New Girl – 3×01 All In

New Girl - 3x01 All InNel corso della seconda stagione New Girl è diventata quel tipo di comedy che indugia un po’ troppo spesso sui cliché della narrativa televisiva e, quindi, fatica a strapparti delle sincere risate di gusto. Le confessioni in stile “in antidolorifici veritas” o il matrimonio combinato di Cece, sbucato dal nulla e per nulla, sono due esempi di questa tendenza al già visto.

Certo, stiamo parlando di una serie che non ha mai brillato per originalità quanto piuttosto per la pucciosità dei suoi personaggi e per le atmosfere leggere, ma non dispiacerebbe se questa stagione riuscisse di nuovo a sorprenderci con qualche trovata fresca e divertente.
Come si comporta quindi questa première? Quali sono i punti di forza e le debolezze? Vediamoli subito.

Nick & Jess

Se nella prima stagione Jess rappresentava la protagonista assoluta intornoNew Girl - 3x01 All In alla quale ruotavano tutti gli altri personaggi, il fulcro della scorsa annata è stato sicuramente Nick, che si è guadagnato senza fatica uno stuolo di fangirl adoranti, compresa chi vi scrive. La loro coppia sembra un match made in heaven, messo alla prova soltanto dalla particolare condizione in cui si trovano, ovvero quella di convivere già dopo mezz’ora – e nemmeno – dall’essersi messi insieme, per giunta con Schmidt e Winston, come sottolinea Nick. Ne consegue una fuga goffamente romantica in Messico, una storyline un po’ fiacchetta ma teneramente simpatica. Si punta tutto (All in, come il titolo dell’episodio e il mantra che Nick e Jess continuano a ripetersi) sul potenziale di stupidità misto a dolcezza dei due innamorati, una scelta coerente e sensata a patto che non si scada nel melenso, e il rischio è dietro l’angolo.
Speriamo che gli sceneggiatori riescano a creare degli scenari sempre più interessanti per questa nuova coppia sfruttando il fattore convivenza nel migliore dei modi, magari evitando di cadere nel trito e ritrito come con…

Schmidt & Cece & Elizabeth

New Girl - 3x01 All InPrima si parlava della tendenza di New Girl a servirsi di cliché narrativi. Ecco, il triangolo tra Schmidt e le sue donne è quanto di più scontato gli autori potessero offrirci, prospettandoci uno scenario da commedia degli equivoci non particolarmente accattivante. Vediamo Schmidt alle prese con sotterfugi e segreti e sappiamo già che andrà a finire male: possiamo tranquillamente immaginare cosa succederà tra lui, Elizabeth e Cece e la cosa, in definitiva, ci annoia. Questa storyline, che è quindi la parte meno brillante dell’episodio, si salva in corner solo grazie al siparietto – questo sì, davvero divertente – di Winston in versione puzzle-amatore e collezionista di mutande. Anzi, per essere precisi, Winston, in coppia con Schmidt, alza il livello di tutta la puntata.

Winston & Schmidt

Nella scorsa stagione Winston è gradualmente passato da personaggioNew Girl - 3x01 All In insignificante a vera rivelazione del loft, in grado perfino di oscurare la stella di Schmidt e conquistarci come in questa occasione. La sua straripante demenzialità è il vero motore della puntata, fin dal momento in cui apre la porta e annuncia solennemente, senza motivo alcuno, che è ora di mettersi a fare un puzzle. Come non amarlo con quella felpa al posto dei pantaloni, o mentre parla di cucire mutande dentro altre mutande! L’intesa con Schmidt è perfetta, così come la scelta di approfondire il loro rapporto è un bell’esempio di rivisitazione di un tema già incontrato nella serialità televisiva (lo abbiamo visto anche in Happy Endings, per esempio), ovvero quello dei due ragazzi (o ragazze) che pensano di aver in comune solo il loro migliore amico ma che imparano in seguito a conoscersi meglio, scoprendosi piacevolmente compatibili.

In conclusione l’episodio scorre veloce e intrattiene senza grandi pretese, facendo qualche passo falso ma mostrando anche del buon potenziale. Come première magari non colpisce granché, ma è un episodio godibile. New Girl è un passatempo, di certo non una comedy geniale, ma ha margini di miglioramento. Con un pizzico di follia in più e uno di banalità in meno non avremo più di che lamentarci.

Voto: 6 e 1/2 di incoraggiamento

 

Francesca Anelli

Galeotto fu How I Met Your Mother (e il solito ritardo della distribuzione italiana): scoperto il mondo del fansubbing, il passo da fruitrice a traduttrice, e infine a malata seriale è stato fin troppo breve. Adesso guardo una quantità spropositata di serie tv, e nei momenti liberi studio comunicazione all'università. Ancora porto il lutto per la fine di Breaking Bad, ma nel mio cuore c'è sempre spazio per una serie nuova, specie se british. Non a caso sono una fan sfegatata del Dottore e considero i tempi di attesa tra una stagione di Sherlock e l'altra un grave crimine contro l'umanità. Ah, mettiamo subito le cose in chiaro: se non vi piace Community non abbiamo più niente da dirci.

12 Risposte

  1. Anna scrive:

    Adoravo New Girl, il loft, la svagatezza di Jess e tutte le caratteristiche fresche della serie, fino a che non sono incappata in Community, che sto recuperando velocemente (sono alla terza stagione) e ahimè al confronto tutto appare banale e scontato, anche i vari TBBT e HIMYM che adoravo ormai mi appaiono insulsi.

     
  2. xfaith84 scrive:

    concordo con la rece, io forse avrei dato addirittura mezzo punto in meno XD non per altro, ma perché comunque è una premiere e non l’ho sentita come tale. Adoro Jess e Nick! Però la parte di Schmidt mi ha un po’ delusa.. speriamo si riprenda!

    @Anna: beh, quando scopri Community tutto il resto perde senso a prescindere XD le prime tre stagioni sono una bomba

     
  3. Il confronto con Community è impietoso per quasi tutte le comedy e devo confessare di aver pensato più di una volta di essere parziale nello scrivere la recensione pensando proprio a Community. Averla scoperta è stato uno spartiacque, perché con la sua ironia meta ha svelato tutti i trucchetti del mestiere di sceneggiatore e mi ha fatto guardare con sospetto a tutte le altre produzioni tv. Si dice che Tv Tropes possa rovinarti la vita, beh, Community non è da meno. D’altra parte, però, non si può fare un paragone con New Girl perché sono serie molto distanti tra loro, sebbene io apprezzi molto il lavoro di caratterizzazione dei personaggi che si sta cercando di fare dalla seconda stagione in poi e che avvicina questa comedy a prodotti di qualità superiore come appunto Community. Certo, il confronto tra Nick e suo padre non è paragonabile a quello tra Jeffrey e il suo di padre (ancora prima che apparisse sullo schermo- introdotto benissimo per tre stagioni senza che l’avessimo mai visto) così come i mezzucci da première atti a perdere tempo come il triangolo tra Schmidt, Cece ed Elizabeth sono ormai sgamatissimi e pessimi in confronto alla genialità di una première come Anthropology 101, che risolve un altro triangolo in modo superbo e immediato. Insomma, è di gran lunga meglio non fare paragoni, forse si può discutere delle somiglianze tra le altre due serie da te citate, ovvero TBBT e HIMYM. Per quanto mi riguarda New Girl, al momento, è nettamente superiore ad entrambe. Superiore a TBBT fin dall’inizio, ad HIMYM da almeno tre stagioni. TBBT ha avuto fin dall’inizio un impianto da sitcom classica, con una marcia in più data dal fattore Sheldon e da quello che secondo me è il personaggio meglio riuscito di tutti, ovvero Raji (ma qua sono io che sono strana). Con il tempo non si è trasformata come molti dicono – perché ciò implicherebbe che fosse tutta un’altra cosa all’inizio, e non credo sia vero -semplicemente è peggiorata, arrendendosi ad una comicità banalissima e degna del peggiore episodio de La vita secondo Jim. HIMYM è iniziata col botto, una comedy fantastica, ma si è persa dietro agli inutili amori di Ted ed al suo continuo rincorrere Robin (voglio proprio vedere come sarà questa madre e cosa avrà di così speciale da fargli dimenticare il grande amore della sua vita). Lo scempio fatto di Barney Stinson, poi, è imperdonabile. Ripeto, al momento New Girl è sicuramente superiore e direi pure una delle comedy migliori in circolazione. Ha solo bisogno di qualche idea originale.

     
  4. Lorenzo scrive:

    A me New Girl in confronto ad Himym sembra banale. Quest’ultimo è un milione di volte meglio, ci sono dei collegamenti fantastici, delle gag simpaticissime, poi ha un tipo di narrazione particolare attraverso flashback e flasforward. Barney Stinson è un personaggio perfetto: nelle prime stagioni rimorchia e basta, poi..
    [Spoiler HIMYM]

    si innamora di Robin nella quarta. Barney vorrebbe cambiare, ma subito non gli riesce, poi quando conosce il padre capisce che non ha ancora perso il treno, che può ancora modificare la sua vita. Barney è semplicemente un personaggio perfetto, sarebbe stato un fallimento se avesse rimorchiato per tutta la vita, invece alla fine (credo) si sposerà

    [Fine Spoiler].
    Se a New Girl manca originalità, Himym ne produce a volontà.Comunque sia il parere è sempre soggettivo.
    ps: c’è tutta la nona stagione per capire cosa abbia la mother di speciale.

     
    • Joy Black scrive:

      Lorenzo attento a non spoilerare tutta la trama di una serie diversa rispetto a quella recensita qui. Ti ho aggiunto un’indicazione spoiler.

       
    • HIMYM ha, infatti, un sacco di qualità e se ripenso alle prime stagioni mi sale la nostalgia. Ma con il tempo le cose sono cambiate e i personaggi, a mio parere, sono stati maltrattati tantissimo così come le storie.
      [SPOILER ALERT HIMYM]

      Ted è diventato un idiota, Robin ha perso moltissimo della donna di un tempo e Barney non ne parliamo. Il problema non è cos’è diventato ma COME ci è arrivato, attraverso storie inconsistenti che avevano il solo scopo di umanizzarlo per Robin. Purtroppo ogni riavvicinamento tra i due è apparso insensato dopo laa loro rottura nella quinta stagione, uno dei punti più bassi di tutta la serie. Ma volendo anche dimenticare la cosa, non si può non pensare all’inutilità di Nora o Quinn… O ai continui ritorni di fiamma tra Robin e Ted, che fino alla fine della scorsa stagione hanno sottolineato come Ted capisca e ami Robin più di Barney. Una cosa che distrugge la continuity solo tanto per non farci mancare nulla. Proprio ieri ho rivisto la puntata in cui Ted fa capire a Robib che quando stavano insieme non si era mai sentito necessario perché voleva fare tutto lei e questo lo infastidiva mentre Barney le spiega che è proprio questa la cosa più bella di Robin. Ma come si fa a insistere con Ted e Robin dopo una cosa del genere? È un segno di come negli ultimi tempi i personaggi siano stati usati secondo la convenienza del momento. Portarla troppo per le lunghe, poi, ha nuociuto notevolmente alla struttura stessa della serie. Ogni donna che incontrava Ted non era chiaramente la madre e noi pensavamo solo: basta!

       
  5. Lorenzo scrive:

    Ok scusa non ci avevo pensato

     
  6. Lorenzo scrive:

    Va bè ne riparleremo più avanti, quando sarà finita l’ultima stagione di Himym.

     
  7. Anna scrive:

    Ahia ho scatenato un dibattito profondo! :-) E’ vero, fare paragoni non ha senso ma era solo per dire che questo esordio di New Girl l’ho trovato banale ed è il vero tranello in cui troppo spesso questa serie, partita con i migliori presupposti tende a cadere.

     
  8. Momi scrive:

    Io purtroppo mi sono davvero annoiata guardando quest’episodio. Puntare tutto esclusivamente sulla demenzialità dei protagonisti è banale e, alla lunga, sfiancante. Non mi fa più ridere da molto tempo… Credo che abbandonerò qui la serie.

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *