The Flash – 1×01 Pre-air

The Flash - 1x01 Pre-airA sorpresa si è diffuso su internet il pre-air di The Flash, la nuova serie televisiva della CW che andrà in onda dal prossimo ottobre. Il pilot convincerà soprattutto coloro che già seguono le avventure di Arrow, lasciando gli altri parecchio più perplessi. Ecco le nostre impressioni, senza spoiler. 

The Flash è la serie TV dedicata per l’appunto a Flash, eroe della DC Comics creato nel lontano 1940. Sebbene sia stato già portato in televisione nel 1990, vive ora una seconda volta grazie allo stesso team di produzione di Arrow, il trio composto da Greg Berlanti, Marc Guggenheim e Andrew Kreisberg. In effetti questa serie parte subito da un assunto principale: The Flash nasce proprio come uno spin-off di Arrow, la serie TV rivelazione della CW riuscita a catalizzare l’attenzione del pubblico giovane.

The Flash - 1x01 Pre-airLa storia di base è molto semplice: a 11 anni Barry Allen assiste al misterioso omicidio della madre per cui verrà condannato il padre (che Barry ha sempre difeso); cresciuto, lavorerà come riferimento scientifico della polizia, finché verrà colpito da un fulmine durante un disastro nei laboratori in cui si stava utilizzando un acceleratore di particelle. Da quel momento scoprirà le sue nuove potenzialità.
Soprattutto a partire da quest’anno, il mondo dei fumetti – che già ha preso una buona fetta di mercato nell’ambito del cinema – si appropria anche del mezzo televisivo, pronto a travolgerci non solo con la conferma di Arrow e Agents of S.H.I.E.L.D., ma con alcuni altri prodotti da tenere bene sotto osservazione (Constantine e Agent Carter, ad esempio).

Come si inserisce The Flash in tutto questo? È evidente che questo prodotto sia fortemente debitore nei confronti della serie madre non solo perché Barry Allen è stato introdotto negli episodi 8 e 9 della seconda stagione (alcune di quelle scene vengono tra l’altro prese e riportate), ma perché ne preleva anche il tono. Come risposta ad un “movimento” organizzato da Christopher Nolan con Il Cavaliere Oscuro, la DC Comics conferma la propria volontà di ammantare di toni più dark le proprie produzioni (diametralmente opposti al cazzeggio a tratti demenziale della Marvel) eliminando i colori sgargianti dai quali Flash è sempre stato caratterizzato in favore di un abito di più noliana memoria.
Per il momento il pilot di The Flash funziona, se lo si guarda nell’unica ottica – necessaria per un telefilm del genere – di un prodotto di intrattenimento infarcito di buoni sentimenti e bei corpi (siamo pur sempre sulla CW); sebbene a distanziarlo da Arrow ci sia l’introduzione dei superpoteri – cosa che per ora la serie madre evita con grande diligenza –, si può affermare senza dubbio alcuno che questo pilot colpirà soprattutto chi è già affezionato alle avventure di Oliver Queen.

The Flash - 1x01 Pre-airCiò in cui fallisce questa puntata è invece la probabile incapacità di attrarre un pubblico differente da quello che già segue Arrow: in effetti le somiglianze stilistiche sono estremamente e volutamente marcate, con il chiaro obiettivo di attirare quel pubblico nerd che potrebbe formare lo zoccolo duro necessario ad un futuro rinnovo; non è un caso, infatti, che verso la fine appaia la maglia con il “Bazinga” di Sheldon Cooper.
Difficile però che si riesca a catturare un pubblico diverso: l’operazione per assurdo sembra del tutto disinteressarsene, una precisa scelta editoriale che solo il tempo ci dirà se azzeccata o meno. La vicinanza tra i due mondi, però, potrebbe portare gli attori di Arrow a dover fare frequenti salti a Central City per cercare di dare più respiro all’audience.
In cabina di regia troviamo David Nutter, un veterano del mestiere che svolge piuttosto bene il proprio lavoro. Ciò che colpisce – e non in positivo stavolta – è il tenore attoriale non sempre all’altezza della pur semplice sceneggiatura che si ritrovano davanti. Unica nota di merito va data a Jesse L. Martin che, a fronte di un personaggio non dei più originali, si comporta piuttosto bene e risulta convincente negli abiti che deve rivestire.

The Flash - 1x01 Pre-airChe cosa aspettarsi da The Flash, allora? L’unica certezza è che gli autori ce l’hanno messa tutta a dare il via ad un nuovo filone narrativo, inserendo più di una sottotrama e la chiara possibilità di aprirne di nuove; inoltre la particolarità della serie non dovrebbe soffrire eccessivamente nemmeno nelle parti di trama orizzontale. Bisognerà capire come gli autori avranno idea di organizzarsi perché – salvo sorprese – non avranno l’arma del flashback che tanto minutaggio fa risparmiare ad Arrow. L’idea è che comunque questo pilot funzioni e che la serie possa essere d’intrattenimento quanto basta. Se non amate i cinecomics (e telecomics ormai) tenetevene alla larga: non sarà The Flash a farvi innamorare del genere.

Voto: 6

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

4 Risposte

  1. bart scrive:

    Magari i flashforward visto il finale dell’episodio :-)

     
  2. Lucertola scrive:

    Che imparino in fretta qualche strategia per compensare i flashback mancanti, già in Arrow la faccenda sta diventando ridicola. E, come la serie madre, si lascia guardare senza nessun genere di pretesa/aspettativa/voglia di scoprire cosa succede

     
  3. Attilio Palmieri scrive:

    Considerando il lavoro fatto sul brand della rete, il dialogo con il target di riferimento, la coesione con l’universo DC, l’uso degli effetti speciali e le prospettive di crescita grazie agli ascolti altissimi ottenuti, questo è un pilot perfetto che raggiunge tutti i suoi obiettivi.

     
  4. pask scrive:

    Sarò uno dei pochi ( se non l’unico, a sentire i miei amici/cugini…), ma a me Flash piace molto, al contrario di Arrow, serie che ho abbandonato da un po’

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *