Supernatural – 7×05 Shut up Dr. Phil


Supernatural - 7x05 Shut up Dr. PhilFan di Buffy o di Angel, questo episodio di Supernatural è stato creato per voi e per voi soltanto. Ed infatti questa è una premessa indispensabile: questo episodio dice molto poco, aggiunge praticamente niente, ma è una vera estasi per tutti gli amanti dei due telefilm sopra citati, con delle guest star da brivido. Sto parlando di Cordelia e Spike, al secolo Charisma Carpenter e James Marsters.

Partiamo, tuttavia, dall’inizio. Anche questo sembra essere (sembra perché il risvolto finale dipende da come verrà usato) un episodio assolutamente fine a se stesso, un riempitivo necessario alla vita della serie; nonostante ciò, gli autori riescono qui a costruire una puntata che naviga sottilmente tra richiami alla Final Destination e momenti di pura comicità (sullo stile, citato più volte, di “Vita da Strega”).

Supernatural - 7x05 Shut up Dr. Phil

Sono infatti piuttosto splatter alcune morti, soprattutto l’uomo che ha la sventura di essere colpito dalla sparachiodi, per non parlare poi dei cuori che battono all’interno dei cupcakes (semplicemente geniale). Così come, invece, i momenti d’ilarità colpiscono l’intera struttura narrativa, compreso l’epilogo e la “sconfitta” dei due stregoni antichi mediante un’improbabile sessione di terapia di coppia. È evidente che qui Supernatural decida di prendersi una pausa, per dedicarsi alla celebrazione, è proprio il caso di dirlo, delle due guest star piuttosto pubblicizzate. I due attori reduci dall’enorme successo di Buffy e della costola Angel prendono totalmente il controllo della scena e sono meravigliosamente a loro agio in situazioni come questa che, effettivamente, con le due serie da cui nascono ha molto in comune. Riescono, infatti, a gestire l’intera vicenda a metà tra il serio ed il faceto, senza però crollare nella loro credibilità. Fa un certo effetto vederli invecchiati (eppure bisogna ammettere che la Carpenter si è trasformata in una donna stupenda), ma il loro ritorno, tra l’altro in coppia, non può che alterare l’intero giudizio sull’episodio (d’altro canto, chi non li conosce o non ha un background di Buffy, troverà sicuramente la loro storia molto meno efficace).

In linea di massima, però, questo quinto appuntamento con Supernatural si rivela sostanzialmente più debole degli altri, con meno mordente e minor forza. La trama principale, e questo colpisce positivamente, prosegue a piccolissimi passi, pur non fermandosi del tutto. Il Leviatano che stava inseguendo i fratelli Winchester non solo li trova, ma li affronta direttamente. Sarà solo il provvidenziale arrivo dello stregone Don (Marsters) che permetterà loro di catturarlo.

Quel che stupisce, in verità, è il motivo per cui i due cacciatori lascino in vita gli sposi, nonostante questi si siano dati all’omicidio senza remore. Capisco che siano sicuramente molto potenti (d’altronde per poco non ci hanno rimesso la pelle), ma per chi ha affrontato Lucifero non dovrebbe essere impossibile. Probabilmente gli autori vorranno lasciare aperta la porta per un loro eventuale ritorno.

Supernatural - 7x05 Shut up Dr. PhilPer quanto riguarda i nostri protagonisti, invece, possiamo vedere due aspetti insoliti. Da un lato abbiamo Sam, che si dedica alla corsa mattutina e che è pieno di energia e di voglia di fare. Dall’altra, invece, vediamo un Dean particolarmente sottotono, che si è completamente buttato nell’alcol. La stessa fiaschetta che si porta dietro insospettisce Sam il quale, alla fine dell’episodio, non può che lasciare intendere al fratello di sapere che c’è qualcosa che non gli ha detto. È proprio in questo che è contenuto il “dramma” dei due fratelli: i segreti, soprattutto da parte di Dean, non solo rischiano di indebolire per l’ennesima volta il rapporto tra i due (e speriamo che non vogliano farlo di nuovo, dato che sembra essere una loro costante), ma soprattutto comportano problemi seri anche individualmente, con un Dean mai così tanto afflitto e appesantito dal dubbio.

Come ultima considerazione, si può dire che questo episodio di Supernatural sia piuttosto leggero e dedito prevalentemente a piegarsi in favore delle due guest star, senza muovere sensibili passi in avanti (seppure, alla fine, riescano a catturare un Leviatano, quindi questo può essere positivamente sfruttato). Come già espresso in recensioni precedenti, per ora è ancora il divertimento a farla da padrone; tuttavia questo episodio appare un po’ sottotono rispetto ai precedenti, che si sono mantenuti a livelli sicuramente più interessanti.

Voto: 6 e mezzo (8 per i fan di Buffy & Angel)

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Mario Sassi

Un po' romano un po' napoletano, ha preparato la sua valigia di cartone e se n'è andato a Philadelphia, nella speranza di incrociare Rocky alle prese con un nuovo allenamento. Tra letteratura, cinema e serie TV si domanda ancora come faccia a trovare tempo per respirare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.