Once Upon a Time – 3×01 The Heart of the Truest Believer

Once Upon a Time – 3x01 The Heart of the Truest BelieverDopo una pessima seconda stagione che ha rovinato l’ottimo lavoro svolto con la prima, Horowitz e Kitsis si trovano nella difficile situazione di dover riconquistare il proprio deluso pubblico: il tentativo con questo primo episodio è di poco sufficiente, lasciando intravedere i germi di una possibile rinascita, ma sempre assai vicino al baratro.

Se la seconda stagione fosse terminata con lo splendido episodio dedicato a Cora e alla sua morte, ci saremmo lamentati di una di un’annata non ottima, ma tutto sommato sufficiente; purtroppo di episodi ve ne sono stati altri, ognuno peggiore del precedente. L’introduzione dei due nuovi “villain” è stata a dir poco nociva: la serie ha visto non solo la trama crollare, ma anche la recitazione degli attori subirne gli effetti. Il risultato è stato un disastro.

Once Upon a Time – 3x01 The Heart of the Truest BelieverLa terza stagione inizia proprio dove avevamo lasciato la serie: i personaggi principali si sono lanciati nel portale per arrivare all’Isola che non c’è per ritrovare Henry, catturato da un pericoloso Peter Pan (!!). Si decide, così, di cambiare totalmente location, lasciandosi Storybrooke alle spalle e dedicandosi ad un’avventura che, chiaramente, non potrà durare per sempre.

La prima notazione che mi sento di fare è che gli autori devono aver compreso il nostro odio per Greg e Tamara e, dopo averli ridicolizzati con la questione della batteria, li uccidono in malo modo, quasi a rompere sadicamente con il passato. La loro storyline, che non sarebbe mai dovuta nascere – continuo a sostenere che sarebbe stato meglio allungare le vicende di Cora e chiudere con la sua morte – viene finalmente interrotta e nessuno ne sentirà la mancanza (sebbene, il taser…).

Once Upon a Time – 3x01 The Heart of the Truest BelieverProseguendo la propria strada negativa sin dalla scorsa stagione, il personaggio di Regina dimostra ancora una volta di non sapere dove andare a parare; indecisi se farle imbracciare la via della redenzione o lasciarla sul serio come villain, gli autori si stanno muovendo con una schizofrenia continua ed intollerabile. Vedendo come Regina si comporta in questo episodio, c’è davvero qualcuno che riconosce in lei chi ha scatenato la più crudele maledizione sulla Foresta Incantata? Nonostante sia ancora indubbiamente potente – si libera da sola di un branco di sirene –, Regina non ha alcun ruolo definito: ha perso quello di madre, di regina e di villain, senza che però le sia stato cucito addosso alcun vestito decente. Ecco, quindi, che la si vede docile e sottomessa ad Emma.

Al contrario di quanto accade a Regina, infatti, il personaggio della Salvatrice acquista nuovo smalto, ponendosi come vera e propria guida della “compagnia” e rivedendo nuovamente il proprio ruolo di madre: questo elemento, vero leitmotiv degli scorsi anni, torna ora con prepotenza, ma sembra finalmente convincere Emma sul da farsi. È lei a capire che le divisioni, l’odio tra i membri della missione di salvataggio è ciò che li porterà alla rovina. Merita, poi, un personalissimo plauso per aver finalmente sbattuto in faccia ai propri genitori quell’insostenibile ottimismo continuo (e d’altronde sono coetanei) che sembra aver appiattito anche i due bei personaggi di Azzurro e Biancaneve, da troppo tempo diventati intollerabili e spenti.

Once Upon a Time – 3x01 The Heart of the Truest BelieverAl solito, la parte del leone tocca ad un sempre ottimo Tremotino che, capìta subito l’antifona, si muove separatamente per rintracciare Henry, l’ultimo lascito del figlio che crede morto (e che invece se ne va a spasso per il suo castello con Mulan e Robin Hood). Basta solo il cambio di abiti per riportare alla mente la grandezza di un personaggio che, momento Lacey a parte, è riuscito ad essere l’unico non avvelenato dalla seconda stagione. Il suo incontro con i Bambini Sperduti, il suo scimmiottare i gesti che un tempo lo caratterizzavano e soprattutto il mistero di quella bambola rendono la sottotrama a lui legata la più interessante in assoluto.

Nonostante vi siano tentativi riusciti di suscitare curiosità nello spettatore su come continuerà la serie, non possiamo chiudere gli occhi davanti ad insensatezze continue che infastidiscono fortemente nella visione di Once Upon a Time: la tempesta, che aumenta con le divisioni sulla barca, è una trovata grossolana per analizzare ed evidenziare le differenze tra i diversi protagonisti della serie. Una qualsiasi idea più sottile sarebbe riuscita ugualmente nell’intento, ma si è preferita una scazzottata ridicola conclusasi altrettanto stupidamente con Emma che si lancia dalla nave in piena tempesta. È in momenti come questi che ci chiediamo davvero come gli autori possano scrivere queste cose senza giudicarle immediatamente delle idiozie.

Once Upon a Time – 3x01 The Heart of the Truest BelieverInoltre, so che la questione degli effetti speciali è un difetto che bisogna accettare, ma durante il loro “soggiorno” sulla nave mi aspettavo da un momento all’altro che finissero il turno al parco giochi; mi domando perché, a fronte di una CGI davvero pessima, non si sfrutti maggiormente l’ambiente esterno e si faccia qualcosa che magari è meno “spettacolare”, ma sicuramente più credibile.

La sufficienza Once Upon a Time se la merita, anche solo per la speranza che possa riprendere con più sicurezza la strada abbandonata del tutto lo scorso anno; Peter Pan come nemesi sembra funzionare e l’Isola che Non c’è potrebbe rappresentare un ottimo scenario dove rifocillare i perduti personaggi.

Voto: 6

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

4 Risposte

  1. moonacre scrive:

    avrei molto da dire su questo episodio, ma un mio luuungo precedente commento su un altro sito mi si è cancellato totalmente prima che potessi inviarlo, e quindi ora sono un po’ restio a riscrivere tutto.
    comunque gli sceneggiatori mi sembrano tutti degli incompetenti, perché ci sono delle cose che non stanno proprio né in cielo né in terra e che mi hanno fatto storcere non poco il naso:
    -Mulan che non sa cos’è un “movie” e poi Robin Hood che invece capisce perfettamende cos’è un “ID”
    -Aurora che appena Niall inizia a parlare di Henry, in un nanosecondo le balena l’idea di mettersi a dormire per contattarlo senza nemmeno che Niall le spiegasse tutta la situazione. E pio alla fine non è nemmeno servito a niente, perciò tutta questa fretta proprio non c’era.
    -Niall che in un altro nanosecodo, alla visione di emma con una foresta sullo sfondo capisce che si trova a Neverland, come se non ci fossero foreste anche altrove, vi prego ditemi che la sfera aveva anche un interfaccia telepatica.
    -La tempesta umorale è semplicemente ridicola, sì le motivazioni delle liti (ok Snow e Regina, ma Charming che si getta su Hook perché le ha insultato la moglie durante una tempesta lasciando la nave in balia delle onde bisogna essere proprio deficenti per farlo) ma mai quanto emma che si butta in mare come unica soluzione, per non parlare del deus ex machina della cinghia che la colpisce.
    -Il Rescue team che sbarca sullo stesso esatto punto di spiaggia dove sono comparsi Tamara e Gregg.

    e poi mamma mia gli effetti speciali sono diventati insopportabili! ok la nave (che comunque è troppo piccola per essere un vascello dei pirati, oltre al fatto che il sottocoperta è troppo moderno, ma questo non riguarda tanto gli effetti speciali) più che la nave il mare e le sirene, mi sono piaciuti, ma vogliamo parlare del dark Castle di Rumple??? L’hanno fatto diventare rinascimentale!!! che diavolo centrano edifici in sile rinascimentale in un universo medievale!?! e poi fa semplicemente SCHIFO, ok gli interni mi hanno fatto storcere il naso sin dalla prima stagione, ma adesso che lo vediamo mezzo distrutto è ancora peggio! è nauseante da quanto è fatto male! La foresta su Neverland invece sembra più finta che mai, tutt’altra cosa rispetto tipo a lost (notare comunque il poster della stagione che è molto simile a quelli di lost).
    per quanto riguarda Peter Pan, il fatto che sia cattivo mi intriga sempre di più, anche se un ragazzino proprio non riesco a vederlo come villain della stagione, tanto da essere temuto anche da Rumple, ma dopotutto in questo episodio era sotto copertura, già dal prossimo vedremo meglio la sua vera indole. l’attore comunque mi sembra azeccato, anche se ci avrei visto meglio quello di Tata Matilda e Game of Thrones, Thomas Sangster, che comunque assomiglia molto all’attore che invece hanno scelto.
    I Bimbi Sperduti continuano a non convincermi, piuttosto direi i Ragazzi Sperduti, perché sembrano in adolescenza avanzata, speriamo che questo fatto venga chiarito, (tipo che abbiano trascorso qualche anno fuori da Neverland) e che non passi in sordina, comunque posso capire che un branco di monelli non è che possa risultare chissà quanto minacciosi XD
    Per quanto riguarda il recast di Robin Hood l’ho apprezzato, perché quello precedene non mi piaceva più di tanto.
    Urrà che Tamara e Gregg sono fuori dai giochi e conciati per le feste, Ad uno hanno strappato l’ombra a l’altra hanno strappato il cuore, non mi sarei postuto augurare di meglio!
    La trama di fondo è intrigante come non mai, mi aspetto che questa stagione (che personalmente ho rinominato Once Upon A Time In Neverland) ce ne faccia vedere delle belle, e spero che le idiozie di sceneggiatura come quelle che ho elencato sopra vengano assolutamente evitate.
    Un po’ spenta come premiere, ma è stato lo stesso l’anno scorso, secondo me poi si sono riscttati subito con il secondo episodio.
    Sono dacordissimo con la tua recensione, e condivido il voto che hai dato, 6, d’incoraggiamento e per le buone premesse.

    uuh ce l’ho fatta, ho riscritto tutto (più o meno), pensavo di non riuscirci, quell’inconveniente mi aveva fatto calare il morale a 0.

     
  2. Federica P. scrive:

    Bravi. Bravi. Bravi. Perché Once Upon a Time con la seconda stagione ha distrutto veramente il bello che la prima era riuscita a creare- in pratica, ha distrutto la magia. La cosa peggiore è stata sicuramente il DISASTRO con il personaggio di Regina (come Balto, non è cane e non è lupo, sa soltanto quello che non è) che, ricordiamolo, era insieme a Tremontino la migliore, di conseguenza nonostante Lana Parrilla sia veramente brava e faccia del suo meglio, non riesce più ad essere credibile.
    Poi, a proposito di Tremontino, gli autori hanno rischiato appunto di rovinare anche lui (la partentesi Lacy come ci avete ricordato pure voi), salvandosi veramente per un pelo.
    Riguardo la premiere, concordo anche qui, sufficiente meritato si, ma proprio appena appena. Visivamente a tratti terribile e recitazione che è un po’ si e un po’ no. L’ho trovato comunque anche interessante e carino e quindi passa, per il resto si vedrà.

     
  3. SerialFiller scrive:

    Secondo me OUAT soffre di un irrimediabile peccato originale ovvero le recitazioni di gran parte del cast ampiamente sotto il livello desiderato e soprattutto incapaci del tutto di tirare fuori dal pubbliche le emozioni e l’empatia necessarie in una serie del genere. A parte Lana Parrila e Robert Carlyle il livello è bassissimo.
    Volendo fare paragoni esemplificativi quanto vi faceve battere il cuore la Kate di Lost rispetto ad Emma? Quanto avete sofferto per le vicende di Sun e Jin e quanto non avete sofferto per le vicende di biancaneve e principe azzurro? Quanto temevate Benjamin Linus e quanto poco temevate i cattivoni susseguiti nelle 2 stagioni di once upon a time? Senza voler parlare dell’odiosissimo Henry….
    Se a queste pecche evidenti ci aggiungete una scrittura sempre più confusa e frammentaria allora finirete per chiedervi: perchè guardarlo ancora?

     
  4. moonacre scrive:

    “Perchè guardarlo ancora?” è esattamente o quello che mi sono chiesto io mentre guardavo questo episodio, poi mi sono risposto: per la trama. la trama, è semplicemente questo, la trama di once upon a time, è esattamente quella che ho sempre sognato di vedere in una serie tv o film, personaggi favolistici e di vari universi che interagiscono tra loro creando dinamiche mai viste prima. questo mio incondizionato interesse per la trama è eciò che mi spinge ad aspettare trepidamente il prossimo episodio di once, e sperare che la serie possa riprendersi prima o poi, se per gli attori non c’è speranza, prego almeno che gli sceneggiatori si diano una svegliata, perché sviste idiote e scene improbabili come quelle che ho elencato sopra, con un minimo di attenzione e di buona volonta possono essere benissimo evitat

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *