Empire – Stagione 2 Episodi 2-10 1


Empire - Stagione 2 Episodi 2-10La seconda stagione di Empire arriva al traguardo del mid-season finale con la sua consueta velocità, affiancando ad una trama fitta di colpi di scena, che ormai caratterizzano ogni episodio, una componente musicale accattivante ed un cast ormai perfettamente amalgamato.

A differenza della prima stagione infatti, che aveva avuto sicuramente una funzione di rodaggio, utile a delineare il contesto su cui poggiare gli episodi finali, questa seconda annata è stata caratterizzata da un tono ed una narrazione molto più dinamici. Nel corso degli episodi assistiamo alla completa definizione dei personaggi presentatici l’anno scorso, con risultati mediamente positivi; le scelte narrative convincono quasi sempre del tutto, facendo sì che il risultato finale non risulti troppo artefatto.

Game over, bitches.

Empire - Stagione 2 Episodi 2-10La figura di Lucious, fin dall’inizio propostaci come in conflitto tra un lato da villain ed uno da padre (relativamente) amorevole, ha subito una vera e propria trasformazione. Nel corso della stagione assistiamo al delirio di un uomo, scampato alla morte e ad una condanna per omicidio, che non si fa scrupoli a mentire e a mettere l’uno contro l’altro i suoi tre figli, attirando verso di sé quella che sarà la sua sconfitta più grande. La discesa in una spirale fatta di bugie e crimini viene bruscamente arrestata dalla realtà che incombe sull’uomo: il suo egoismo è stato la causa della cecità nei confronti dei personaggi di dubbia provenienza che lo circondavano, e di cui di più si era fidato. Così l’impero di carta che aveva faticosamente costruito, quell’impero per cui Cookie ha scontato ben diciassette anni di prigione, si sgretola sotto i suoi piedi: e la serie, in un tentativo piuttosto riuscito per i suoi standard espositivi, mette in campo un tradimento dal sapore amaro e capace di cambiare completamente il futuro di tutti i protagonisti. “Et tu, Brute”, il titolo dell’episodio, rimanda al tradimento ben più famoso di una congiura impossibile da dimenticare. L’impero entra così in mani nemiche, e l’artefice del tradimento è proprio sangue del suo sangue, fino a qualche tempo prima suo adorato pupillo e papabile successore nella gestione dell’azienda.

Hakeem may have won that little battle, but Freda is clearly winning the war.

Empire - Stagione 2 Episodi 2-10Fin dall’inizio della stagione Hakeem ha rivestito un ruolo sempre più importante nella narrazione, complice l’avvicinamento alla madre Cookie e le conseguenti scene topiche che ne sono derivate. Il passo più importante che l’ha portato ad allontanarsi dal padre è stato proprio il confronto con la nuova figlia di Lucious, una figlia della strada come lui: la battaglia per la rivendicazione del proprio cognome, della dinastia che gli appartiene di diritto, ha segnato il completo distacco dalla realtà patinata in cui viveva fino all’arrivo della madre. Ma se Hakeem ha compiuto un arco più che positivo nel corso degli episodi, la realtà del tradimento getta un’ombra negativa sul suo percorso, sopratutto perché causata da una figura che tutti credevamo di aver abbondantemente superato. Con quel “Remember me, Lucious?” la serie rompe ancora una volta lo schema di alleanze che erano state faticosamente costruite nel corso della stagione. L’arrivo di Camilla coincide con una nuova lotta per il potere che sicuramente renderà la seconda parte della stagione ancora più dinamica e capace di tenere gli spettatori incollati allo schermo.

It’s crazy how I can love your ass and hate you at the same moment.

Empire - Stagione 2 Episodi 2-10Il personaggio di Cookie non ha purtroppo ricevuto lo stesso trattamento riservato ad altri, risultando talvolta una semplice copia sbiadita della donna irriverente che abbiamo visto nella prima stagione: a partire dalla storia d’amore, nelle dinamiche estremamente simile a quella della prima annata, che la vede nuovamente annullarsi in un uomo senza alcuna remora, fino alla storyline che riguarda il ritrovamento della sorella, funzionale unicamente a rendere più concreti e realistici i numerosi riferimenti al suo passato da detenuta. Ma Cookie, pur sé decisamente più relegata nei suoi panni rispetto all’anno passato, rimane pur sempre un personaggio poliedrico e capace di monopolizzare l’attenzione di tutti coloro che ne condividono il cammino: in ogni storyline c’è la sua impronta, ed ogni personaggio subisce l’influsso del suo passaggio. Una Cookie impossibile da detestare, che continua ad alimentare quella che è l’unica storia che ha dato l’avvio all’impero: la chimica tra la donna e Lucious è sicuramente innegabile, ed è molto probabile che in seguito agli avvenimenti del mid-season si verifichi un avvicinamento che li porterà ad essere più uniti di quanto li abbiamo mai visti.

She fixed you.

Empire - Stagione 2 Episodi 2-10Il pregio più grande che Empire ha acquisito nel corso di questa seconda stagione è una grande auto-consapevolezza ed una conseguente voglia di non prendersi troppo sul serio, sia nelle dinamiche che nelle storie raccontate, che si fanno via via più drammatiche ed ai limiti del paradossale (basti pensare alla risoluzione fin troppo semplicistica della storyline di Vernon). Anche i tradimenti più efferati, le situazioni più complesse e drammatiche non riescono mai a far leva sullo spettatore nel modo in cui teoricamente dovrebbero; ma di questo la serie è ben consapevole, scegliendo pertanto di far leva sul suo involontario lato comedy e costruendo ogni svolta narrativa proprio alla luce di questa decisione. Di conseguenza anche la scena paradossale, ma totalmente coerente per il personaggio, in cui Lucious in lacrime afferma che Jamal è stato “aggiustato” dalla nuova stella dell’Empire (la splendida guest star Alicia Keys), non può far indignare né provocare una reazione particolarmente accesa.

Powerful.

Empire - Stagione 2 Episodi 2-10Empire è sicuramente una serie che non definiremmo un capolavoro: tuttavia è riuscita a trovare un equilibrio sempre più stabile tra tutte le sue parti, rendendo ogni episodio equamente interessante e sorprendente. Ora più che mai tutto può succedere: l’Impero si sta disgregando e il suo Re non ne è più a capo. Al contempo un nuovo impero sta sorgendo dalle sue ceneri, pronto a dare battaglia per riprendersi ciò gli spetta di diritto. La serie non si ferma mai: la narrazione procede molto speditamente senza dimenticare di tratteggiare in maniera più netta i suoi personaggi. Ma è attraverso la solida componente musicale che questa riesce ad omogenizzare tutti i suoi difetti: dal rap caustico di Freda fino al sound molto più soft di Jamal, che riescono a creare l’atmosfera perfetta per gli eventi narrati, trasformandosi da semplice cornice a vera essenza degli stessi.

Empire segna il punto con una prima parte di stagione costantemente in movimento, imparando dagli errori precedenti e spingendo al massimo il piede sull’acceleratore. Ma lo show quest’anno è anche qualcosa di diverso: più musica, più dinamicità e più volontà di superare tutti i limiti che si possono incontrare: sembra evidente che la serie ha trovato la ricetta perfetta per continuare ad intrattenere nel modo migliore possibile.

Voto:7,5

Condividi l'articolo
 

Informazioni su Annalisa M.

Trascorre la maggior parte della sua esistenza nell’oscurità seriale (perché i teen drama non li vogliamo considerare) quando un giorno, presa da chissà quale illuminazione divina, decide di guardare Buffy The Vampire Slayer. La strada è segnata, seguono Angel, Lost, Breaking Bad e Mad Men. Un hobby che si trasforma in una passione totalizzante e in qualcosa di cui non si può più fare a meno. Aggiungiamoci il culto della scrittura, coltivato fin dalla tenera età (toccatele tutto, tranne il maghetto occhialuto) e il gioco è fatto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Empire – Stagione 2 Episodi 2-10

  • Boba Fett

    Ma sì, dai, una volta tanto prendiamoci una pausa! Salutiamo paesaggi tristi e perennemente innevati, detective e chirurghi tossicomani, spie russe e agenti bipolari; cospargiamo i nostri corpi di olio, alziamo il volume, facciamo ballare le nostre chiappe e tiriamo fuori l’Orgoglio Coatto che c’è in tutti noi!