I 10 Flop del 2013

I 10 Flop del 2013Il 2013 è stato un anno proficuo sotto il punto di vista della qualità, tanto da mettere in seria difficoltà la nostra redazione nella scelta dei 10 migliori Drama.

Ma la mmmerda non è certo mancata quest’anno, anzi! Ecco le 10 serie peggiori, o che più hanno deluso, del 2013 secondo noi: le trovate dalla meno peggio fino alla più terribile di quest’anno.

Nota: Sono valutate, ovviamente, solo le serie che seguiamo. Per questo manca Revolution, che era seguita da un solo membro dello staff ma che quest’anno, con tutto l’amore per il trash che si può avere, non ce l’ha fatta neanche lui. Era troppo. L’assenza di Glee è invece dovuta al fatto che dopo tutti questi anni non è più un flop ma una schifezza “certa” (stesso discorso per Falling Skies fuori dal podio).

10. The Walking Dead

I 10 Flop del 2013Nonostante gli ascolti eccezionali, quest’anno l’andamento creativo di The Walking Dead non è stato in grado di dare un degno seguito alle ottime puntate della seconda parte del 2012. Colpita da una preoccupante discontinuità qualitativa già nel finale di terza stagione, la serie ha subito un deciso calo soprattutto a causa dell’ennesimo cambio di showrunner, in corrispondenza dell’inizio della quarta annata. La nuova gestione creativa, guidata da Scott M. Gimple, non è riuscita ad esaltare adeguatamente le grandi potenzialità ludiche dello show: tensione e suspense sono progressivamente evaporati a causa di episodi narrativamente statici e storyline condizionate da una gestione frenetica e da un approfondimento psicologico e tematico particolarmente involuto. Il primo arco narrativo di questa nuova stagione si è concluso con un adrenalinico mid-season finale, non esente da difetti, che può però far sperare in un radicale cambio di rotta nella seconda tranche di episodi in onda dal prossimo Febbraio.

Davide Cinfrignini

9. Homeland

I 10 Flop del 2013Dopo due anni in cui sono arrivati riconoscimenti a pioggia da parte della critica e apprezzamenti diffusi dal pubblico, la terza stagione di Homeland era una gigantesca prova del nove. Senza imbarazzo, a posteriori, possiamo definirla fallita. Le ragioni sono diverse, prima fra tutti la gestione dei personaggi: la scelta di andare fuori dai binari consueti, per due anni garanzia di successo ma ormai un po’ usurati, è risultata fallimentare, non in quanto tale, ma per come è stata portata avanti. La centralità di Dana Brody nella prima parte della stagione depriva la serie del suo inconfondibile ritmo, e appare ancora più ingiustificabile una volta evidente la sua irrilevanza circa lo scioglimento finale. La seconda parte di stagione si risolleva decisamente, facendo a tratti ricordare l’Homeland che in tanti hanno amato – seppur con un intreccio politico un po’ campato in aria – per poi però farla ripiombare nell’abisso con un episodio finale gestito male sotto ogni punto di vista. Sarebbe bello assistere a una quarta stagione di tutt’altro livello, ma al momento appare come un’utopia.

Attilio Palmieri

8. Once Upon A Time

I 10 Flop del 2013Dispiace trovare tra i flop 2013 anche l’altalenante Once Upon a Time, soprattutto per le recenti svolte della terza stagione che lasciano aperta la speranza di un cambio di rotta sostanziale. Tuttavia, la retorica da quattro soldi e il dimenticarsi di scrivere i personaggi sono solo alcuni degli aspetti che gridano vendetta, o quantomeno un riconoscimento nero su bianco che ci ricordi quanto sia sottile in questo caso il limite tra intrattenimento leggero, ma pur sempre appagante, e la noia. Prendiamo questo 8° posto come un’insufficienza di incoraggiamento, confidando in un’operazione creativa coraggiosa e rinfrescante, in modo da potersi ritrovare svegli e pimpanti alla fine di ogni puntata, e magari con la curiosità di sapere come la storia continua.

Penny Lane

7. Falling Skies

I 10 Flop del 2013Ci sono poche certezze nella vita ma di una, da qualche anno, siamo assolutamente sicuri: tutte le estati ci aspetta una serie tv che più trash non si può. Falling Skies, come una sentenza, è andata in onda anche quest’anno e come sempre c’è solo un giudizio da dare: ha fatto abbastanza schifo. Situazioni improbabili, alieni amici e nemici, situazioni paradossali, un modo di raccontare che più cattolico e conservatore di così non si può, recitazione da far accapponare la pelle. Insomma, niente di nuovo sotto il sole, compreso il rinnovo di questa serie che sembra piacere molto al pubblico medio estivo americano. Anche la prossima estate quindi, tra un mojito in spiaggia e gli Azzurri in Brasile, ci aspettano il professor Mason e le mirabolanti avventure della II Mass. Si salvi chi può.

Dezzie86

6. Smash

I 10 Flop del 2013Dopo un esordio in cui, tra mille approssimazioni, riuscivamo ad intravedere discrete potenzialità di sviluppo, questa seconda stagione di Smash si è rivelata un vero e proprio disastro. Il mondo delle arti performative nasconde una complessità di fondo raramente esplorata in un prodotto televisivo e con la prima annata Smash era riuscito ad indagare, seppur sommariamente, il lungo processo creativo che sottostà alla composizione di un musical. Questo percorso, anziché svilupparsi con un approfondimento narrativo, ha subito una battuta d’arresto a favore di storyline da teen drama di terz’ordine. La trovata dell’anno – la lotta tra Hit List e Bombshell –, in nuce un’ottima idea, è servita solo ad abbassare ulteriormente il livello espositivo, arricchendo l’impianto scenico di canzoni (e coreografie) di mediocre fattezza, e ad isolare la pessima Karen Cartwright che, più della scorsa stagione, ci appare così statica da sembrare parte di una bidimensionale scenografia dipinta, in uno spettacolo da filodrammatica parrocchiale.

Matildedicanossa

5. Community

I 10 Flop del 2013Dan Harmon, il creatore e showrunner delle prime tre stagioni e, per fortuna, anche della prossima quinta, ha definito la quarta di Community, dalla cui guida è stato anzitempo estromesso, “un’imitazione poco lusinghiera”, aggiungendo poi, con il solito tatto per il quale è famoso, che: “è stato come essere forzati ad assistere allo stupro della propria famiglia”. Effettivamente Dan ci è andato giù pesante, troppo, e si è poi scusato per quanto detto, ma queste parole, anche se eccessivamente severe, esprimono appieno quello che è stato un disastro annunciato. Community è sempre stata un’opera-emanazione della genialità del suo creatore; venuto meno quest’ultimo, se ne è andato un pezzo fondamentale dell’identità della serie. Purtroppo Port e Guarascio, gli sventurati sostituti, non sono riusciti – in mezzo a mille problemi – a “limitare i danni”, mischiando elementi nuovi con tentativi fallimentari di imitare il passato. Il risultato è stata una copia sbiadita che nessuno di noi avrebbe mai voluto vedere. Ora però Dan Harmon è tornato al timone e il trailer della prossima stagione promette follia e delirio per il 2014.

Joy Black

4. Defiance

I 10 Flop del 2013Annunciata in pompa magna come la serie che avrebbe rilanciato il network Sci-Fy, Defiance ha subito fatto parlare di sé per l’innovativo progetto di voler sviluppare contemporaneamente serie tv e videogame. Ciò che è saltato subito all’occhio è stato l’incredibile sforzo creativo: sette razze aliene diverse, un intero universo visivo da costruire e una mitologia ampissima. Tuttavia, nonostante un pilot che mostrava del potenziale (pur con qualche difetto), tutto è naufragato in pochi episodi tra personaggi piatti e trame episodiche non solo già viste, ma che sembrano persino riesumate dai peggiori cult di almeno uno/due decenni fa. Buone le intenzioni, pessima la realizzazione. Seppur rinnovata per una seconda stagione, è stata tutto fuorché un successo per il canale, essendo passata inosservata tra sbadigli e parecchia noia.

Aragorn86

3. Under The Dome

I 10 Flop del 2013Una delle delusioni più cocenti di questo 2013 è senza dubbio Under The Dome, serie tratta da un bel romanzo di Stephen King. Al di là del fatto di essere fan del Re o meno e aver letto o no il libro, la serie tv poteva benissimo viaggiare su un proprio binario (come ha tentato di fare) ma l’ha fatto in maniera approssimativa, con una qualità che è andata scadendo di episodio in episodio. Le prove degli attori hanno lasciato abbastanza basiti per la pochezza di emozioni che hanno saputo trasmettere: il povero Dean Norris (Hank in Breaking Bad) si è ritrovato circondato da attori svogliati e poco talentuosi, trascinati anche da una sceneggiatura che si è allontanata troppo da quanto scritto da King, scadendo in banalità da serie tv prodotta dalla Rai. Quello che lascia ancora più sorpresi è che l’anno prossimo vedremo una seconda stagione che, per forza di cose, violenterà ancora di più l’opera originaria di King.

Dezzie86

2. The Following

I 10 Flop del 2013Partorita da Kevin Williamson, stessa mente di The Vampire Diaries e della saga di Scream, è stata lanciata dalla Fox quella che avrebbe dovuto essere la prima serie su network a sdoganare stile e storie finora relegate ai canali via cavo. A giudicare da questo primo tentativo, la sensazione è che ci resteranno ancora per un bel po’. The Following è, nelle infinite dichiarazioni ed inutili dialoghi, un procedurale sul concetto di setta e di manipolazione della mente; nei fatti è solo un collage di scene già viste e mal costruite. La prima stagione ha ruotato su se stessa alla ricerca di un senso e di un arco narrativo senza mai trovarlo; non contenti di aver sbagliato su qualsiasi fronte narrativo, hanno anche malamente usato un bravo attore come Kevin Bacon: più flop di così non si può.

Sara

1. Dexter

I 10 Flop del 2013Definire flop dell’anno una serie che si è amato (per quattro anni, almeno) non è mai facile: ma per Dexter la scelta è stata obbligata, nonché unanime in tutta la redazione. L’ultima stagione, nella quale si riponevano non poche speranze dopo tre annate mediocri, non è stata solo deludente ma raccapricciante. Immersa in una miriade di storyline inutili, noiose e senza senso (il ragazzino killer per dirne una), la stagione si è trascinata avanti episodio inguardabile dopo episodio ancora più inguardabile, facendoci diventare amici del tasto skip forward, specialmente per le scene con Cagnah Mckay presente. Le microaspettative riposte nel finale di serie, poi, sono state ridotte in frantumi da 50 minuti di scene ridicole, al limite del surreale, tra Dexter che si difende dal “super-cattivo” con una forchetta, per poi finirlo con una penna, Batista che prende per legittima difesa un palese omicidio, gente che esce da ospedali in pieno giorno con un cadavere o che va in giro insanguinata a rubare auto, ma soprattutto tempeste orribilmente realizzate. A coronare il festival del trash, poi, tutte le storyline sono state chiuse nella maniera più banale e insensata possibile, in primis quella del protagonista che tanto abbiamo amato e che tanta pena ci ha fatto vedere ingabbiato in una scrittura demenziale. Insomma una fine indegna per una serie che, durante i suoi anni di vita (in particolare i primi 4), ci aveva regalato grandi momenti di televisione.

Michele Hume

Nota: Potete votare le vostre serie preferite (ma anche le peggiori dell’anno) ai Seriangolo Awards 2013

 

26 Risposte

  1. Tuco scrive:

    Flop illustri quest’anno non c’è che dire. Alcune grandi serie tendono ad adagiarsi sugli allori dopo un po’, ed è li che si distingue il buon prodotto dal capolavoro.

     
  2. Alice scrive:

    Ragazzi!!!!!! Dov’è REVOLUTION?????!!!!!!!

     
    • Michele Hume scrive:

      Revolution era seguita da un solo membro dello staff, ma quest’anno non ce l’ha fatta neanche lui. Per questo manca dalla classifica 😉

       
  3. Gradisca scrive:

    Ma soprattutto, dov’é GLEE?????

     
    • xfaith84 scrive:

      il ragionamento è simile a quello usato per Falling Skies fuori dal podio: non è più una novità il suo totale fallimento e volevamo “privilegiare” altre serie che sono decisamente cadute in picchiata libera!
      Ma non temere, non lo consideriamo affatto uscito dai flop.. non sia mai! XD

       
  4. Son of the Bishop scrive:

    Revolution alla fine non è stata pessima , una prima parte buona complessivamente e una seconda magari più interessante , ma troppo basata sul sentimentalismo , mal realizzata .
    Falling Skies per me è la peggior serie seconda The following e non sono per niente d’ accordo su Under the dome che ho trovata poco impegnata , ma una serie estiva piacevole

     
  5. SerialFiller scrive:

    Bellissima classifica perché ha saputo mettere all angolo serie importanti e di successo srnza paura.
    Daccordissimo sui primi 3 posti. Ottimo l inserimento di the walking dead in classifica x sottolineare il netto calo della serie rispetto all anno passato.
    Non sono daccordo su homeland che a mio avviso non ha deluso ma ha semplicemente regalato una stagione meno bella delle altre.
    Once upon l avrei messa ai piedi de podio.
    Dexter delusione del secolo.
    The following orribile ed under the dome inguardabile.

     
  6. Firpo scrive:

    Mi piace perchè è una classifica coraggiosa che non ha paura di mettere al muro alcune delle serie più incensate. Con la morte nel cuore non posso che concordare con la prima posizione di Dexter fino a tre anni fà la mia serie preferita. Un calo di anno in anno e un crollo defintivo con l’ultima stagione. Non credo di essere mai stata così felice della fine di una serie che ho seguito per un lustro (così non dovrò più sorbirmi sta sbobba sperando che torni a essere la serie che era).
    La maggior parte di queste serie nemmeno le ho seguite perchè tanto non mi interessavano. TWD è dall’inizio della terza stagione che non mi appassiona più e Homeland è sempre stata per me una serie carina, ma non imperdibile (anche se la prima stagione era veramente bella) quindi non sono poi così delusa dalla terza stagione.

     
  7. John Lucke scrive:

    Defiance l’ho abbandonata già a metà del pilot… immaginavo la fine che avrebbe fatto e ci ho preso.

    Purtroppo di questa top-flop ne ho seguite tante… note positive?? Dexter è finito, OUaT sembra in ripresa, Falling Skies ho giurato che mi ha fregato le ultime ore di estate, su Under the Dome avevo già aspettative bassissime quindi m’è fregato poco abbia fatto schifo…

     
  8. Antonio scrive:

    Dexter è stata per molto tempo la mia serie preferita ma quest’ultima stagione non riesco proprio a giustificarla. Storyline brutte che hanno rubato minuti allo show, Dexter che fa il teenager innamorato e l’antagonista Oliver Saxon interpretato da uno che definire attore è davvero un complmento l’hanno resa la peggiore stagione della serie. Nemmeno il finale ha saputo dare un senso a questo scempio.

     
  9. from0tohero scrive:

    Dexter primo posto: stagione(I) talmente urticante che mi ha impedito di godermi Yvonne Strahovski in abitini aderenti.
    – Homeland non è mai andata oltre il discreto neanche nelle prime due stagioni, mi fido e non recupero la terza.
    – TWD il più incomprensibile successo di pubblico di sempre. Puoi rendere una serie con i morti viventi ridicola, mal girata, di cattivo gusto, trash, scontata ma non noiosa. Mi sono addormentato quasi a ogni episodio.

     
  10. Stefano scrive:

    Falling Skies è un vezzo che mi levo ogni estate.
    Ambientazioni ben fatte, CG decente, attori non malaccio.
    Ma tutto il resto fa veramente ca*are: la regia, la sceneggiatura, i dialoghi, gli ideali, i personaggi, ecc.

    L’introduzione degli “alieni buoni” non ha portato nulla se non ad un prevedibilissimo colpo di scena nella season finale.

    Trama piatta ed inconsistente, priva di eventi interessanti.

    Peccato: c’erano le basi per costruire un qualcosa di decente tra azione, puro pop-corn-trash e “mitologia” aliena.

     
  11. Claudio scrive:

    Ma…
    Da Vinci’s Demons? ^_^

    Almeno il 10-8° posto!

     
  12. Marika scrive:

    Profondamente delusa, mi aspettavo di vedere in classifica How I met your mother. È l’ultima serie, la 9, dove si rivela chi è la madre, evento atteso da quasi 10 anni…e l’hanno reso una buffonata inutile di dimensioni bibliche. Continuo a vederlo ed emozionarmi solo perchè in passato mi ha dato tante emozioni, ma mi innervosiscono quelle puntatuccie senza trama, con le canzoncine e un Barney ormai troppo protagonista in modo del tutto patetico.

     
  13. Breaking Max scrive:

    Su The walking Dead, purtroppo, devo dare raggione perché l’ultima attesessima serie tanto acclamata e con grandi novità, si è rivelata finora un Flop immane… lenta, senza attrattiva… noiosa!
    Riguardo Homeland, siccome l’ho iniziato a vedere solo ora e mi piace, è vero che, essendo una serie israeliana (di due stagioni) dl nome Hatufim ritrasformata dagli americani, che aveva vinto molti premi, ho sentito dire che, dallla terza stagione, le americanate l’hanno azzoppata di brutto… vedrò 😉

     
  14. Malok scrive:

    Oh finalmente una classifica con i contro !
    Eh finalmente TWD ( una cagata acclamata dal pubblico pecorone) finisce tra i flop !

    Dexter doveva finire alla 4° stagione…il realtà il flop è cominciato dalla 5° in poi in maniera vorticosa…e l’ultima è stata veramente pessima !

     
  15. Momi scrive:

    Concordo pienamente con la vostra classifica. Ho peraltro seguito fino alla fine tutte le serie sopra citate. Ho faticato non poco a portarne a termine alcune. Finire Dexter é stata un’agonia. Ma almeno l’ho fatto per affetto e nostalgia di ció che é stato. Mi chiedo invece come diavolo ho fatto a finire Fallig Skies o Defiance… Per non parlare dell’orrido Under the Dome…

     
  16. Lorenzo scrive:


    Marika:

    Profondamente delusa, mi aspettavo di vedere in classifica How I met your mother. È l’ultima serie, la 9, dove si rivela chi è la madre, evento atteso da quasi 10 anni…e l’hanno reso una buffonata inutile di dimensioni bibliche. Continuo a vederlo ed emozionarmi solo perchè in passato mi ha dato tante emozioni, ma mi innervosiscono quelle puntatuccie senza trama, con le canzoncine e un Barney ormai troppo protagonista in modo del tutto patetico.

    Non sono assolutamente d’accordo:
    innanzitutto devi considerare che siamo solo a metà stagione, poi Himym ha 9 stagioni alle spalle ed ha ancora un senso, al contrario di molte serie che fanno 2/3 stagioni decenti poi fanno pena. Poi non capisco come si faccia a criticare questa nona stagione, la mother si sta rivelando un gran bel personaggio e sono sicuro che tutti i fan si ricorderanno della coppia con Ted. Barney è sempre awesome e lo sarà per sempre, magari farà ridere un po’ di meno rispetto a quando era un playboy, d’altronde si è evoluto lentamente, poi a me fa sempre ridere. Quando finirà tutti rimpiangeranno questa splendida comedy, una delle poche che ha trama orizzontale e che ti insegna a vivere, è esilarante ma allo stesso tempo profonda e riflessiva, tutto ciò è un qualcosa completamente di innovativo, che va oltre i venti minuti di una qualsiasi comedy classica .

     
  17. akille scrive:

    Sinceramente mi trovo d’accordo con Homeland… è stato un Flop, sopratutto la gestione del personaggio Brody… hanno creato un secondo Bin Laden.
    L’uccisione del capo in Iran è stato davvero un colpo basso.. ridicolo è un termine abbastanza gentile.
    TWD… assolutamente non sono d’accordo.. se paragoniamo la Serie al celebre fumetto.. in moltissimi aspetti è meglio la Serie tv (la gestione di Shane è una di queste). Ovviamente ci stava un calo nella trama, dedicarsi di più alla psicologia dei personaggi ecc.. ci sta alla grande, non è un fight arena dove ogni puntata bisogna uccidere qualche zombi o trovare qualche storia senza senso per dare allo spettatore un pò di suspense. Comunque è una storia non semplice da stendere, io, come tantissimi come me, trovano TWD una grandissima serie tv.. sicuramente nel suo genere è la migliore, questo vuol dire molto..credo.

     
  18. Marco scrive:

    Homeland e flop non vanno d’ accordo, sono all’ antitesi ! A livello recitativo la serie non ha rivali, non è un’ americanata perchè a morire sono soprattutto americani e pur con qualche inevitabile evento improbabile o questioni famigliari dei Brody assolutamente noiosi beh il resto è crema e non solo per intenditori

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *