You’re the Worst – 2×06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a Problem 2


You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemRiuscendo abilmente ad evitare il pericolo di una deriva romantica e poco accattivante del racconto in seguito alla convivenza di Gretchen e Jimmy, You’re the Worst confeziona due episodi dal retrogusto amaro, capaci di dimostrare quanto la serie abbia ancora da offrire al pubblico.

Scongiurata la possibilità di ritrovarsi con una qualsiasi comedy romantica, sterile e priva di quel guizzo di genialità che aveva caratterizzato la prima stagione, la serie offre allo spettatore uno spettacolo totalmente inaspettato ed al contempo capace di scardinare tutte le certezze finora costruite.

You never had love in your life.

You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemIl personaggio di Edgar, nel corso di questa seconda stagione, ha subìto una notevole evoluzione: da mera figura di contorno e spalla comica di Jimmy, è riuscito ad imprimersi nell’economia della serie, diventando sempre più importante; nonostante la volontà degli autori di far scoccare la scintilla tra l’uomo e Lindsay fosse ben evidente, una boccata d’aria fresca non può che far bene ad uno schema narrativo che appariva statico prima ancora di cominciare. La storia con la sua insegnante d’improvvisazione aggiunge novità alle sue giornate ed un nuovo volto nella cerchia ristretta di amici, contribuendo a portare alcune situazioni al loro limite (“Who’s the random? Theater girl” è una delle tante finezze che costeggiano gli episodi).

You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemNel settimo episodio la presenza della ragazza è fondamentale per ben due motivi: in primo luogo per la gelosia di Lindsay, in secondo luogo per la tenuta dell’episodio stesso, che si regge completamente sul lento declino e il conseguente delirio di Gretchen. Nonostante abbia facilmente dimenticato il suo amico Edgar, Lindsay non può fare a meno di sentirsi al centro dell’attenzione, ma soprattutto di marcare il suo territorio: così come con il suo ex-marito Paul, assente ma sempre presente in ogni pensiero ed azione della donna, Edgar ritorna a popolare i suoi pensieri non appena risulta essere più interessante, e soprattutto, non più alla sua portata. Per quanto i meccanismi poco complicati della mente di Lindsay possano apparire scontati, la ragazza è fonte di alcune delle scene più belle dei due episodi (la corsa in bicicletta su tutte), riuscendo a far strappare più di un sorriso e facendo così dimenticare tutto ciò che potrebbe essere fonte di fastidio in relazione al suo comportamento infantile.

You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemQualcosa di strano alleggia nell’aria: Jimmy ne è cosciente e tenta, nei limiti imposti dal suo particolarissimo carattere, di cercare di capire cosa stia succedendo a Gretchen. Come ogni fidanzato geloso che si rispetti, l’uomo ha paura che si tratti di un tradimento: ma quando si accorge che la sua relazione è salva, la domanda su cosa stia trasformando la ragazza si fa ancora più pressante. La fine del sesto episodio lascia aperta una domanda importantissima per Jimmy e per gli spettatori con lui: cosa spinge Gretchen, apparentemente nel periodo più florido della sua vita, a rintanarsi in macchina a piangere? Coerentemente al suo personaggio l’uomo non riesce a fare ulteriori domande sull’accaduto, troppo sollevato nel sapere di non essere la causa del suo malessere e totalmente ignaro del fatto che dev’esserci un motivo che spieghi le numerose fughe notturne di Gretchen. Jimmy non può semplicemente accettare che qualcosa vada storto, qualcosa che lui non riesce ancora a spiegarsi: tenta in ogni modo di distrarre la sua mente dall’accaduto focalizzandosi su una infruttuosa caccia al topo, con il risultato di ritrovarsi di fronte ad una confessione che non è lontanamente pronto ad incassare, una rivelazione che porterà scompiglio nella loro quasi pacifica vita.

Nope. No dreams.

You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemQuella che si potrebbe facilmente scambiare per irritabilità è in realtà qualcos’altro. I silenzi, le frasi non dette, le fughe notturne e soprattutto gli improvvisi cambi d’umore: ciò che rendeva Gretchen la ragazza solare che era è ormai scomparso, lasciando il posto ad una malattia che le divora lentamente lo spirito e la testa. Sebbene gli autori si ritrovino a confrontarsi con un tema scottante e difficile da trattare, lo fanno nel modo migliore possibile, evitando ogni cliché del genere ed andando dritti al cuore del problema. L’intera costruzione dell’episodio, così come quella della stagione che l’ha preceduto, sono parti essenziali dell’evolversi di un male improvviso e repentino da cui non si ha alcuno scampo. L’inizio della stagione raccontava un momento di relativa felicità per Gretchen; un periodo florido segnava la sua carriera e la sua vita sentimentale. Dietro quest’apparente felicità si celavano delle mancanze espresse in “Born Dead“: un desiderio di trasgressione e regressione verso il passato che male si accordava con il suo nuovo status sociale.

It’s back, isn’t it?

You're the Worst - 2x06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a ProblemAlla vista della nuova vita delle sue amiche qualcosa è scattato: la consapevolezza di essere in ritardo rispetto ai tempi, di non essere all’altezza del mondo e delle sue innumerevoli sfide. Così la faida della band è diventata una vera faida minacciando il suo posto di lavoro, il rifugio tranquillo che era la casa di Jimmy una prigione in cui si trovava confinata. Nel corso del settimo episodio assistiamo ad una progressiva e rapida discesa agli inferi: sin dalle prime scene Gretchen appare fuori di sé, quasi mossa da un istinto oscuro che la porta a compiere gesti senza senso e ad abusare dell’alcol disponibile. I tic nervosi si susseguono, così come le bottiglie consumate: ogni occasione diventa ottima per fare qualcosa, stare in movimento. Il movimento infatti – l’azione ininterrotta – distoglie i suoi pensieri dal vero problema, dal pericolo che sente incombere su di lei. Ma l’azione non è la cura, e Gretchen arriva a riversare tutto il suo malessere sui malcapitati presenti, generando una scena grottesca e divertente allo stesso tempo, potente nel suo essere incredibilmente vera e crudele. Nulla e nessuno vengono risparmiati, compreso lo stesso Jimmy. Tuttavia Gretchen riesce, con uno sforzo quasi titanico, a fare un passo avanti verso l’accettazione di se stessa: decide di condividere il suo male con qualcuno al di fuori della sua cerchia di amici. I’m clinically depressed, dice in tono strozzato. Una confessione che mozza il fiato e lascia di stucco, e che porta ad una risposta di Jimmy che vorrebbe suonare rassicurante, ma che in realtà fa trapelare tutta la sua abissale angoscia.

You’re the Worst questa volta ci lascia così: ansiosi di vedere il seguito, bramosi di qualche nuova risposta, consci del fatto che ormai questa serie – più che una semplice commedia romantica – può darci molto di più. E questo “There is not currently a problem” è solo la conferma che lo farà.

Voto 2×06: 7
Voto 2×07: 8,5

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Annalisa M.

Trascorre la maggior parte della sua esistenza nell’oscurità seriale (perché i teen drama non li vogliamo considerare) quando un giorno, presa da chissà quale illuminazione divina, decide di guardare Buffy The Vampire Slayer. La strada è segnata, seguono Angel, Lost, Breaking Bad e Mad Men. Un hobby che si trasforma in una passione totalizzante e in qualcosa di cui non si può più fare a meno. Aggiungiamoci il culto della scrittura, coltivato fin dalla tenera età (toccatele tutto, tranne il maghetto occhialuto) e il gioco è fatto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “You’re the Worst – 2×06/07 Side Bitch & There Is Not Currently a Problem

  • Genio in bottiglia

    Recensione perfetta, come la serie, che sfuggendo i classici canovacci della commedia romantica, riesce a buttare sul tappeto un tema tanto serio, aprendogli il campo in qualche modo, eppure sorprendendo. Dopo la puntata 7, Youre the Worst ha alzato l’asticella; non so nemmeno se si possa parlare di dramedy o cosa; certo è che, dopo una stagione e mezzo di risate senza un domani, questa serie ha spiccato il volo.