The Good Wife – 3×18 Gloves Come Off 2


The Good Wife - 3x18 Gloves Come OffSuperata abbondantemente la metà, ci dirigiamo verso la conclusione della terza stagione a passi decisi. Alicia ha riaperto le porte al passato nello scorso episodio, e Gloves come off conferma la centralità del tema casa, che si prefigura come snodo parallelo al matrimonio con Peter.

L’episodio offre il meglio di sé nelle trame secondarie (ovvero la trama orizzontale) piuttosto che in quella principale: mi riferisco al caso della settimana, che, nonostante la presenza di Michael J. Fox, ha ben pochi elementi di appeal. La costruzione dei casi è ormai un pilota automatico per Dick (autore dell’episodio): il caso si presenta in un modo per poi svilupparsi in un altro, la cui complessità non compensa una mancanza pressoché totale di originalità. Ho già detto in recensioni precedenti che la carta vincente di questo show sta nel modo di trattare la parte procedurale: il drama non si trova nelle storie dei personaggi della settimana e la materia narrativa protagonista è la legge, con tutte le sue spesso ambigue declinazioni.

The Good Wife - 3x18 Gloves Come OffQuando gli aspetti legali non sono di vivo interesse, si avverte immediatamente un vuoto; a colmare questo vuoto dovrebbe essere proprio Canning, attraverso il continuo inseguimento di Alicia. Questo però non è sufficiente: il caso nel suo sviluppo in tribunale e fuori non coinvolge. L’unico elemento interessante è rappresentato da Frank Michael Thomas (apparso l’ultima volta nell’episodio Foreign Affairs della seconda stagione), omone dalle frasi ad effetto sempre ammanicato in qualcosa di grosso, nel caso specifico la creazione di una class action contro lo sport dell’hockey. Insomma, assistiamo all’ennesima vittoria dello studio (una sconfitta ogni tanto non la vedrei così male…), in questo caso anche piovuta dal cielo, a giudicare dalla reazione di Julius e Alicia: “What just happened?” – “ I think we just won.”

Se da una parte il caso non soddisfa, le restanti storylines ballano a ritmo incalzante. Abbiamo la possibilità di osservare le reazioni di tutti al trambusto nello studio creato dalla sospensione di Will: le espressioni di Diane all’inizio dicono tutto; Eli e David continuano a farsi la guerra mentre Will si diverte bellamente a loro spese; Alicia ha deciso che non gliene può importare di meno dei problemi dello studio e vuole il suo aumento.

The Good Wife - 3x18 Gloves Come OffDiane merita un paragrafo a parte. E’ difficile non attribuire questo suo nuovo lato monello all’asilo nido in cui si è trasformato lo studio: il distacco dai problemi e l’appagamento nel privato sono necessari per poter affrontare con maggior leggerezza la situazione.  E così l’avvocato dalla morale di ferro decide che non ne può più delle regole: perché avere un solo uomo quando può divertirsi con due? Jack Copeland le serve l’occasione su un piatto d’argento, dandole buca all’appuntamento senza neanche avvertire (cafonissimo!), ma sappiamo che la Lockhart è sempre stata affascinata dai “bruti”, della serie gli opposti si attraggono. Così com’è opposto a lei l’affascinante balista Kurt, protagonista di una scena in cui Christine Baranski ci offre una bellissima interpretazione, e un bacio di quelli che fanno emozionare. Sono molto curiosa di vedere come evolverà questo principio di triangolo.

The Good Wife - 3x18 Gloves Come OffL’intero episodio è in realtà dominato da Alicia. Più passa il tempo più la protagonista mi spiazza, lasciandomi con l’agrodolce in bocca. L’evoluzione di questo personaggio non si è mai fermata, tutto si può dire di Ms. Florrick tranne che sia una persona prevedibile. La sua scelta di calcare la mano sull’aumento per potersi permettere la sua vecchia casa è, per alcuni versi, deprecabile (in tempi di crisi a chi si negherebbe la possibilità di comprare una casa da quasi 2 milioni di dollari?). Non possiamo certo dire che questo atteggiamento sia fuori dal personaggio, basti pensare a come a suo tempo gestì la faccenda della scuola privata. Quando Alicia vuole qualcosa la ottiene, ma la sua aria da santarellina  sia nei confronti di Diane che di Canning non la fanno certo risultare simpatica. Se vuoi tirare fuori gli artigli fallo, ma non atteggiarti a povera disgraziata, per di più quando intorno a te c’è uno studio in difficoltà. In tutta onestà si è più che meritata l’osservazione di Diane: “It wasn’t Louis Canning who gave you a chance after 13 years away from the law”.

The Good Wife - 3x18 Gloves Come OffNel frattempo Alicia affronta il ritorno di Tammy. Tralasciando il fatto di come si sia permessa quest’ultima di fare una piazzata a una persona con cui sì e no avrà scambiato qualche distante saluto, la cosa che conta è che Alicia si ritrova dall’altra parte, accusata di essere stata a letto con un uomo impegnato. Per quanto tutto questo sia falso, Alicia comincia a mettersi nei panni di Kalinda: la scena infatti dà adito a poche altre interpretazioni. Non sono mai riuscita a condannare l’atteggiamento di Alicia nei confronti dell’amica, soprattutto perché la delusione non era tanto nel fatto che fosse stata a letto con Peter, quanto piuttosto per averglielo tenuto nascosto mentre la loro amicizia si faceva sempre più importante. Per ricucire il rapporto, quindi, Alicia ha bisogno di sincerità, di apertura, non può più essere una relazione a senso unico. La faccia preoccupata di Kalinda ci dice che ancora non sappiamo molto del suo passato, proprio come Alicia. Se la misteriosa investigatrice tiene ancora a questa amicizia, come credo, dovrà fare qualche sforzo.

Breve appunto infine su Cary: due minuti di conversazione con Alicia in cui ci conferma di essere stato degradato. Che vorranno fare gli sceneggiatori di questo personaggio rimane un mistero, spero rivelato entro fine stagione.

Sebbene l’episodio non si possa annoverare tra i più memorabili della stagione, le porte aperte sono tante: come si chiuderanno è tutto da vedere.

Voto: 7

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “The Good Wife – 3×18 Gloves Come Off

  • Mate

    Uno sfogo: Cary (e Matt Czuchry) è ormai sprecato e non è che una comparsa. Possono aspettare gli ultimi episodi della stagione per farne qualcosa? E poi davvero ne faranno qualcosa? E se pure ne faranno qualcosa la prossima stagione hanno intenzione di procedere allo stesso modo? 1 minuto di screentime a puntata e un quasi assente story arc? Buttare alle ortiche un personaggio del genere non ha senso, se non nell’ottica di un autogoal. Spero ci illuminino quanto prima sul perchè di questa inspiegabile pecca.
    Quanto ad Alicia…mi risulta alquanto difficile prendere le parti di qualcuno la cui più grande preoccupazione è riuscire a comprarsi una casa da ben 2 milioni di dollari.

     
    • xfaith84

      concordo in linea generale con Mate su Cary, anche se devo dire che io sento meno il fastidio per questa cosa, forse perché in effetti ora c’è così tanta carne al fuoco alla L/G che inserire anche tutta la parte della procura sarebbe un casotto. e poi, devo dire, perché anche con pochi minuti a disposizione Czuchry riesce sempre a soddisfare le mie aspettative =)