Comic Con 2012 – Person of Interest


Comic Con 2012 - Person of InterestÈ arrivato anche il turno di Person of Interest, la serie ideata da Jonathan Nolan e Greg Plageman che vedrà iniziare la seconda stagione il 27 settembre prossimo. Dopo un inizio non esaltante, la serie ha avuto un ottimo sviluppo, tanto da essere rinnovata. Vediamo di cosa si è parlato a San Diego.

Nolan ammette che l’idea di questo show gli è venuta ripensando alle esperienze avute da bambino coi suoi compagni di gioco in Inghilterra, quando negli anni ’80 vedeva un sacco di telecamere di sorveglianza. Cosa che si è poi ripetuta a New York, dove Nolan si chiese «chi ci sarà mai dietro e cosa ne faranno di tutte le informazioni che filmano».
Riguardo ai quattro protagonisti della serie, Nolan ammette di aver preso le caratteristiche principali di un super eroe e di averle divise nell’anima dei suoi personaggi. Anche quello di Root, che ha preso forma nel viso della bellissima Amy Acker nel finale di stagione, sarà un personaggio molto importante nella seconda stagione, diventando a tutti gli effetti uno dei protagonisti.

Comic Con 2012 - Person of InterestGli autori si sono poi soffermati sui flashback, che danno loro la possibilità di poter mostrare ancora eventuali personaggi che moriranno durante la serie. Qui si è creato un momento simpatico, quando Nolan ha guardato tutti gli attori dicendo che «nessuno è al sicuro»; Caviezel ha ribattuto dicendo: «In effetti mi sono sempre sentito una guest star».
L’ultima parola è toccata a Taraji P. Henson, l’interprete di Carter, che ha svelato: «È praticamente impossibile tirar fuori qualche anticipazione agli autori, devono essere ubriachi per poterli convincere a confessare».

C’è quindi grande attesa per questa seconda stagione: c’è da dare atto agli autori di aver corretto il tiro strada facendo, rendendo Person of Interest una delle novità più riuscite dell’anno appena passato e una delle serie più aspettate dell’anno venturo.

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Ste Porta

Guardo tutto quello che c'è di guardabile e spesso anche quello che non lo è. Sogno di trovare un orso polare su un'isola tropicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.