Downton Abbey – 6×08 Episode Eight


Downton Abbey – 6x08 Episode EightL’amore, la morte, la guerra, la famiglia, l’emancipazione sociale e lo scorrere del tempo che muta le tradizioni secolari di un’Inghilterra proiettata verso il futuro: questi i temi che Downton Abbey, con eleganza e candore, ha trattato in queste sei stagioni che attraversano – dal 1912 al 1926 – gli anni che hanno cambiato il volto del mondo occidentale.

Ogni personaggio dello show è stato messo di fronte a un turbine inarrestabile di cambiamentiche spesso hanno coinciso con eventi tragici e inaspettati: dalla morte di Sybil e Matthew, che ha toccato le corde di quel dolore universalmente umano, alla triste soggettivazione dei più grandi eventi della storia del mondo, come la morte di Mr. Gregson durante il Bierkeller Putsch di Monaco, o le vicende del principe Kuragin in seguito alla Rivoluzione d’Ottobre in Russia.
L’involuzione dello show ha spesso creato dei punti morti, in cui la narrazione procedeva solo grazie al susseguirsi di cene scintillanti e superbi battibecchi nobiliari sostenuti dalla potenza di un personaggio come Lady Violet, che, a ragione, conserverà un posto di rilievo nell’olimpo della serialità televisiva di tutti i tempi.

Downton Abbey – 6x08 Episode EightQuesta ultima stagione ha raggiunto dei picchi di gradevolezza alquanto superiori rispetto alle due annate precedenti; il reset attuato dalla première ha avuto quell’effetto sperato di portare il racconto su basi completamente rinnovate, riuscendo a dare allo show una conclusione quantomeno dignitosa. Le vicende di questa sesta stagione, e in particolare di questo finale, sono state in grado di scuotere quegli immobilismi che per molto tempo hanno tenuto i vari personaggi inchiodati in una sclerotizzazione fine a se stessa. Nonostante il risultato raggiunto risulti per la maggior parte dei casi un po’ frettoloso e carente di un contesto di sviluppo adeguato, adesso, a un passo dalla sua definitiva conclusione, molte delle criticità dello show ci appaiono sostanzialmente appianate: Cora è riuscita a uscire dallo stato di personaggio di contorno, Barrow si è tragicamente scontrato con la sua infelice situazione riuscendo anche ad ammettere le proprie colpe, Mr. Carson– grazie all’invisibile pugno di ferro di Mrs. Hughes – pare essere sulla retta via per lasciarsi andare all’evolversi dei costumi e Mary ha fatto pace con se stessa e con i suoi sentimenti, dopo essere sprofondata nella peggiore versione di se stessa. Senza eccessivi fuochi d’artificio e con quell’eleganza che è da sempre il marchio di fabbrica della creatura di Fellowes, Downton Abbeyarriva al capolinea rimarcando le direttive cardine dello show: che ci si trovi nell’up o downstairs, il dolore, la solitudine o la felice e pacata accettazione di se stessi hanno sempre lo stesso sapore, e l’happy ending non è un processo scontato a cui si arriva senza impegno e sofferenza.

«It’s not possible and you won’t be happy»
«How happy am I now?»

Downton Abbey – 6x08 Episode EightPiù forte delle avversità che le si sono scagliate contro, Lady Edith è il personaggio che ha percorso l’arco di trasformazione più profondo. Ma adesso, lì a un passo dalla felicità, la ritroviamo immobile, incapace di abbracciare a piene mani quel nuovo amore che la pervade. Il peso della perdita di Mr. Gregson, così come il segreto di Marigold, sono ormeggi dolorosi di un passato che non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle. Sia Cora che Rosamund le consigliano vivamente di parlare chiaro con Bertie, di raccontargli tutto sulla sua bambina, ma Edith non riesce a farlo: la donna ha così tanta paura di essere felice che inconsciamente preferisce sabotarsi da sola, in modo da poter restare in quella zona grigia e opaca dove ormai si sente a casa.

Downton Abbey – 6x08 Episode EightIl susseguirsi delle sofferenze a cui è stata sottoposta pone Edith in una condizione di difficile accettazione di sé: come chiedere a Bertie di accettarla per quello che ha fatto in passato, quando ancora lei stessa non riesce a farlo? Come fare a cedere di nuovo alla speranza di una vita d’amore quando si è stati così sopraffatti dal dolore della perdita? Edith preferisce mentire rischiando di essere scoperta per poter così conservare il controllo di un fallimento che vede come inevitabile. Per quanto la responsabilità oggettiva di ciò che le accade ricada su Mary, è la sua folle paura a creare il contesto perfetto che permette alla sorella di sferrare l’attacco. Così focalizzata nel suo ruolo di madre, Edith non è capace di lasciarsi andare all’amore perché non si sente abbastanza degna di un tale sentimento. Nel dialogo d’addio con Bertie non c’è lotta, non c’è nessun appello a quell’amore che li lega: quell’accondiscendenza con cui si separa dall’uomo che ama è l’espressione di un malessere con cui non ha ancora fatto bene i conti. Il potere di una separazione così drastica potrebbe tuttavia indurre Edith a una completa ridefinizione di sé, riconoscendo la forza che la sofferenza le ha donato come una delle sue più importanti qualità, anziché il suo più grande demerito.

How many lives are you going to wreck just to smother your misery?

Downton Abbey – 6x08 Episode EightNon dissimile è il percorso compiuto da Lady Mary, come la sorella offuscata da un passato di dolore e perdita che ha distrutto parte di quell’ardore che la contraddistingueva. Tuttavia, la sua condizione di vedova “legittima” rende le cose alquanto diverse e sicuramente più semplici rispetto al calvario compiuto da Edith; ma ciò che distingue davvero le due donne è il modo di reagire a questa opprimente paura d’amare. L’evoluzione di Lady Mary si è basata quasi esclusivamente nella mitigazione di quell’indole dura e prepotente con cui era solita rapportarsi al prossimo, che è stata squarciata prima dall’amore per Matthew e poi dalla sua dedizione al lavoro nella tenuta. Lady Mary ha compiuto tantissima strada: è diventata una donna moderna, ma allo stesso tempo equilibrata, una madre amorevole e una sapiente amministratrice, ma non appena comincia a scontrarsi con l’amore, quello vero, quello che credeva sepolto con il ricordo di Matthew, ecco che tutto comincia ad andare a rotoli.

Downton Abbey – 6x08 Episode EightRispetto all’immobilità incerta di Edith, la reazione di Mary alla paura di potersi innamorare di nuovo si radica proprio in quella prepotenza che nel tempo era riuscita a mitigare: alla decisione di rompere il legame con Henry segue una condizione di rabbia, invidia e infelicità che la riporta a scagliarsi contro tutto e tutti con quella supponenza tipica dell’altezzosa Mary delle prime stagioni. L’involuzione del personaggio raggiunge in questo episodio il suo punto di massima espressione, rivelandosi pienamente nella lotta eterna con la sorella, quel residuo adolescenziale che le due lady non hanno ancora superato del tutto. Questa volta, però, Mary precipita così in basso che è costretta a fare i conti con se stessa e con le conseguenze della sua statica e infruttuosa infelicità. Il matrimonio con Henry, per quanto appaia come una decisione fulminea e leggermente approssimativa, è la scelta migliore per permettere al personaggio di suggellare quel cambiamento a cui anela sin dall’esordio dello show.

I believe in rules and traditions and playing our part. But there is something else: I believe in love.

Downton Abbey – 6x08 Episode EightIl caos che si è venuto a creare nella prima parte dell’episodio sembra confermare chel’elemento unificante e bilanciante di ogni equilibrio dell’universo di Downton Abbeysia sempre e solo la presenza di Lady Violet. Il dialogo con Mary è la più bella lettera d’addio che questo splendido personaggio poteva lasciarci: l’attaccamento alle tradizioni e il rispetto delle regole non escludono l’amore, ovvero quell’essenza di cui il mondo ha bisogno perché gli uomini riescano a perseguire gli intenti più nobili. Il mondo di Downton Abbey ci è spesso apparso polarizzato in una dicotomica separazione tra modernità e tradizionalismo; la grandezza del personaggio di Lady Violet sta invece nell’esser riuscito a restare in bilico tra i due mondi. La contessa madre è riuscita a rimanere assolutamente fedele a se stessa e alle sue tradizioni, e allo stesso tempo è stata capace di concentrare in sé la più grande rivoluzione: il mondo può cambiare le sue regole, può variare gli usi e i costumi, ma non può certo cambiare l’affetto che porta una persona ad agire per il bene di un’altra.

Downton Abbey – 6x08 Episode EightIn fin dei conti, la grande lezione di Downton Abbey si concentra proprio nella sua semplice ed efficace constatazione dell’universalità dei sentimenti, che a dispetto dei tempi, delle epoche, dei luoghi o della classe sociale, hanno sempre lo stesso potere di far evolvere il mondo.

In fin dei conti, la grande lezione di Downton Abbey si concentra proprio nella sua semplice ed efficace constatazione dell’universalità dei sentimenti, che a dispetto dei tempi, delle epoche o della classe sociale, hanno sempre lo stesso potere di far evolvere il mondo.
Sebbene non manchino i difetti – gli eventi si complicano con la stessa velocità con cui si rimettono a posto – questo finale riesce a portare ogni personaggio abbastanza lontano dal suo punto di partenza, in modo da porci di fronte a un happy ending che non appare poi così scontato. Ci auguriamo che il Christmas Special continui in questa direzione, ovvero nella realizzazione di un cambiamento che metta ogni personaggio nella condizione di poter migliorare il proprio futuro. Perché, alla fine, è questo il merito di Downton Abbey: mostrarci come alla tempesta segua sempre il sereno, come dal dolore possa nascere la gioia, come il cambiamento sia la condizione necessaria per rimanere sempre se stessi.

Voto Episodio: 7½
Voto Stagione: 7½

 

Condividi l'articolo
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *