Believe – 1×01 Pilot

Believe - 1x01 PilotFresco vincitore agli ultimi Academy Awards per Gravity, Alfonso Cuarón si cimenta come regista e sceneggiatore per la televisione, dando vita, in collaborazione con la Bad Robot di J.J. Abrams, a Believe, nuova serie sci-fi/fantasy della NBC.

Alfonso Cuarón si inserisce in quel prolifico filone di registi e sceneggiatori che, abituati al ritmo e alla creatività del cinema, si sono cimentati anche con la televisione (Spielberg e Scorsese, per citarne alcuni), forti della considerazione generale che vuole le serie tv come la nuova e più libera narrativa. Una tendenza, questa, che sebbene stia spingendo più i grandi attori del cinema che i registi a scendere nell’agone televisivo, sembra aumentare notevolmente la contaminazione di generi (e J.J. Abrams dimostra anche il contrario, ossia quanto ormai il cinema prenda manovalanza ed idee dal piccolo schermo).
Partendo da questi presupposti, quindi, sarebbe stato lecito attendersi da questo Believe un prodotto di alta fattura, che potesse accomunare l’estro creativo di Cuarón con le visioni futuristiche di J.J. Abrams. Purtroppo, pur con le dovute attenuati, questo pilot è fondamentalmente una delusione.

Believe - 1x01 PilotLa vicenda di partenza è abbastanza semplice e lineare: la piccola Bo è dotata di poteri che non è ancora in grado di controllare ed è inseguita da una non meglio definita organizzazione che ha tutte le intenzioni di catturarla; a sua difesa viene chiamato un condannato a morte (dichiaratosi innocente) che avrà il compito di tenere in sicurezza la ragazzina da chi vuole nuocerle. Come dicevo, le premesse non sono particolarmente articolate e questo può essere un bene perché permette allo spettatore di entrare con grande tranquillità e rapidità all’interno della storia e delle vicende narrate.

Il problema principale è che non si va oltre queste premesse, né l’intera narrazione brilla di particolare originalità. Il primo paragone che sorge, infatti, è con la serie della FOX Touch: in entrambe, infatti, si parte dal rapporto tra un bambino speciale con poteri più o meno sovrannaturali e un adulto che fatica ad accettarlo e comprenderlo. Le somiglianze tra le due serie non si fermano a questo: c’è anche la sensazione – da confermare con i prossimi episodi – che a livello di trama orizzontale ci sia ben poco di cui parlare e che molto sarà legato alla trama verticale; c’è però da capire quanto il pubblico possa trovare questa direzione interessante, non essendo Believe la tipica serie alla C.S.I. che ben si sposa con gli stand-alone.

Believe - 1x01 PilotLa mano di Cuarón si fa più decisa – ma non invasiva – nel campo della regia (dove ha sempre lavorato meglio), con una serie di interessanti giochi di macchina ed uno studio attento della messa in scena. Di preziosa fattura soprattutto la sequenza iniziale che mostra appieno la cura registica del messicano; peccato per dei combattimenti non proprio all’altezza della qualità a cui il regista ci ha abituato. Azzeccata è anche la fotografia – il cui tono più dark ricorda alcuni lavori precedenti di Cuarón.

Sull’altro fondamentale fronte – quello degli attori – non possiamo ritenerci del tutto soddisfatti: i ruoli principali sono assunti dalla piccola Johnny Sequoyah e da Jake McLaughlin (finora solo piccole parti in produzioni televisive e cinematografiche); se la bambina non si può ancora inserire nel club capitanato da Jared S. Gilmore (Once Upon a Time), McLaughlin non brilla particolarmente, dandosi ad una recitazione poco ispirata. Desta una certa curiosità il ruolo di Kyle MacLachlan (Blue Velvet, Twin Peaks), ancora poco tratteggiato: la sensazione, però, è che possa essere la maggiore fonte di interesse. Il resto del cast risulta senza infamia e senza lode.

Believe - 1x01 PilotSia ben chiaro, questo episodio non è negativo: è solo vuoto, riesce a raccontare poco e a coinvolgere ancor meno. Probabilmente avrà bisogno di più tempo per carburare (non sarebbe la prima serie, pensiamo a Person of Interest), ma per il momento raggiunge appena la sufficienza.

Voto: 6

 

Mario Sassi

Napoletano trapiantato da anni a Roma, non nasconde la sua anima nerd e la sua passione per serie TV e cinema.

2 Risposte

  1. Son of the Bishop scrive:

    Sono d’ accordo in parte con la recensione, ma non del tutto.
    Sarà che da questo pilot non mi aspettavo niente e l’ ho visto per noia, ma non mi è affatto dispiaciuto. Il paragone con Touch c’ è e sebbene abbia trovato quest’ ultimo decisamente superiore, temo che la storia non si defilerà molto da quanto già visto in questo pilot e nella serie targata FOX e questo è l’ aspetto cche più mi preoccupa. Il pilot però si lascia vedere piacevolmente 40 minuti che scorrono abbastanza velocemente e (diversamente dagli altri personaggi, appena tratteggiati) il personaggio della piccola Bo mi piace e la bambina mi sembra che stia piuttosto bene in quella parte e poi ha anche un buon ritmo in fin dei conti, quindi per me un 7 ci poteva stare, il 6 è un pò distruttivo rispetto a quanto visto, forse sarebbe più da affibbiare a quella che per ora sembra la potenzialità narrativa. Peccato comunque che sia stata stroncata subito dalla NBC, che continua a salvare Hannibal non si capisce per quale motivo visti i numeri(la cosa è davvero strana) e cancella serie neanche cominciate come Believe o anche Revolution(che era andato bene il primo anno) al quale, crollato il secondo anno, potevano dare almeno una terza stagione ridotta

     
  2. SerialFiller scrive:

    Believe serie fatta di visto e rivisto, abbastanza noiosa e poco interessante. Ascolti pessimi ed è ovvio che si cancelli caro Son.
    Hannibal fa pessimi ascolti ma è riveduta in tutto il mondo essendo coprodotta con società europee ed essendo attesissima in tutto il mondo visto il brand storicamente importante. Inoltre qualitativamente Hannibal batte 10 a zero believe e revolution.
    Che poi le logiche di mercato siano strane e discutibili è un altro paio di maniche ma caro Son stroncare breaking bad ed altri titoli straeccezionali e poi difendere revolution e believe mi suona quantomeno bizzarro detto con tutto l affetto e la simpatia di questo mondo…

     

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *