Ash vs. Evil Dead – 1×06/07 The Killer of Killers & Fire in the Hole


Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HoleE così siamo quasi arrivati al rush finale di questa turbolenta prima stagione di Ash vs. Evil Dead. La serie di Raimi conferma le sue qualità, ma evidenzia anche qualche dettaglio su cui si dovrà lavorare soprattutto in futuro.

Sembra scontato ribadirlo, ma non lo è: Ash vs. Evil Dead è riuscita a riportare in auge gli antichi fasti di quell’operazione, all’epoca sperimentale e originalissima, di horror commedy ideata da Sam Raimi con La Casa. Sembrava facile, ma il rischio di cadere nella parodia (vista soprattutto l’età di Bruce Campbell) o di puntare tutto sull’effetto nostalgia c’era. E fortunatamente è stato evitato.

Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HoleBisogna anche dire, però, che la sesta puntata è anche probabilmente quella meno riuscita fino ad ora, più lenta nel ritmo e con una scena d’azione finale messa lì per dare un po’ di pepe ad una mezz’ora che, altrimenti, avrebbe lasciato l’amaro in bocca allo spettatore più desideroso di action, splatter e dialoghi taglienti. Si tratta di un episodio probabilmente di passaggio, finalizzato a raccogliere le conseguenze di quanto successo in quello precedente e a preparare il terreno per il futuro, con l’ingresso finalmente nel gruppo dell’agente Amanda Fisher. Il tutto si snoda in maniera un po’ lenta e con pochi sussulti, cosa che, vista la breve durata della serie, rischia di lasciare troppo insoddisfatti, come se l’iniezione settimanale di Ash Williams non desse questa volta nessun particolare effetto.

Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HoleQuello che la serie sembra parecchio intenzionanta a fare in questa fase della stagione è dare maggior risalto ai due personaggi comprimari Pablo e Kelly. Con un Ash messo parzialmente da parte, ma sempre con i suoi momenti da antologia e battute fulminanti, sono praticamente loro due a reggere questi ultimi episodi sulle loro spalle. E ci riescono benissimo. Anche nel settimo, con il gruppo che viaggia diviso per la maggior parte del tempo, è proprio il loro il segmento quello più riuscito e divertente, che conferma soprattutto la crescita del personaggio di Kelly (incredibile, vista la poca incisività che aveva ad inizio stagione) e anche l’ottima alchimia tra i due attori, che regalano siparietti esilaranti giocando benissimo con i loro ruoli e la loro espressività.

Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HoleFunziona meno il gioco di coppia tra Ash e Amanda, con il personaggio di lei che conferma di nuovo la debolezza di scrittura che l’ha caratterizzata in tutto questo arco. L’inserimento nel gruppo non ha finora portato alcun beneficio, e anche come elemento singolo l’Agente Fisher non riesce ad esprimere un briciolo di potenziale, un po’ perché ancora ignara di ciò con cui ha a che fare, un po’ anche per un’attrice non proprio brillantissima e in grado di giocare con questo ruolo. La sua parte, al momento, è quella di semplice spalla per risvegliare il lato più comicamente seduttore di Ash, che, pur essendo sempre uguale a se stesso e senza evoluzione, fa in realtà alla fine quello che tutti ci aspettiamo: far ridere e rendersi protagonista di momenti esclusivamente badass.

Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HolePurtroppo, l’affiatamento raggiunto tra i tre protagonisti principali rende difficile l’inserimento di Amanda all’interno delle proprie dinamiche, anche perché sembra ancora un pesce fuor d’acqua, lontana dalle regole che dominano ormai il mondo soprannaturale in cui i personaggi sono inseriti. Potrebbe essere l’elemento outsider, in grado di portare razionalità in un gruppo che sembra ormai essersi abituato e abbandonato al caos, ma è ancora troppo poco lo screentime che le è stato riservato per l’interazione con gli altri e il risultato è così finora abbastanza sciapo. Del resto, serve un’iniezione di adrenalina potentissima negli ultimi minuti del sesto episodio per risollevare una puntata altrimenti abbastanza spenta sotto ogni punto di vista.

Ash vs. Evil Dead - 1x06/07 The Killer of Killers & Fire in the HoleL’impressione generale che questi due episodi lasciano è che Ash vs. Evil Dead sappia funzionare benissimo quando ha da creare specifiche situazioni e che dia il suo meglio nell’episodico piuttosto che nella continuità narrativa, che invece è portata avanti un po’ a fatica (si vedano anche i frammenti di una sempre più sottoutilizzata Lucy Lawless), senza trovare esattamente un equilibrio tra le due parti. Avendo però solo 25 minuti a disposizione, trovare questo bilanciamento diventa fondamentale, perché lì dove si punta solo sulla situazione, come nel settimo episodio, tutto scorre in maniera velocissima e assolutamente divertente e godibile, ma dove invece si vuole proseguire con la narrazione e raccontare una storia la serie perde un po’ di ritmo ed interesse.

Difetti non gravissimi, certo, ma da leggere come pericolo in chiave futura, soprattutto quando le idee per la creazione di situazioni singole inevitabilmente inizieranno a diminuire e si sentirà bisogno di una trama un pochino più sostanziosa per sorreggere un progetto che vorrebbe essere, perlomeno nelle intenzioni, di lunga serialità.

Voto 1×06: 6½
Voto 1×07: 7+

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *