Comic Con 2014 – Under The Dome

Comic Con 2014 – Under The DomeAl Comic Con di San Diego, la Ballroom 20, una delle sale più grandi di tutta la fiera, ha ospitato il panel del drama Under The Dome.

Il cast al completo è arrivato alla convention nel modo più originale possibile: alcuni rickshaw a forma di cupola (guarda le foto nella galleria sotto) li hanno accompagnati fino alla sala, facendosi notare in mezzo alla folla e pubblicizzando allo stesso tempo lo show attualmente in onda.

Tutti i protagonisti della serie hanno potuto partecipare all’evento, visto che la fase di produzione della seconda stagione è già stata terminata. Dean Norris AKA Big Jim, abbastanza attivo su Twitter, ha condiviso alcuni momenti privati del pre-panel, come un selfie scattato prima di entrare nella sala conferenze, in cui dice di essersi sentito una rockstar mentre entrava con un montacarichi.

Mike Vogel, Dean Norris, Rachelle Leferve, Alexander Koch, Colin Ford, Eddie Cahill con lo showrunner Neal Baer hanno svelato diversi dettagli sulla stagione in onda da un mese a questa parte. [Attenzione: seguono piccole anticipazioni sulla seconda stagione] Dopo aver visto una clip dal settimo episodio che ha mostrato Barbie (Mike Vogel) cadere dentro una profonda caverna, le prime domande del panel si sono concentrate sulla tendenza dello show ad uccidere i suoi personaggi.Abbiamo tenuto basso il numero dei morti all’inizio, così da poter fare più vittime in un prossimo futuro” ha detto Baer, aggiungendo che nella writer’s room hanno creato una specie di paradiso, attaccando le immagini dei personaggi non più in vita al soffitto. La morte però difficilmente sarà una fine per quei personaggi che sotto la cupola hanno già trovato la loro rovina. “Non si sa mai quando un personaggio se ne andrà e quando tornerà nei paraggi” ha detto Koch (Junior).

Comic Con 2014 – Under The DomeUna delle fonti più grandi di drama durante l’inizio della seconda stagione è stato l’aumentare di un triangolo amoroso tra Barbie, Julia (Leferve) e Sam (Cahill). Norris ha commentato sottolineando quanto sia scandaloso il comportamento della donna, rimasta vedova solo poche settimane prima, mentre Vogel ha descritto il rapporto del suo personaggio con Julia “una via difficile da percorrere“. L’attore ha parlato anche di Dale Barbara, dicendo che, nonostante si sia trasformato da misterioso outsider a eroe per gli abitanti di Chester’s Mill, non dimenticherà i motivi che l’hanno spinto nella cittadina” aggiungendo che “Barbie è là per le persone intrappolate e difenderà gli indifesi“.

Koch, mentre parlava del destino del suo personaggio, ha fatto capire l’omicidio della sua ex fidanzata continuerà a pesare su Junior, che cerca disperatamente amore ed affetto. Ma cosa sarà più importante per lui? Scoprire l’assassino di Angie o ritrovare la madre creduta morta? “La cosa principale è trovare l’assassino”.

Lo showrunner Neal Baer ha fatto anche un’importante rivelazione: un personaggio uscirà dalla cupola durante questa stagione, senza rivelarne l’identità. Vogel ha aggiunto che “sono riusciti ad ampliare il nostro mondo in modo divertente ed interessante“. Secondo Laferve allargare l’universo di Under The Dome permetterà agli autori di mostrare come la cupola abbia influenzato l’esterno e come il resto del mondo stia reagendo.

 

Colin Ford (Joe McAlister) ha commentato la scelta di girare la serie a Wilmington, la cittadina che ospita i set dello show. “Girare in una piccola città come Wilmington dà a Chester’s Mill la giusta atmosfera di piccolo centro abitato“.

Il creatore Baer ha anticipato che la fine della seconda stagione coinciderà con un mese da quando la cupola si è abbassata, spostando la serie molto più avanti rispetto al libro di King, che dura solo otto giorni. Il non aver rispettato al cento per cento il romanzo su cui si basa la serie non ha mai fermato Stephen King, che rimane produttore esecutivo. Baer ha anche rivelato che King legge ogni copione e le sue parti preferite sono quando un personaggio viene ucciso. “Lui vuole vedere più morti, per questo è stato molto contento del prossimo finale di stagione” ha svelato lo showrunner.

Per concludere il panel è stato chiesto ai protagonisti della serie chi avrebbero voluto trovare sotto la cupola: le risposte sono passate da Rachelle Leferve a cui sarebbe piaciuto incontrare Clive Owen, ad Eddie Cahill, che avrebbe voluto legare sua moglie ai suoi figli così da portarli tutti. Norris ha sfoderato tutta la sua simpatia ammettendo che gli piacerebbe portare Britney Spears.

QUI gli altri video del panel.

 

 

Davide Canti

Noioso provinciale milanese, mi interesso di storytelling sia per la TV che per la pubblicità (in fondo che differenza c'è?!). Criticante per vocazione e criticato per aspirazione, mi avvicino alla serialità a fine anni '90 con i vampiri e qualche anno dopo con delle signore disperate. Cosa voglio fare da grande? L'obiettivo è quello di raccontare storie nuove in modo nuovo. Intanto studio, perché il pezzo di carta è importante, si sa! "I critici e i recensori contano davvero un casino sul fatto che alla fine l'inferno non esista." (Chuck Palahniuk)

3 Risposte

  1. Namaste scrive:

    Ma anche il Comic-Con riuscite a recensire? Infaticabili. Siete semplicemente dei GRANDI! Se ci sarà, aspetto reportage su SoA, dove immagino ne accadranno delle belle! Su UTD non dico niente avendolo abbandonato alla 1×04, massima solidarietà in ogni caso a Dean Norris che, solo 12 mesi fa, era in tutt’altro contesto…

     
    • Davide Canti scrive:

      Non potevamo non parlare di un evento così importante !

      Per quanto riguarda Under The Dome ti consiglio di finire la prima stagione, che tutto sommato era sufficiente. È puro intrattenimento, senza nessuna pretesa (e se ce l’avevano non sono riusciti nella loro impresa) di fare arte o almeno qualcosa di un po’ più alto. Quoto la tua frase su Norris, che ovviamente non poteva giocare in serie A per il resto della sua vitae e qualcosa di meno riuscito era prevedibile nella sua carriera, però il salto di qualità è notevolissimo.

       
    • Michele Minardi scrive:

      Ciao Namaste, grazie! Anche in periodo vacanziero cerchiamo di essere sempre “presenti”. Poi il Comic Con è un evento che copriamo ogni anno, non potevamo mancare :)
      Il report su SoA ci sarà sicuramente, indicativamente Lunedi mattina 😉

       

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *