né con Kevin né con Ted. partendo dal primo, è inevitabile che abbia avuto bisogno di tempo per metabolizzare la notizia: soprattutto, quando ha saputo che robin non può avere figli ha automaticamente pensato ad altre soluzioni, ed è solo quando lei ha evidenziato che non vuole proprio averne che lui ha cominciato davvero a rifletterci su. ovvio che su due piedi fosse più facile andare avanti che ritrattare, ma il fatto che lui sia psichiatra c’entra fino ad un certo punto: saper capire gli altri non vuol dire capire se stessi e la lista di psicologi/psichiatri in cura è lunghissima!
    Ted… bah. io trovo che la crisi ci stia eccome, così come ci sta a mio avviso il “tornare a ciò che ci è familiare”, come dicevano robin e barney alla fine della stagione scorsa. poi c’è tutto il discorso dei 5 anni, che Paco riporta e che è stato ben evidenziato dagli autori in una loro intervista.
    Su kal penn hai ragione, ma l’uscita da House almeno gli era valsa una collaborazione nello staff di Obama! e poi un’uscita di scena pazzesca!

    @Paco
    hai ragione, ho continuato a chiamarla Karma per il discorso della puntata della terza stagione e mi son dimenticata di aggiungere il suo vero nome, ora modifico! =)
    Il discorso dei 5 anni l’ho citato poco sopra, alla fine credo sia una bella sfida per gli autori vedere i risultati di questi 5 anni passati: speriamo che trattino bene questa storia!

     
  • Paco

    A me l’uscita di scena di Kal Penn da House piacque un sacco. Certo, magari avendolo prefissato avrebbero inserito un elemento qua e là lungo la stagione, ma in quel modo House non sarebbe rimasto di stucco di fronte (spoiler per chi non ha visto house! edit xfaith84) come invece è stato in quella splendida puntata…ma sto divagando 😛

    @Xfaith sono d’accordo sulla bella sfida che si sono posti gli autori, e già sto immaginando uno scenario apocaliptico al matrimonio di Barney con Quinn come sposa, Ted e Robin che stanno insieme, con lei che si rende conto di amare Barney e ferma il matrimonio in Robin-style e lui che incontra The Mother…ok ora sto veramente vaneggiando XD

     
    • xfaith84 L'autore dell'articolo

      ti ho modificato il msg sull’uscita di scena di kal penn in house, visto che è un’altra serie rispetto a quella che stiamo commentando meglio non dare informazioni su un evento così importante, benché passato da tempo =)
      per il resto… sì, quel matrimonio è fonte di tante domande, speriamo riescano a gestirlo a dovere!