Sexify – 1×01 Episode 1 1


Sexify - 1x01 Episode 1Uno degli aspetti migliori di una piattaforma come Netflix è sicuramente l’internazionalità o almeno il tentativo di includere nella sua offerta prodotti di paesi che percepiamo ancora come “non standard” – ed è inutile dire che un’idea come questa deriva dalla tradizione quantomeno secolare per cui il cinema sia soprattutto quello  hollywoodiano, trend che sta variando negli ultimi anni. E infatti Netflix, forte appunto delle sue produzioni in tutto il mondo, sta mischiando le proposte di vari paesi, così da proporre anche in Italia il suo Sexify, serie comedy polacca che è difficile interrompere dopo averne visto il pilot.

Altre serie da tutto il mondo, ma soprattutto dal nord Europa, da non perdere e proposte ultimamente da Netflix sono Love & Anarchy, serie svedese di Lisa Langseth, e Natale con uno sconosciuto, serie norvegese delicatissima, che riesce a combinare intelligenza e divertimento senza costringere alla lacrima. Sexify  è completamente diversa dalle due serie citate e, per usare dei riferimenti che inquadrino il prodotto, sembra una combinazione tra Sex Education  e Masters of Sex: in entrambi i casi al centro della storia c’è in qualche modo l’educazione sessuale, sia essa un tema esplicito come nella serie british di Netflix che ruota intorno a ragazzi adolescenti, o sia legata alle scoperte sessuali non solo in ambito scientifico, ma soprattutto come rivisitazione di un taboo sociale. Nel caso specifico, Sexify prende da Sex Education il mood da comedy adolescenziale (alzando di qualche anno l’età dei protagonisti) e da Masters of Sex prende lo sguardo femminile, perché al centro della serie polacca ci sono tre ragazze molto diverse tra loro soprattutto nell’approccio al sesso, ed inserisce come cornice la ricerca – che in questo caso potremmo definire tecnologica. Da tutte queste combinazioni inizia la prima stagione di Sexify.

Sexify - 1x01 Episode 1Il primo episodio è un tipico pilot, nel senso che introduce le tre protagoniste, il tema centrale della serie ed inserisce tutto all’interno di un contesto sociale come lo studentato universitario, fatto di feste, lezioni e libertà di azione. Il primo personaggio che ci viene presentato è Natalia, interpretata da Aleksandra Skraba, una giovane nerd, concentratissima sul suo mondo, ovvero la sua piccola stanza popolata da un poster di Marie Curie decisamente giudicante e dal lavoro costante sulla sua app, un progetto ormai triennale che la ragazza spera si riveli un grande successo in grado di cambiare il mondo. Natalia avrebbe anche una compagna di stanza, Paulina (Maria Sobocinska, attrice che ricorda moltissimo Aubrey Plaza), che però l’ha ormai abbandonata per diventare ospite fissa a casa del suo ragazzo, incastrata in una relazione solo canonicamente perfetta; per ultima, ma sicuramente non meno importante per le dinamiche che si andranno a creare, c’è Monika (Sandra Drzymalska), ricca e viziata figlia di papà che viene “spedita” in studentato come sorta di punizione e si ritrova vicina di stanza di Natalia e Paulina.

Sexify - 1x01 Episode 1Come già accennato, uno degli aspetti più forti che viene fuori da questo primo episodio è che a guidare tutto c’è lo sguardo completamente femminile, che mette nella propria prospettiva i vari personaggi maschili che sfilano sulla scena e ci vengono descritti entrando nel cono di luce delle tre ragazze. Per cui maschio è il compagno di facoltà a cui fare una proposta di lavoro che viene puntualmente travisata in altro; maschio è il fidanzato che ovviamente vede solo se stesso e i suoi desideri nella relazione che teoricamente è fatta da due persone; e maschio è l’ex fidanzato da punire con l’indifferenza e un alto numero di vendette sessuali. La sensazione che Sexify sembra confermare è che finalmente tutti i cliché che si sono consumati in anni ed anni di male gaze si stiano ribaltando, per cui se prima era sempre la donna ad essere raccontata tramite lo sguardo maschile giudicante, è ora la donna a giudicare i reiterati comportamenti da maschio bianco etero (scarso). Si tratta sempre di luoghi comuni e di immagini in un certo senso cristallizzate dentro un modello ben preciso, ma se per anni ed anni ci siamo potute essere noi donne dentro questa teca, per cui o eravamo le fidanzatine, o le nevrotiche, o le pazze, o le sfigate, perché per qualche anno (e farei anche decennio) non possiamo farci stare anche i maschi?

Sexify  – perlomeno in questo primo episodio – sembra essere una serie divertente, intelligente e onesta, che prende a piene mani dalla tradizione uomo nerd che cerca di capire l’altro sesso, per trasformarla nella versione donna nerd che sì, in parte vorrà capire l’altro sesso (chissà), ma speriamo si concentri molto di più sullo scoprire se stessa. E il pilot sembra andare proprio in questa direzione.

Voto: 8

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Sara De Santis

abruzzese per nascita, siciliana/napoletana per apparenza, milanese per puro caso e bolognese per aspirazione, ha capito che la sua unica stabilità sono netflix, prime video, il suo fedele computer ed una buona connessione internet


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “Sexify – 1×01 Episode 1

  • mjm

    “se per anni ed anni ci siamo potute essere noi donne dentro questa teca […] perché per qualche anno (e farei anche decennio) non possiamo farci stare anche i maschi?
    L’occhio per occhio, notoriamente un raffinato sistema morale, è la strada che le donne vogliono intraprendere? È una considerazione che va molto oltre l’innocua visione dell’autrice su questa serie. Prevale l’idea del “ribaltare” in ogni ambito. Peccato sia sbagliato.